Luca Gandolfi

 

Candidato in Consiglio di Zona 5

 

Per la Zona 5: battaglie politiche presenti e future

 

Nella nostra Zona 5 abbiamo una serie di battaglie politiche in corso che ci impegneranno anche engli anni a venire e a cui darò il mio umile ma attivo contributo fatto - come sempre - di impegno attivo. Tra queste ricordo sinteticamente per punti:

 

la realizzazione del Parco Agricolo Ticinello

portare a termine il risanamento dei quartieri popolari (Stadera, Gratosoglio, Spaventa, ecc.) in armonia con chi ci abita e attraverso una reale progettazione partecipata (i miei articoli sui quartieri popolari sono molti, impossibile citarli tutti); 

continuare la battaglia portata avanti dal Comitato Ferrovia Milano-Mortara per la protezione dal rumore della linea S9 

la questione della ristrutturazione del Istituto Tecnico Feltrinelli

il problema del SeRT di via Boifava, che svolge una funzione utile ma nel luogo sbagliato;   

la battaglia condotta insieme al Comitato Missaglia-Abbiategrasso contro il mega parcheggio di interscambio di Piazza Abbiategrasso   

la battaglia condotta insieme ai Comitati contro il mega parcheggio sotto la Darsena;  

la battaglia condotta insieme al Comitato Baravalle per salvare il Parco Baravalle e per valorizzarlo;   

la battaglia contro l'elettrosmog condotta insieme a vari Comitati di genitori, in particolare ricordo quella vinta contro l'antenna sulla piscina comunale Sant'Abbondio e quella contro l'antenna Tim di C.so San Gottardo;   

la scuola con tutte le battaglie di vario genere: sia per chiedere strutture adeguate sia con battaglie di principio;

 

A queste grandi battaglie si aggiungono poi quelle che mi hanno caratterizzato in questi anni e che continuerò a portare avanti:

combattere il fenomeno delle discariche abusive e delle auto abbandonate

valorizzare i parchi e i giardini esistenti nella nostra zona attraverso una riqualificazione degli spazi gioco per i bambini, le aree cani (gestite con maggiore cura), la richiesta di impianti di irrigazione automatica in tutti i giardini pubblici della Zona 5 e una valorizzazione del verde; 

risanare le aree problematiche dove avvengono fenomeni di spaccio e/o prostituzione, come ad esempio (uno dei tanti possibili) quella di piazza Trento;

garantire la qualità della vita nei quartieri residenziali (ed esempio il Q.re Cascina Caimenra, il Q.re Pompeo Leoni dell'area ex OM, Q.re Boeri, ecc.)

Gandolfi sostenere i Diritti degli Animali e si impegna affinchè il Consiglio riconosca la Dichiarazione dei Diritti Universali degli Animali (proclamata a Bruxelles, dalla Lida, nel 1978) e aderisce e sostiene il movimanto "Animali come noi"

 

Di problemi da risolvere ce ne sono tanti altri e nessuno - tantomeno io - ha la bacchetta magica. Se qualcuna delle questioni non appare in questo elenco non vuole dire che non sia di mio interesse per la Zona, ma semplicemente che non è possibile fare un elenco esaustivo. Saranno in ogni caso problemi di cui sarò ben lieto di occuparmi per cercare di rendermi utile alla collettività in generale e ai cittadini.

Per quanto mi riguarda ci metterò serietà e impegno, come ho fatto in tutti questi anni, e naturalmente la disponibilità a farmi portavoce nella sede istituzionale di tutte quelle problematiche (grandi e piccole) che i cittadini e le realtà del territorio mi vorranno segnalare. 

 

N.B.: su tutte queste battaglie politiche ho presentato in C.d.Z. 5 come primo firmatario ed estensore tutta una serie di istanze, interrogazioni e mozioni e ho scritto una serie di articoli sui giornali di zona.

 

Segnala qui i problemi del tuo quartiere

Comunica in diretta con Luca Gandolfi su MSN o Yahoo Messenger