newsletter_sulla_zona5_v1800_i.jpg

Resoconto del Consiglio di Zona 5

BeN-C400D_20061101_00295-480.JPG (55367 byte)

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

www.lucagandolfi.it

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 straordinario sull'avanzamento lavori del Contratto di Quartiere II° del Gratosoglio del 13 luglio 2009 

   

 

 

ai sensi dell’art. 7 comma 4 del Regolamento del Decentramento Territoriale,

il Consiglio di Zona 5

è convocato in seduta straordinaria e monotematica  

 

 

ORDINE DEL GIORNO

 

 

1 - Stato avanzamento lavori Contratto di Quartiere II° al Gratosoglio:

 

 

 

Lo svolgimento del Consiglio sarà:

-      Interventi dei cittadini

-      Interventi dei tecnici ALER, Comune, Laboratorio di Quartiere

-      Dibattito consigliare

 

 

 

 

 

INTERVENTI DEI CITTADINI:

 

Sig. Sovilla:

abita al Gratosoglio. La situazione dei lavori del CQ2 è pesante. Manda all’ALER tutta le documentazione ma non ottiene nulla. Gli unici a rispondere sono quelli del Laboratorio di Quartiere. Legge comunicazione di ing. Scarpa su tende veneziane di colore blu, quando il 95% usa tende veneziane di colori diversi, come era previsto da sempre.

I lavori eseguiti fin qui non sono soddisfacenti. Consegna una relazione dettagliata ma sintetica sui lavori svolti fin qui.

Nonostante le segnalazioni su aree degradate ALER non fa nulla. Nonostante la sostituzione di alcuni responsabili ALER, nulla è cambiato.

Ci sono dormitori nelle cantine, documentati con foto. ALER ha risposto che non è vero.

 

Sig. Casati:

è qui per conto del padre. Chiede se edifici dal 50 al 56 avranno interventi, quando inizierà e quanto durerà.

ALER ha mandato richiesta di adeguamento impianti alla legge agli inquilini, ma sarebbe opportuno che prima ALER facesse i lavori dei pannelli sulle facciate.

Sulle parabole appese ovunque, forse sarebbe opportuno proporre delle antenne satellitari centralizzate.

I condizionatori sono spesso appoggiati sul bordo dei balconi o sui balconi: quando dovremo spostarli per consentire i lavori di ALER?

La situazione delle strade e davanti alle scale è disastrosa e può comportare rischi per i pedoni e soprattutto per gli anziani.

In molti punti mancano marciapiedi.

 

 

orario di convocazione: 18.30

inizio formale effettivo alle ore: 19.05

 

 

 

Appello: 23 presenti: 6 su 16 del centrosinistra / 17 su 25 del centrodestra

[altri consiglieri arrivano poi nel corso della serata]

 

 

Presidente del C.d.Z. 5:

presenta i tecnici presenti.

 

 

 

 

 

INTERVENTI DEI TECNICI:

 

Ing. Scarpa – Responsabile lavori ALER Milano:

sull’avanzamento lavori gli appalti sono stati suddivisi in tre lotti. Quello chiesto dal Sig. Sovilla e il Lotto 2 che risulta al 70% delle opere edili, mentre mancano le opere impiantistiche.

Il Lotto 1 siamo sul 60-70%, mentre il Lotto 3 siamo al 30% e siamo in ritardo sui lavori, ma stanno cercando di fare pressione sulle imprese perché aumentino le squadre e recuperare i ritardi. Fino ad oggi il ritardo non è stato recuperato. Settimana scorsa ha convocato il consorzio di Torino vincitore che ha assegnato i lavori a una impresa di Cinisello Balsamo. Ha chiesto di assegnare i lavori a una seconda impresa per raddoppiare le squadre di lavoro e cercare di recuperare il ritardo del 30%.

Sulle opere ci sono delle carenze esecutive. Le ha sotto controllo e le farà sistemare. Le anomalie segnalate dai cittadini alla fine verranno tutte risolte.

La facciata ventilata è studiata in laboratorio. Ha spessore da 11 a 13 cm. Spiega i vari strati previsti.

La gestione delle aree di cantiere è dettata dall’ALER alle imprese in relazione alle norme di sicurezza. Lo spazio viene assegnato. Verificherà lo spazio se effettivamente è eccessivo quello occupato.

Le strade interne sono oggetto di appalto e sarà l’ultima cosa che verrà fatta.

C’è in progetto di mettere delle antenne centralizzate per il satellitare, ma saranno antenne standard, non si vedranno tutti i canali.

I boiler turbo non sono più ammessi. Chi lo ha dovrà toglierli e sostituirli. I condizionatori verranno sistemati mentre faranno i balconi.

Gli edifici di cui chiedeva è del Lotto 3, quello che ha dei ritardi. È l’edificio numero 35, si arriverà a iniziare a Natale e finire ai primi del 2010. Di solito ci vogliono circa 4 mesi per fare la facciata.

Il consorzio ha garantito il sostegno economico all’impresa che ha ripreso i lavori. Ora dovrebbero affiancare una seconda impresa per cercare di recuperare una parte del ritardo.

Si parla di appalti grossi di 10 milioni di euro. Spiega alcuni dei ritardi avvenuti nel dettaglio.

L’impresa di Cinisello è specializzata in impiantistica e non proprio nel settore edile, poi ha avuto crisi di liquidità economica.

Sul colore delle tende, ALER ha fatto un piano del coloro per tutto il quartiere.

[cittadina: abbiamo installato le tende oggi alle 14.00 secondo le vecchie indicazioni. Ha ricevuto l’avviso oggi alle 17.00 sul nuovo colore.]

  

 

 

 

 

DIBATTITO:

 

Brusatori (PS):

tutte le imprese sono in difficoltà economiche, non ci sono ragioni per questi ritardi.

Contesta le cifre di acquisto materiale e di personale rispetto alle disponibilità economiche.

L’ALER compra sempre a prezzi superiori a quelli di mercato.

Non si riesce a capire quanto costano le opere del CQ2 e chi è il responsabile degli acquisti.

Il Laboratorio di Quartiere dovrebbe avere cumuli di proteste dei cittadini: che fine hanno fatto?

Chi prende le decisioni operative? Le strade sono piene di buche e sono a rischio i pedoni. Chi ha deciso di farlo come ultimo interveto? Che fine ha fatto il CQ2 partecipato? Chi ha deciso di fare le inferiate alle finestre più alte rispetto alla normativa, spendendo molto di più. Chiede di poter vedere gli atti decisionali.

 

Gambuto (FI):

contento di avere qui i responsabili ALER. Vede poco pubblico questa sera, ma è convinto che i problemi ci sono. Le spese ci sono ma ci sono anche degli abusivi.

 

Gandolfi (IdV):

sarò breve perché molto hanno già detto i colleghi consiglieri che hanno sottolineato delle incongruenze e i cittadini che hanno posto delle domande molto precise. L’ing. Scarpa ha risposto a molte delle domande che gli sono state poste, ma ci sono due questioni che mi stanno a cuore e sulle quali vorrei tornare perché non ho trovato soddisfacenti le risposte che ho sentito.

La prima questione riguarda le strade interne del quartiere Gratosoglio che in alcuni casi sono in condizioni davvero pietose e sulle quali l’ing. Scarpa ha spiegato che verranno sistemate come ultimo intervento. In una situazione di normalità questa sarebbe una scelta logica e di buon senso, ma in una situazione come quella presente in alcune vie o parcheggi del quartiere Gratosoglio non è possibile attendere fino alla fine di tutti i lavori del Contratto di Quartiere. In alcune aree di parcheggio e in alcuni marciapiedi ci sono le radici talmente ingobbite che sono quasi invalicabili con le auto, figuriamoci i rischi che comportano per i pedoni, non solo quelli  anziani, anche perché molte di queste aree parcheggio sono scarsamente illuminate ed è quindi facile per chiunque inciampare e cadere. Non stiamo parlando di semplici disagi, ma di veri e propri rischi di farsi male. Queste situazioni di pericolo non sono rinviabili, vanno sistemate subito.

La seconda questione riguarda la gestione dei cantieri. Non ho presente quale sia il cantiere che secondo il cittadino si stia allargando più del dovuto, ma sono invece a conoscenza della scarsa osservanza delle più elementari norme di sicurezza nei cantieri del CQ2 Gratosoglio, ma anche del PRU Stadera. È assai raro vedere qualcuno che indossi un caschetto, nessuna imbragatura, nessun particolare indumento che corrisponda a quello previsto dalle norme sulla sicurezza nei cantieri. Credo che l’ALER debba fare maggiori controlli su questo aspetto, anche perché in caso di incidente sul lavoro ne è responsabile. Chiedo quindi all’ALER maggiori controlli sulla sicurezza nei cantieri.

 

Muzzana (PD):

ha documento relativo alla casa per le giovani coppie e chiede a che punto è? In quel documento si denuncia la carenza di aree a verde. Ne legge alcuni pezzi e la conclusione che dice che l’ubicazione è inadeguata.

Sulle aree verdi e le strade interne è in corso da mesi la cessione al Comune, quindi ci penserà al Comune.

 

Sarina (LN):

torna sulle stradine. Vero che da un punto di vista logico le stradine siano l’ultima cosa da fare, ma oggettivamente viste le condizioni del quartiere diventa difficile pensare di dover attendere ancora degli anni. Chiede che si rivedano le tempistiche di intervento sulle stradine del quartiere per anticiparlo.

Una parte del CQ Gratosoglio riguardava inizialmente la Sicurezza, ora è stata accantonata e andrebbe ripresa.

 

Bramati (FI):

chiede interventi per quanto riguarda la parte sociale del quartiere. Nel piano presentato inizialmente ce n’era una parte importante. Anche le aree verdi vanno risistemate. Si associa alle richieste già fatte circa il rivedere le tempistiche dei lavori per anticipare quelli sulle parti comuni. Il Patto Sociale sulla Sicurezza è fermo e va ripreso.

 

 

 

 

 

REPLICHE DEI TECNICI:

 

Ing. Scarpa – Responsabile lavori ALER Milano:

le scelte sono progettuali fatte dall’area tecnica dell’ALER e deliberate dall’ALER con atti ufficiali e pubblici. Sono scelte ponderate.

La logica del crono programma è stabilita insieme alle imprese.

Sull’asfalto è logico farlo alla fine. Ci passano dei camion che romperebbero l’asfalto prima della fine.

[contestazioni del consigliere Brusatori]

Sulla cessione delle strade è stata già fatta, ma c’è accordo con il Comune che le prenderà dopo che ALER avrà sistemato le aree verdi.

L’illuminazione pubblica non la può fare ALER, la dovrà fare dopo il Comune.

Stanno progettando la sistemazione di una parte di via Baroni. Hanno un budget, non possono sistemare tutto.

La gestione della sicurezza dei cantieri, l’anno scorso un cantiere è stato posto sotto osservazione dalla PL per un mese intero e non hanno verbalizzato nulla. Questo non vuol dire che tutto avvenga in piena sicurezza. Anche a lui è capitato di vedere che alcuni non lavorano in piena sicurezza. Non ci sono stati però incidenti.

[interrotto dai cittadini che elencano alcuni incidenti avvenuti, alcuni anche filmati]

I lavori alla casa delle giovani coppie inizieranno in autunno.

La cessione delle aree del quartiere al Comune diventerà operativo dopo la fine del CQ 2 Gratosoglio.

 

 

Dott. Bortolussi – Laboratorio di Quartiere:

dove finiscono le segnalazioni? Il loro compito è proprio quello di raccogliere le varie segnalazioni dei cittadini. Le segnalazioni vengo registrate e ogni due mesi vengono girate al Comune di Milano. Molti vogliono sapere solo informazioni su problemi specifici e su quando iniziano i lavori e sulla qualità degli interventi. Loro fanno molte segnalazioni che girano ad ALER e al Comune. Riscontrano però difficoltà a poter dare delle risposte alle domande.

 

 

Arch. Di Girolamo – Servizio Contratti di Quartiere del Comune di Milano:

ha ascoltato e cercato di capire. Ha segnato tutte le critiche e i suggerimenti.

Sicuramente segnalerà l’esigenza di rappezzi sull’asfalto in alcune aree specifiche. Si impegna a fare delle verifiche insieme al Laboratorio di Quartiere.

Felice che alcuni abbiano detto che hanno instaurato un rapporto col Laboratorio che è un investimento fatto dal Comune di Milano. Le risposte del Laboratorio è come se fossero risposte del Comune di Milano.

Sulla gestione di tutto il CQ 2, la Regione e il Ministero ci hanno chiesto lo stato di attuazione di tutti i CQ 2 in atto a Milano. Si sono riuniti poi a Roma e hanno confermato i finanziamenti iniziali. La Regione aveva bloccato i finanziamenti nel 2007. Ora i vari finanziamenti sono stati confermati. Al di là dei problemi avuti in singoli cantieri hanno avuto il riconoscimento del buon lavoro complessivo.

Il Comitato paritetico ha riconosciuto alcuni ritardi nei crono programmi, ma tali ritardi vanno recuperati.

Confermata la proposta progettuale dell’attenzione al sociale. ALER ha attivato l’appalto per la casa delle associazioni.

Sul colore delle tende come Comune sta discutendo con ALER.

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 20.05 circa, essendo esauriti i punti all’ordine del giorno, dichiara chiuso il C.d.Z. 5. Disponibile ad altro appuntamento in futuro per fare il punto sulla situazione.

 

 

-----------------------------------

 

N.B.: qui di seguito riporto la corrispondenza delle sigle abbreviate con il corrispondente partito:

 

FI – Forza Italia

AN – Alleanza Nazionale

UDC – Unione Democratica Cristiana

LN – Lega Nord  

D - Gruppo misto "Destra"

PD – Partito Democratico  

SD - Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo

PRC – Rifondazione Comunista

V – Verdi

PS – Partito Socialista

IdV – Di Pietro Italia dei Valori

 

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail