NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

www.lucagandolfi.it

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 25 settembre 2008 

 

orario di convocazione: 18.30

inizio formale effettivo alle ore: 18.44

 

 

INTERVENTI DEI CITTADINI:

 

Sig.ra E. Prigioni – su anziana investita all’incrocio tra viale Cermenate e via Isimbardi:

legge una lettera sulla questione del pericolo per i pedoni e sulla vicenda dell’anziana morta investita all’incrocio Cermenate-Isimbardi perché non erano state rifatte per tempo le strisce pedonali. Chiede un semaforo pedonale a quell’incrocio perché è comunque troppo pericoloso, o altra misura per garantire la sicurezza dei pedoni e ridurre la velocità delle auto.

 

Sig.ra Luisa Zacchetti – su bambina investita in via dei Missaglia:

è una mamma della scuola di via dei Bognetti e una compagna di classe della figlia è la bambina morta investita da un motociclista su via dei Missaglia. Legge una lettera per ricordare la bambina scomparsa e quanto accaduto. Chiede che il C.d.Z. 5 intervenga per garantire maggiore sicurezza.

 

 

 

Appello: 24 presenti: 11 su 16 del centrosinistra / 13 su 25 del centrodestra

[altri consiglieri arrivano poi nel corso della serata]

 

 

Il Presidente del C.d.Z. 5 nomina gli scrutatori:

Baroncini (FI), Mondi (FI), Garufi (PRC)

 

 

 

 

 

1 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): il Presidente del C.d.Z. 5 illustra il punto.

Vengono tacitamente approvati i Verbali:

n° 68 del 26.06.2008

n° 69 del 10.07.2008

Si astengono i seguenti consiglieri: Gandolfi, Muzzana, Garufi

 

 

 

 

 

2 - Comunicazioni dei Consiglieri:

[Mozioni e interrogazioni da parte dei Consiglieri di Zona ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento sul Decentramento e degli articoli 11, 12, 13 del Regolamento Interno]:

 

 

Gandolfi (IdV):

verbalmente, con riferimento all’intervento della prima cittadina ricorda che aveva presentato tre ISTANZE sui passaggi pedonali sbiaditi e dopo un anno in cui il Comune non aveva fatto nulla ha dovuto presentare un sollecito. Ironia della sorte sono state rifatte in via Meda angolo Cermenate proprio una settimana prima della tragedia. Gravi responsabilità del Comune su quella che dovrebbe essere la normale amministrazione per quanto concerne la sicurezza dei pedoni.

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Richiesta di informazioni sui ritardi nella fine dei lavori di bonifica dall’amianto per la Scuola Sandro Pertini di via Boifava 52. Denuncia di degrado della ex Scuola di piazza Abbiategrasso

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Richiesta di provvedimenti urgenti rivolti alla rimozione di una copertura in amianto segnalata in via Campazzino 12

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Via Brioschi 39: lavori iniziati d’urgenza sul marciapiede a metà agosto e mai terminati. Richiesta di intervento

informa che sono pervenute delle RISPOSTE ad alcune sue precedenti ISTANZE:

- è arrivata tramite e-mail in data 19.09.2008 la RISPOSTA del Polizia Locale con data 19.09.2008 relativa all’ISTANZA con oggetto “Via Verro: continuo passaggio di camion diretti a discarica di via Belcasule” (P.G. 521723/2008 del 27/06/2008). Legge la risposta.

 

 

Berdot (SD):

- presenta una INTERROGAZIONE avente per oggetto “Orti Chiesa Rossa: necessaria bonifica

 

Brusatori (PS):

- presenta una MOZIONE avente per oggetto “Tre funzionari ALER rimossi dai loro incarichi

- presenta una MOZIONE avente per oggetto “Su case per studenti anche per giovani coppie e altri

Su risposte a sue interrogazioni mai ricevute da lui ma mandate ad altri.

Chiede minuto di silenzio per bersaglieri morti a Porta Pia.

 

Angiulli (PS):

- presenta una MOZIONE avente per oggetto “Su Comitato di Controllo su CQ2 Gratosoglio: chiede partecipazione dei consiglieri di zona che vivono nel quartiere

L’altra notte altro incidente in via dei Missaglia con dei morti.

 

Gambuto (FI):

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Ringrazia Assessore per inizio lavori giardinetti Don Rodrigo

 

Muzzana (PD):

- presenta una INTERROGAZIONE avente per oggetto “Via dei Missaglia

 

Bramati (FI):

comunica convocazione tavolo territoriale delle scuole con dibattito su Legge 285; tornei scolastici sportivi; individuazione di temi comuni.

 

Decensi (PD):

- presenta una INTERROGAZIONE avente per oggetto “Sollecito per informazioni sulla passerella ciclopedonale di via dei Missaglia

 

 

 

 

 

 

3 - Comunicazioni del Presidente:

1)    elenca eventi a cui ha partecipato;

[problemi tecnici m hanno impedito di prendere nota di quanto detto dal Presidente]

 

 

 

 

PROPOSTE DELLE COMMISSIONI CONGIUNTE: SPORT E TEMPO LIBERO - EDUCAZIONE, SERVIZI SOCIALI ED ASSISTENZA 

 

4 - Patrocinio della Giornata Paralimpica Nazionale organizzata dal CIP presso la SGM Forza & Coraggio – immediata eseguibilità: il Presidente della Commissione, Beghi (UDC), illustra il punto.

Stanziata una spesa massima di 2.300,00 euro IVA compresa di fondi MAAP

-      1.150 euro a carico della Commissione Educazione

-      1.150 euro a carico della Commissione Sport

La Commissione in data 23.09.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

è una di quelle iniziative che non sono di destra o sinistra, ma vedono tutti uniti in un nobile scopo, fare finalmente qualcosa di utile e anche educativo. Educativo perché avvicina e mette in relazione i cosiddetti normodotati con i diversamente abili e questi ultimi sono stati in grado, a mio modo di vedere, di far comprendere il vero spirito con cui si dovrebbe fare sport.

Evento a cui ho assistito l’anno scorso e posso confermare che vi è stata una grossa partecipazione di pubblico.

Il mio gruppo voterà a favore e si rammarica che si investano così pochi fondi per una iniziativa come questa che meriterebbe maggiore attenzione.

 

Angiulli (PS):

parliamo di iniziative altamente sociali e meritevoli. In Commissione aveva chiesto di avere maggiore attenzione a iniziative come queste. Voteremo a favore. Il C.d.Z. 5 è l’unico che quest’anno contribuisce a questa manifestazione.

 

Brusatori (PS):

diversamente abili non vuol dire nulla. Questa iniziativa è educativa: combatte il messaggio televisivo dominante che bisogna essere bellissimi; far vedere come ci si può conciare dopo un incidente stradale; meglio dare i soldi a questi eventi ad eventi strapagati e meno meritevoli.

 

Lombardelli (PD):

la differenza tra diversamente abili e normodotati non ha senso. Vanno trattati tutti in modo uguale. L’iniziativa e valida e merita il contributo che diamo. Auspica per il futuro un maggior contributo per iniziative valide come queste.

 

Bramati (FI) Pres. Comm. Educazione (replica):

Si conferma il tentativo di valutare nel merito le iniziative. Poco o tanto il contributo? Quello che ci hanno chiesto abbiamo dato. Sulla programmazione prende atto che non è condivisa, ma una programmazione c’è.

 

Beghi (UDC) Pres. Comm. Sport (replica):

È stata colta la metodologia di trattare con pari dignità l’iniziativa. Gli spettatori saranno normodotati che assisteranno all’evento. La Forza e Coraggio da gratuitamente l’uso della sua struttura per questo evento.

 

 

Si vota:

31  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, PS, V, IdV

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE EDUCAZIONE, SERVIZI SOCIALI ED ASSISTENZA 

 

5 - Programmazione 4° trimestre 2008 – immediata eseguibilità: il Presidente della Commissione, Bramati (FI), illustra il punto.

-      Patrocinio gratuito all’Associazione Famiglia Insieme per ciclo di incontri “Scuola di genitori …”

-      Progetto "Il Teatro a scuola" - Ist. Comprensivo Thouar e Gonzaga: Laboratorio teatrale sui colori. Coinvolte 4 classi delle scuole di via Brunacci e Gentilino (le prime e le seconde) per 80 alunni, 900 euro + IVA per 10 incontri per ogni classe. 10 incontri tra ottobre e dicembre 2008. Costo complessivo 3.600 euro + IVA al 20%

Stanziata una spesa massima di 4.320,00 euro IVA compresa di fondi MAAP

La Commissione in data 22.09.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

in Commissione abbiamo fatto due votazioni separate con esiti per altro diversi tra loro, una all’unanimità, mentre quella sul patrocinio gratuito ha visto un parere contrario di PRC, mi pare giusto che anche qui si proceda con la votazione per punti separati, ma lascio che a chiederla sia chi era in dissenso.

Per quanto riguarda il mio gruppo non vi è alcun problema visto che in entrambe i casi voteremo a favore.

Per quanto riguarda il patrocinio gratuito voteremo a favore perché il mio partito, essendo democratico e pluralista, non discrimina in base al luogo dove si svolgono gli eventi, come fa il Presidente della Commissione Cultura quando ci sono iniziative dell’ARCI.

Per quanto concerne l’iniziativa “Il teatro a scuola” voteremo a favore perché ci pare un’ottima iniziativa che risponde alle esigenze nate dalle scuole in cui viene realizzata.

Come dicevo in commissione, sarebbe utile a fine anno fare una valutazione dei costi e benefici delle varie iniziative realizzate in modo da valutare su quali valga magari la pena investire di più l’anno successivo, magari allargando anche il bacino di utenza.

 

Brusatori (PS):

ha impressione che alcuni insegnati si fanno il loro progettino, prendono i contributi dalle istituzioni e sono contente. Dicendo poi che non possono replicare in altre scuole il progetto. Lui non accetta questa visione. Vediamo se anche in altre scuole può essere utile il progetto.

 

Garufi (PRC):

chiede la votazione per punti separati.

Ok a iniziativa che eroga fondi.

Conserva il parere negativo e si asterrà sul patrocinio per una manifestazione su educazione privata in strutture pubbliche. No a esperienze di stato etico o religioso.

 

Decensi (PD):

favorevole a entrambe le iniziative. Vero che le Commissioni hanno una loro programmazione, ma chiede di ascoltare anche l’opposizione. Se non si ascolta l’opposizione è una scelta, ma una scelta che non condivide. Chiede maggiore condivisione. Passano rapide alcune iniziative mentre altre devono attendere mesi. A inizio legislatura condivideva di più i suggerimenti dell’opposizione. Si augura maggiore condivisione sulla progettualità.

 

Angiulli (PS):

dopo intervento di Brusatori in Commissione abbiamo fatto dichiarazione che come gruppo voteremo a favore. È un laico e vuole garantire a tutti di esprimere il proprio parere, in qualsiasi luogo le si facciano. Dobbiamo essere garanti di tutti. Spera lo sia anche la maggioranza che ha i numeri per decidere.

 

Bramati (FI) Pres. Comm. (replica):

non ricorda che l’insegnante abbia detto che non è disposta a replicare altrove, ma solo che il progetto risponde a esigenze specifiche di quella scuola e da lì è nato il progetto.

Sulla programmazione ritiene che l’inversione di tendenza sulla condivisione ci sia stata da parte di altri e non da lui. Lui ascolta sempre le proposte che giungono e le valuta nel contenuto. Disposto a condivisione totale sulla programmazione. Come ha fatto per il tema sulla povertà dove ha chiesto di lavorare insieme.

Se il problema è che gli incontri si svolgono all’interno di una parrocchia non gli pare che centri con lo stato etico. Tutti gli interventi sul tema educativo e della famiglia crede sia giusto sostenerli con un patrocino gratuito e la stampa del materiale. Nulla toglie allo stato etico o alla laicità dello Stato.

 

 

Si vota punto 1 patrocinio gratuito all’Associazione Famiglia Insieme:

31  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, PS, V, IdV

0  Contrari: 

2  Astenuti:  SD, PRC

APPROVATA

 

 

Si vota punto 2 progetto "Il Teatro a scuola":

33  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, PS, V, IdV

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

Si vota la delibera nel suo insieme:

32  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, PS, V, IdV

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

 

 

 

6 - Concessione gratuità locali scolastici – immediata eseguibilità: il Presidente della Commissione, Bramati (FI), illustra il punto.

La Commissione in data 22.09.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

 

 

Si vota:

31  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, PS, V, IdV

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLE COMMISSIONI CONGIUNTE: SANITÁ E ANZIANI - CULTURA MANIFESTAZIONI ED IDENTITÁ – P.M.Z.

 

7 - Manifestazione “Armonie d’Autunno in Zona 5” presso CAM Zonali: il Presidente della Commissione, Bove (FI), illustra il punto.

Tre eventi culturali organizzati dall’Associazione Milano D’Oc presso i CAM Gratosoglio, Stadera, Tibaldi.

Stanziata una spesa massima di 8.520,00 euro IVA compresa di fondi MAAP

-      3.500 euro a carico della Commissione Sanità

-      1.000 euro a carico della Commissione Cultura

-      0 euro a carico della Commissione P.M.Z.

-      4.020 euro a carico della Presidenza

La Commissione in data 19.09.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

nulla da eccepire nel merito dell’iniziativa che dalle esperienze già fatte riscuote un notevole gradimento da parte del pubblico, sempre numeroso.

Qualche rilievo mi preme invece farlo sulla modalità con cui il Presidente della Commissione Cultura conduce la Commissione, in particolare il fatto che si rifiuta di fornire in sede di Commissione elementi essenziali alla completa istruzione di quanto poi andiamo a deliberare in Consiglio. Mi riferisco al fatto che si rifiuta di rispondere al fatto se si intendono usare fondi MAAP o contributi e la ripartizione tra le varie Commissioni.

Ringrazio invece il Presidente della Commissione Sanità e Anziani che nonostante le ritrosie del suo collega si è sempre resa disponibile a chiarire quanto la sua Commissione intende erogare e il tipo di fondi che utilizzerà.

Se il Presidente della Commissione Cultura continuerà in questa modalità di comportamento, rende di fatto impossibile la partecipazione alla votazione nella sua Commissione, per questa sola ragione mi ero astenuto in Commissione.

Ora in delibera vi sono tutti gli elementi necessari e posso quindi mutare il parere in favorevole, ma stigmatizzando il comportamento indisponente del Presidente della Commissione Cultura.

 

Berdot (SD):

si rammarica che non vengano fatte in tutti i CAM della Zona, magari in quello del Gratosoglio. Invita a ripensare meglio la ripartizione dei fondi per il prossimo anno. Alcune non riescono a lavorare da sole con i pochi fondi che hanno e devono fare le iniziative in modo congiunto.

 

Presidente C.d.Z. 5:

ha già letto una risposta su questo tema. Noi non spendiamo più di altri. Le congiunte sono un risparmio rispetto a convocazione delle singole Commissioni. Le congiunte servono perché le iniziative sono congiunte nei contenuti. L’unica è la PMZ che non ha fondi.

 

Brusatori (PS):

il problema non sono i giochini vari per trovare i soldi, ma l’atteggiamento di alcuni Presidenti di Commissione. Su alcune cose c’è una divergenza politica. Ci da fastidio che alcune iniziative si facciano su alcuni CAM ma non sugli altri. Queste sono cose che ripetiamo ma su cui non veniamo ascoltati. Nei CAM ci sono gli anziani meno bisognosi del territorio.

 

Garufi (PRC):

sorpreso che la maggioranza dica all’opposizione di non collaborare, ma noi siamo opposizione e svolgiamo il nostro ruolo. Collaboriamo quando lo riteniamo giusto. Manca una vera programmazione quando si riuniscono quattro commissioni in modo congiunto.

 

Lombardelli (PD):

si asterrà perché ritiene che alcune osservazioni fatte siano veritiere. C’è un CAM che non viene tenuto in conto, quello di via Verro. Non si fanno mai iniziative in quel CAM che va valorizzato. Se manca partecipazione è perché non si fa mai nulla in quel CAM. No a discriminare un CAM rispetto agli altri. Alcuni corsi al Verro hanno una buona partecipazione. Perché non fare anche iniziative culturali al CAM Verro?

 

Bove (FI) Pres. Comm. (replica):

dice di essere paziente. Se i CAM coinvolti sono solo tre è perché sono tre le iniziative e quindi abbiamo dovuto sceglierne tre. I fondi sono del C.d.Z. 5 per questo lui non risponde alle domande sui fondi che utilizza.

 

D’Ambrosio (FI) Pres. Comm. (replica):

Lei non ha mai fatto una congiunta a quattro. Nei lavori delle congiunte si sono prodotti risultati di gradimento sul territorio. Il CAM Gratosoglio si presta, ma ci sono dei problemi di acustica rilevato dagli artisti. Sul CAM Verro ci ragioniamo per il futuro.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Gandolfi (IdV):

padronissimo il Presidente della Commissione Cultura nel proseguire con la sua filosofia, che non condivido ma che rispetto come rispetto le opinioni diverse dalla mia. Prenda però atto che la riterrò non votabile in Commissione perché incompleta e voterò solo al Consiglio dove avrò tutte le informazioni necessarie.

Confermo il voto favorevole qui in Consiglio questa sera, condividendo i contenuti dell’iniziativa in oggetto.

 

Lombardelli (PD):

non è soddisfatto dalle risposte dei Presidenti e voterà contro.

 

Berdot (SD):

deve prevalere la valenza sociale e quindi il CAM Gratosoglio va benissimo. Si asterrà.

 

Si vota:

25  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, IdV, V, Pavoni Decensi (PD)

1  Contrari:  Lombardelli (PD)

7  Astenuti:  PS, SD, PRC, Muzzana Devoto Fumagalli (PD)

APPROVATA

 

  

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE CULTURA MANIFESTAZIONI ED IDENTITÁ

 

8 - Patrocinio Teatro Cinque – immediata eseguibilità: il Presidente della Commissione, Bove (FI), illustra il punto.

La Commissione in data 19.09.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Si vota:

30  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, PS, V, IdV

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

  

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE COMMERCIO, ARTIGIANATO, SICUREZZA

 

9 - Herzembergher Katia - richiesta parere per l’installazione e l’esercizio nell’area sita in via L. Basso dell’attrazione dello spettacolo viaggiante denominata: Tappeti Elastici e Miniautopista per il periodo dal 13/10/08 al 14/12/08 comprensivo di proroga, montaggio e smontaggio delle strutture: il Presidente della Commissione, Sarina (LN), illustra il punto.

La Commissione in data 04.09.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Angiulli (PS):

controlliamo meglio la sicurezza. Vota a favore.

 

 

Si vota:

29  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE DECENTRAMENTO

 

10 - Mozione Commissione sul nuovo Regolamento: il Presidente della Commissione, Zucco (FI), illustra il punto. Questa è la prima mozione della Commissione che non ha un voto unanime, ma anzi con u voto contrario e una astensione. Auspica una maggiore condivisione.

La Commissione in data 31.07.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

non è cambiato l’atteggiamento del mio gruppo.

su un tema così importante la Commissione è stata riunita il 31 luglio, seduta andata deserta. Riunita ancora il 4 settembre in cui erano presenti solo 8 consiglieri. A nessuno dei membri di commissione è stato fatto pervenire la bozza del testo da discutere in Commissione. Credo che su un argomento come questo vi debba essere una maggiore condivisione possibile, pertanto chiedo che la mozione venga riportato in Commissione. Apprendo poi stasera che ci sono delle ulteriori modifiche del Presidente di Commissione.

 

Presidente C.d.Z. 5:

non facciamo bella figura dicendo che i consiglieri fossero in vacanza in entrambe le date.

 

Brusatori (PS):

il 31 c’era ma non è venuto per protesta. Il 4 c’era ma erano in quattro gatti. La Decentramento è la Commissione che dovrebbe costruire in modo ampiamente condiviso i documenti. Il documento è stato fatto da una riunione dei Presidenti dei C.d.Z. che hanno prodotto un testo discutibile. Un documento come questo doveva essere ampiamente condiviso e invece viene buttato lì come se fosse un foglietto insignificante. Fa ridere anche nei contenuti. Se questa è la condivisione che intendete voi della maggioranza, non vi possiamo appoggiare. Non ci avete neppure dato la bozza del documento.

 

Decensi (PD):

non può votare un documento che nasce da una bozza che non ha mai avuto, ed è membro di Commissione. In assenza di una bozza consegnata in tempo utile non può condividere il documento. non sappiamo quale sia il Regolamento vigente.

 

Presidente C.d.Z. 5:

è vigente il Regolamento Lucchini.

 

Garufi (PRC):

non era presente il 31, ma non è neanche membro della Commissione. Non è arrivata nessuna proposta dalla Giunta di Milano sul Decentramento. Questo la dice lunga sulla volontà dell’amministrazione centrale. Noi vogliamo un Decentramento vero. È compito anche vostro pungolare il centro. Il metodo non lo condivide anche se vi sono degli spunti condivisibili. Non vuole fare la foglia di fico.

 

Scuglia (AN):

assistiamo ad atteggiamento negativo dell’opposizione. Loda Zucco che porta avanti un documento importante. Si stupisce perché quando noi aspettiamo input dal comune ci accusate di attendismo. Ora ci dite che dobbiamo attendere che sia il centro a fare i primi passi. Non capisce questo atteggiamento distruttivo dell’opposizione.

 

Fumagalli (PD):

non è che non vogliamo collaborare, anzi su questo argomento abbiamo sempre cercato di costruire assieme le mozioni sul decentramento. Lui non ha mai avuto la bozza di questa mozione. Dovete darci gli elementi utili per dare il nostro contributo costruttivo. I Presidenti di Zona si sono riuniti e hanno fatto dei rilievi ad aprile, ce li sottoponete a fine luglio e poi a settembre, sette mesi dopo. A settembre lui c’era in Commissione. Condivide alcuni punti, ma non si dice nulla sul tema del bilancio delle zone. Il punto più importante manca e non avete accolto la proposta dell’opposizione. Dobbiamo avere un bilancio zonale, altrimenti le deleghe sulla carta non servono a nulla. È mozione di asservimento al potere centrale.

 

Zolla (AN):

l’opposizione quando gli pare strumentalizza le proposte. In questo documento si chiedono cose concrete, competenze dirette alle zone su molti temi. Forse non l’avete letta.  Se queste competenze che non sono la soluzione finale, ma solo un inizio delle richieste da fare al centro.

 

Bove (FI):

condivide il pensiero di Zolla. Si congratula con Zucco e con il lavoro che ha fatto.

 

Angiulli (PS):

abbiamo fatto rilevare che c’erano due passaggi che abbiamo chiesto di togliere e sono stati tolti. Va bene. Ma fin dall’inizio a sollevato aspetto politico e chiedeva che fosse affidata ad interim al Presidente del C.d.Z. 5. La questione economica legata al bilancio della zona è fondamentale per realizzare le cose. Chiede che il documento torni in Commissione.

 

Sarina (LN):

vuole rimanere al contenuto della mozione. Stasera diamo un voto su un parere espresso da alcuni dei Presidenti, non stiamo votando il nuovo Regolamento. Chiede di fare appello al buon senso dei consiglieri di opposizione. Votiamo un documento di transizione, non la bozza finale del Regolamento che, lo dice fin da ora, non gli piace. L’attuale Regolamento non è pienamente attuato, ma è un punto da cui ripartire. Voterà a favore di questa mozione con punti migliorativi e suggerimenti.

 

Lombardelli (PD):

contesta chi ci accusa di non voler dare contributi distrutti. Al contrario chiediamo di poter dare il nostro contributo, ma non ci è mai stata data la bozza di questo documento prima della Commissione. Non si sta chiedendo nulla di stratosferico, non ci sono scadenze, mi pare logico chiedere che la si riporti in Commissione per condividerla e analizzarla come fino ad ora non è stato possibile fare. Non vogliamo stravolgere i contenuti politici del testo, ma solo dare il nostro contributo costruttivo. È una apertura, non una chiusura.

 

Pavoni (PD):

è sicuro Sarina che dopo questa votazione il C.d.Z. 5 voterà poi anche la bozza del Regolamento. Non vuole dare un mandato ai Presidenti di decidere in merito alla bozza in nostra vece. Ha dubbi che poi potremo dire ancora la nostra opinione. Non sottrae la sovranità del Consiglio in vece dei Presidenti. Nel testo ci sono delle ambiguità preoccupanti. In sede di Commissione potremo valutare meglio anche questo aspetto.

 

Presidente C.d.Z. 5:

il Regolamento del Decentramento deve essere approvato dal Consiglio. Pavoni prende un granchio. Già in passato abbiamo respinto la bozza di Gallera. Diciamo che quando arriverà, o si approva o si respinge in toto.

 

Bramati (FI):

sa che l’ultima proposta di Regolamento era stata respinta. Non sa se la bozza è stata data oppure no, ma c’è stata una riunione di Commissione con 8 consiglieri presenti di cui due di opposizione.

Sul tema del bilancio non lo ritiene fondamentale per i temi che andiamo ad affrontare. È un problema amministrativo. Noi rivendichiamo i poteri e le competenze, poi dovranno anche darci gli strumenti economici e di strutture per attuarlo.

 

Muzzana (PD):

c’è qualcosa che non va. È in vigore un Regolamento che non viene ancora oggi attuato. Lo avevano fatto quelli della Lega col parere favorevole dell’opposizione. È valido, basta attuarlo. Ma i signori del potere non lo vogliono. Dovremmo solo chiedere di mettere in attuazione quello che già c’è.

 

Berdot (SD):

capisce che i nuovi consiglieri non conoscano la storia del decentramento negli ultimi anni. Da Albertini in poi c’è stato il boicotta mento del decentramento. È contraria a questo documento perché esiste un Regolamento vigente che andrebbe bene ma che non viene attuato. Manca anche il personale. Non vuole entrare nella parte tecnica del Bilancio, ma che vengano garantiti fondi necessari al decentramento e da gestire. Noi abbiamo assistito a una costante diminuzione dei fondi alle zone.

 

Zucco (FI) Pres. Comm. (replica):

vuole replicare a tutte le osservazioni fatte.

Sulla convocazione della Commissione, non è stata convocata in giorni festivi. Se non avesse avuto ancora il numero legale l’avrebbe convocata ancora.

La non consegna della bozza del parere è stata voluta per valutarlo in Commissione. Proprio per non entrare nei dettagli. Il lavoro approfondito lo faremo in altre sedi. In Commissione ha letto la bozza.

Ha inviato le bozze del Regolamento tramite e-mail. Ha poi portato alcune copie stampate.

Sul budget si associa a Bramati.

Votiamo solo un parere su una proposta dei Presidenti.

Il discorso sul budget non è così semplice da inserire così in un documento.

Non votare questa mozione significa fare un grosso errore politico.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Zolla (AN):

il Presidente del C.d.Z. rappresenta tutto il Consiglio. È il ruolo istituzionale che ha. I fondi si possono avere anche dal risparmio sulle consulenze del Comune.

 

Gandolfi (IdV):

la risposta del Presidente della Commissione Decentramento chiarisce che fin dall’inizio la maggioranza non ha voluto una vera e seria condivisione, tanto è vero che ha spiegato che volutamente non ha dato prima la bozza del documento di cui si doveva discutere.

Se è vero come è vero che è complesso inserire un discorso sul budget, allora a maggior ragione è necessario tornare in Commissione. Questo è un grosso errore politico. Abbandonerà l’aula per protesta.

 

Fumagalli (PD):

chiede ancora di tornare in Commissione per condividere il documento, altrimenti voteremo contro. Non possiamo condividere considerazioni di altri che non abbiamo potuto approfondire con serietà. Legge una parte del Regolamento vigente che non è attuata.

 

Brusatori (PS):

ci sentiamo presi in giro dal fatto che c’è un Regolamento che non viene attuato. Se ci fosse stata la volontà seria di attuare un Regolamento che c’è da anni, lo si sarebbe già fatto da tempo. Voteranno contro.

 

Garufi (PRC):

se la proposta venisse da un Assessore o dalla Giunta, allora entrerebbe nel merito. Così è un lavoretto da poco e che non serve a nulla. Giocate voi a questo gioco e voterà contro.

 

Zucco (FI) Pres. Comm. (replica):

votiamo ora questo documento.

 

[Gandolfi (IdV) esce dall’aula per protesta]

 

 

Si vota:

20  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D

8  Contrari:  PD, PRC, PS, V

0  Astenuti: 

APPROVATA

 

 

[Dopo la votazione esce anche tutto il centrosinistra tranne Brusatori (PS) e Garufi (PRC). Inizia il punto successivo ma alla votazione viene constatato la mancanza del numero legale.]

 

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 21.33 circa dichiara chiuso il C.d.Z. 5 perché è venuto meno il numero legale. I punti rimasti verranno trattati in testa al prossimo ordine del giorno del C.d.Z. 5 in modalità di seconda convocazione.

 

 

-----------------------------------

 

N.B.: qui di seguito riporto la corrispondenza delle sigle abbreviate con il corrispondente partito:

 

FI – Forza Italia

AN – Alleanza Nazionale

UDC – Unione Democratica Cristiana

LN – Lega Nord  

D - Gruppo misto "Destra"

PD – Partito Democratico  

SD - Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo

PRC – Rifondazione Comunista

LUDF – Lista Uniti con Dario Fo

V – Verdi

PS – Partito Socialista

IdV – Di Pietro Italia dei Valori

 

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail