NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

www.lucagandolfi.it

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 21 febbraio 2008 

 

orario di convocazione: 18.30

inizio formale effettivo alle ore: 18.45

 

 

 

Appello: 26 presenti: 11 su 16 del centrosinistra / 15 su 25 del centrodestra

[altri consiglieri arrivano poi nel corso della serata]

 

 

Il Presidente del C.d.Z. 5 nomina gli scrutatori:

Italiano (D), Baroncini (FI), Garufi (PRC)

 

 

 

 

 

1 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): NESSUNO.

 

 

 

 

 

2 - Comunicazioni dei Consiglieri:

[Mozioni e interrogazioni da parte dei Consiglieri di Zona ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento sul Decentramento e degli articoli 11, 12, 13 del Regolamento Interno]:

 

Brusatori (LUDF):

Ringrazia Commissariato via Chopin

- presenta una INTERROGAZIONE avente per oggetto “Su incontro di Masseroli su Asian Trading Urban Center

- presenta una MOZIONE avente per oggetto “Su Asian Trading Urban Center

 

Gandolfi (IdV):

- presenta una Art. 7 RICHIESTA C.d.Z. 5 STRAORDINARIO avente per oggetto “Richiesta di convocazione del C.d.Z. 5 in seduta straordinaria e monotematica per informare i cittadini e discutere del futuro insediamento di un centro commerciale e di altre attività da parte di operatori cinesi nel territorio della Zona 5 nei pressi di via dei Missaglia e via Selvanesco che nell’immaginario collettivo e dalla stampa cittadina viene identificato come “lo spostamento di China Town in Zona 5”” [la richiesta è sottoscritta dai consiglieri dei seguenti gruppi politici: IdV, PD, SD, PRC, V, RP, LN, UDC. Essendo necessarie 14 firme per la richiesta del C.d.Z. 5 straordinario siamo stati costretti a chiedere anche quelle dei consiglieri della LN e UDC in quanto il consigliere Brusatori (LUDF), pur essendo presente, non ha voluto sottoscrivere la richiesta.]

informa che sono pervenute delle RISPOSTE ad alcune sue precedenti ISTANZE:

- è arrivata in data 21.02.2008 la RISPOSTA del Segretario Generale con data 15.02.2008 relativa all’ISTANZA con oggetto “Mancanza del numero legale al momento della votazione del punto 4 “Indirizzi sulla concessione di contributi per la realizzazione di iniziative culturali in occasione delle festività natalizie 2007/2008 – Immediatamente Eseguibile” nel Consiglio di Zona 5 del 20.12.2007 in seconda convocazione in base a quanto stabilito dal Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267, “Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali” al punto 2 dell’Art. 38. Richiesta di annullamento della seduta per tutto quanto avvenuto dal momento della votazione in questione e delle eventuali delibere fatte” (P.G. 1111825/2007 del 21/12/2007). Legge la risposta.

- è arrivata in data 21.02.2008 la RISPOSTA del Segretario Generale con data 15.02.2008 relativa all’ISTANZA con oggetto “Bando della Zona 5 pubblicato prima di essere deliberato dal Consiglio di Zona 5: come è possibile?” (P.G. 1111878/2007 del 21/12/2007). Legge la risposta. [è lo stesso testo che risponde ai due quesiti posti]

 

Angiulli (RP):

intervento solo verbale: contesta la sovrapposizione della capigruppo alla riunione della Commissione.

 

Pavoni (PD):

- presenta una COMUNICAZIONE SCRITTA avente per oggetto “Comunica che V IdV, indicano come candidato alla Presidenza della Co. Bilancio il consia Gandolfi (IdV)

 

Fasulo (FI):

- presenta una MOZIONE avente per oggetto “Su iniziativa del Governo di aggregare di corsi maschili e femminili dell’educazione fisica

 

Berdot (SD):

- presenta una INTERROGAZIONE avente per oggetto “Su lavori in via Chiesa Rossa

 

Caime (FI):

intervento solo verbale: chiede chiarimento sul Regolamento. Questo è spazio solo per interventi scritti.

Informa che immagine di San Giorgio viene conservata e ricollocata.

 

 

 

 

 

3 - Comunicazioni del Presidente:

1)    il 19 ha partecipato con alcuni consiglieri alla conferenza stampa su Asian Trading Milan Center;

2)    il 27 alle 10.00 Masseroli incontra i cittadini al CAM Gratosoglio su cosa avverrà per il Asian Trading Milan Center;

 

 

 

 

  

PROPOSTE DELLA PRESIDENZA 

 

4 - Istituzione e composizione della Commissione a termine denominata Nuove Tecnologie Ecocompatibili e Termovalorizzatori: il Presidente del C.d.Z. 5, Ferrari (FI), illustra il punto.

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Berdot (SD):

qual è la necessità di fare Commissioni a termine per non riunirle mai come la Casa e la Pari Opportunità.

 

Garufi (PRC):

bizzarro fare commissione su inceneritore quando esiste già la Commissione Ambiente. Non ha senso.

 

Gandolfi (IdV):

non comprendo la logica della creazione di questa Commissione. Nulla in contrario sulle tematiche, ma sono già racchiuse nella Commissione Ambiente. Quando era stata fatta la Commissione Ambiente era stato detto che aveva competenza sull’inceneritore: perché fare un doppione? Vista la scarsa frequenza con cui si è riunita la Commissione Verde e Ambiente, forse sperate che con due Commissioni almeno una si riunisca? Spiegate la logica. Se mi convincete che c’è una logica sono anche disposto a votare a favore.

 

Pavoni (PD):

perché fare una commissione così riduttiva e poi prima che vi sia la certezza che si faccia un inceneritore in zona. Nella Commissione Ambiente si ha ragionamento di più ampio respiro.

 

Muzzana (PD):

condivide quanto detto. Chi ha inventato questa definizione assurda? Non può essere ecocompatibile un inceneritore.

 

Brusatori (LUDF):

non discutete di problemi reali della zona e create una Commissione assurda. Elenca i problemi importanti della zona.

[trascende e gli viene tolta la parola]

 

Zucco (FI):

viene fatta prima che si sappia se viene fatto il termovalorizzatore perché è utile fare un dibattito anche prima di avere la certezza. Utile per capire meglio e analizzare la materia. Anche per fare una corretta informazione alla cittadinanza ed evitare disinformazioni.

La Commissione Ambiente non è solo su questa materia, quindi non è un doppione. È più rivolta al Verde della Zona.

 

Gussoni (AN):

creare una nuova Commissione non comporta costi ulteriori, ma risponde ad esigenza di rispondere ad un problema grosso. Non vede perché opporsi. Fa plauso a opposizione che segue delle linee diverse dal loro Governo che ama prolificare gli organi politici.

 

Bove (FI):

chiarisce che non ha mai insultato nessuno in questo Consiglio. Sul termovalorizzatore è utile avere una Commissione specifica anche per tranquillizzare i cittadini.

 

Bramati (FI):

c’è un Consiglio straordinario ed è giusto che si crei il luogo per approfondire la materia.

 

Repossi (V):

ci potrebbe stare una Commissione ad oc sull’inceneritore, ma c’è già la Commissione Ambiente che purtroppo non si occupa dell’ambiente. Questo è il vero problema. Questa Commissione dovrà valutare se un inceneritore a Milano serva oppure no, noi riteniamo di no. Noi porteremo le ragioni del perché non serve. Si asterrà.

 

Esposto (PD):

auspica che la Commissione inviti dei tecnici imparziali che spieghino la materia. Se facciamo questo va bene. Facciamo fare uno studio da enti terzi.

 

Decensi (PD):

per la precisione replica a Gussoni non comprende come non possa avere costi la commissione visto che come le altre è gettonata. Quindi ha dei costi.

 

D’Ambrosio (AN):

certi problemi vanno approfonditi con ponderatezza. Anche il C.d.Z. 5 di lunedì va in tal senso. Spera che al Consiglio di Zona di lunedì siano presenti i cittadini. Anche una Commissione sul tema può essere utile. Le Commissioni a termine non si riuniscono di frequente quindi non costituiscono un costo.

 

Gussoni (AN) (per f.p.):

i costi della politica interessano ai cittadini. Il Comune di Milano ha posto un limite di 11 gettoni ai consiglieri di zona, quindi chi li supera non ha un costo per la cittadinanza.

 

Ferrari (FI) Pres. C.d.Z. 5 (replica):

sono state sollevate delle criticità se serve o meno. Ribadisce che è fatta per approfondire le tematiche di una possibile costruzione di un termovalorizzatore.

Litighiamo se è nato prima l’uovo o la gallina. Dobbiamo aspettare o muoverci prima per fare informazione? Muoviamoci prima senza attendere se verrà confermato che sarà fatto.

Sulle tecnologie ecocompatibili ci sono altri usi e in altri settori, non necessariamente specifiche sul termovalorizzatore.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Angiulli (RP):

si asterrà. Dobbiamo sempre arrivare prima ad analizzare i problemi, non solo in questo caso.

 

Garufi (PRC):

voterà contro. Non per mero ragionamento sui costi, ma perché toccava alla Comm. Ambiente che non si è mai riunita sull’argomento.

 

Brusatori (LUDF):

è fuorviante. Sugli inceneritori c’è stato un comportamento vergognoso di tutta la classe politica.

[continua anche dopo che è scaduto il tempo del suo intervento. Battibecco con il Presidente del C.d.Z. 5]

 

Gandolfi (IdV):

non vogliamo fare discorsi pregiudiziali anche perché in una delle prime capigruppo eravamo noi ad aver chiesto una Commissione a termine sull’inceneritore, ma ci era stato risposto che non era necessaria perché c’era già la Comm. Ambiente e noi avevamo accettato la risposta che ci aveva convinto. Ora è la maggioranza a volerla. È il curioso gioco della politica. Prendiamo atto che la maggioranza ha cambiato opinione. Valuteremo dopo che avrà iniziato ad operare. Il mio gruppo si asterrà.

 

Lombardelli (PD):

non vorrebbe che questa Commissione voglia mascherare i ritardi colpevoli della Commissione Ambiente. Si asterrà.

 

D’Ambrosio (AN):

stigmatizza i comportamenti del consigliere Brusatori. Alza sempre i toni del dibattito assumendo toni di violenza verbale e di aggressione. Anche nei corridoi quando parla a dieci centimetri dal naso, pesta i piedi alla persona con cui parla, se ne va scantonando la persona: è violento.

 

 

Si vota:

23  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D

4  Contrari:  PRC, Muzzana LUDF, RP

9  Astenuti:  IdV, PD, SD

APPROVATA

 

 

 

 

 

5 - Nomina del Presidente della Commissione a termine denominata Nuove Tecnologie Ecocompatibili e Termovalorizzatori: il Presidente del C.d.Z. 5, Ferrari (FI), illustra il punto.

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Baroncini:

la maggioranza ha designato come candidato a Presidente è il consigliere Filippo Fasulo (FI)

 

 

Si vota:

22  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D

4  Contrari:  PRC, LUDF, RP, Muzzana (PD)

9  Astenuti:  IdV, PD, SD

APPROVATA

Il consigliere Fasulo (FI) è nominato Presidente della Commissione Nuove Tecnologie Ecocompatibili e Termovalorizzatori

 

 

 

 

 

6 - Nomina del Presidente della Commissione a termine Bilancio in sostituzione del Presidente dimissionario Maurizio Croce - immediatamente eseguibile: il Presidente del C.d.Z. 5, Ferrari (FI), illustra il punto.

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Pavoni (PD):

a nome dei partiti PD, SD, PRC, V, IdV, il candidato a Presidente è il consigliere Luca Gandolfi (IdV).

 

Angiulli (RP):

nulla contro la persona che stimo, ma sostiene che per gli scarsi poteri che ha la Commissione Bilancio è inutile per svolgere un reale controllo. A suo tempo aveva già chiesto le dimissioni del precedente Presidente. Non parteciperà al voto e uscirà dall’aula.

 

Brusatori (LUDF):

questa Commissione Bilancio viene messa a conoscenza solo del 10% dei fondi del Bilancio di zona, quindi è inutile. Uscirà dall’aula e non parteciperà al voto.

 

Zolla (AN):

giusto registrare che nel documento letto da Pavoni non vi sono tra i firmatari tutte le componenti del centrosinistra. Ritiene che la Commissione Bilancio abbia la sua importanza, ne dovrebbe avere molta di più come le altre Commissioni e tutto il Decentramento. Forse qualcuno ha delle perplessità sulla nomina del consigliere Gandolfi perché a volte si ritrova in posizioni difformi su alcune materie.

 

Gandolfi (IdV):

ho ascoltato con attenzione il problema posto dai consiglieri che hanno denunciato l’inutilità della commissione e spera di riuscire a smentirli nei fatti. Qualora invece dovesse constatare la reale impossibilità della Commissione di svolgere a pieno il suo compito ne prenderà atto e ne trarrà le necessarie conseguenze. Come mia abitudine metterò il massimo impegno per cercare di fornire un servizio utile per i cittadini. Chiedo ovviamente l’impegno e la collaborazione di tutti i membri della Commissione e del C.d.Z. 5 tutto, visto che una Commissione Bilancio che funziona è anche un modo per dare dignità al Decentramento.

 

Garufi (PRC):

al momento del voto anche lui uscirà dall’aula perché il precedente Presidente, che era del suo stesso partito, si è dimesso motivando con l’impossibilità di poter svolgere il suo lavoro. Quindi per coerenza uscirà dall’aula e non parteciperà al voto. Questo al di là delle capacità e dei meriti che riconosciamo al consigliere Gandolfi, che siamo certi svolgerà bene il suo lavoro.

 

D’Ambrosio (AN):

fa i suoi auguri al consigliere Gandolfi che conosciamo essere molto preciso e puntiglioso nel suo lavoro. Se vi sono avute delle difficoltà nell’avere il materiale, le hanno anche gli altri presidenti di Commissione. Ciò non significa che si debba rinunciare a lottare. Augura buon lavoro a Gandolfi.

 

Repossi (V):

la Commissione Bilancio è importante e ha un ruolo di garanzia. L’esperienza fatta fin qui non è stata positiva e non ha funzionato come doveva funzionare. Fiducia massima nella persona di Gandolfi. E Zolla eviti impostazioni personalistiche di quelle che sono motivazioni politiche sulla Commissione. Voterà a favore. Fa gli auguri a Gandolfi per l’arduo compito.

 

Gussoni (AN):

per rispetto della democrazia la Commissione di Bilancio, come qualsiasi commissione di controllo, spetta all’opposizione. Curioso che con tutte le dafezioni del centrosinistra se non lo vota anche la maggioranza rischiamo di non avere un Presidente.

 

Ferrari (FI) Pres. C.d.Z. 5 (replica):

nella scorsa annata c’era il Bilancio della zona e che è stata data a tutti. Ovvio che ha poteri limitati perché ad altri organi spettano alcuni ruoli. Ad esempio è l’Ufficio di Presidenza che decide della ripartizione dei fondi tra le Commissioni, non la Commissione Bilancio.

 

 

Si vota:

29  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, V

0  Contrari: 

1  Astenuti:  Gandolfi

APPROVATA

Il consigliere Gandolfi (IdV) è nominato Presidente della Commissione Bilncio

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE EDUCAZIONE, SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZA

 

7 - Contributo su progetto di prevenzione dell'abuso sessuale "Le parole dette e non dette" - Immediatamente eseguibile: il Presidente della Commissione, Bramati (FI), illustra il punto. C’è emendamento di forma che precisa meglio le sedi di dove si svolgerà il progetto.

Stanziata una spesa massima di 4.000,00 euro di contributi IVA compresa

La Commissione in data 18.02.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

D’Ambrosio (AN):

è di questi giorni la notizia delle molestie ad una bambina di un pedofilo. Giuste iniziative di questo genere per creare maggiori tutele. Questo corso è un piccolo sasso gettato a favore.

 

Gandolfi (IdV):

in Commissione ci siamo trovati tutti abbastanza d’accordo su questo corso, anche perché grazie alla spiegazione fornita dai responsabili dell’Associazione è emerso che si tratta di un corso estremamente importante per evitare che si possano ricreare situazioni tipo Rignano, per altro non ancora chiarite. Si cerca di fornire gli strumenti utili ad evitare le molestie sia ai bambini, sia ai genitori e agli insegnanti. Tanto di cappello a corsi di questo genere. Parere favorevole a finanziare l’iniziativa. Auspica che in futuro venga diffuso il più possibile nelle scuole della Zona 5.

 

Decensi (PD):

è anche una mamma che ha visto direttamente l’efficacia del corso. Iniziativa molto utile. Abitua a verbalizzare un potenziale trauma. Non ha attinenza con l’educazione sessuale. Ha colto in Commissione una grossa confusione sugli scopi del corso. Il corso presenta la problematica senza minare la fiducia nei familiari. Purtroppo in passato l’iniziativa era finanziata dall’ASL, ora non lo è più. Voterà a favore e si augura che si diffonda su tutte le scuole della Zona 5.

 

Berdot (SD):

iniziativa molto interessante e una delle poche di livello che passano da questo Consiglio. Sono iniziative utili e di cui possiamo andare fieri. Non comprende perché la ASL abbia smesso di finanziare questi corsi. Anche lei chiede di estenderlo alle altre scuole.

 

Angiulli (RP):

quando ci sono iniziative utili siamo i primi a sostenerle. Stupiti che la ASL non le finanzi più.

 

Brusatori (LUDF):

in Regione ieri è stato presentato un progetto di legge per fare una serie di interventi per fare educazione sessuale nelle scuole, per iniziativa del PD. A volte c’è ipocrisia sulla violenza sessuale soprattutto quando si tratta di pedofilia. I pedofili sono persone che non riescono avere rapporti con persone di loro livello ma solo con persone su cui possono avere un controllo non solo fisico ma anche mentale. La pedofilia come anche la violenza sulle donne è figlia di una cultura del più forte contro il più debole, della maggioranza contro la minoranza, della maggioranza contro l’individuo. L’ipocrisia aleggia nell’aria e invita tutti a farsi un esame di coscienza.

[al termine dell’intervento c’è screzio tra Brusatori e il Presidente e il gruppo di AN]

 

Zolla (AN):

favorevole all’iniziativa perché è utile e deve essere diffusa il più possibile e rappresenta una prima risposta al problema. È violenza anche chi urla in aula e fuori. Anche chi ha atteggiamenti violenti deve farsi per primo un esame di coscienza, vista l’aggressione fatta prima nei confronti della consigliera D’Ambrosio.

 

D’Ambrosio (AN) (per f.p.):

replica a Brusatori che dieci minuti prima fuori dall’aula l’ha offesa dicendole “avvocato dei miei stivali”; e ora ha offeso sia lei che tutti i consiglieri del suo gruppo con quello che ha detto in aula. Si sente costantemente attaccata dal consigliere Brusatori: personalmente come persona, come Presidente di Commissione, come consigliera. Lui è sempre offensivo.

 

Presidente C.d.Z. 5:

evitiamo screzi personali su un punto condiviso come questo. Torniamo ad occuparci del punto in esame.

 

Brusatori (LUDF) (per f.p.):

contesta la versione fornita dalla D’Ambrosio sia su quanto accaduto fuori dall’aula, sia su quanto detto in aula. ci sono testimoni in entrambe i casi che possono confermare. Lui non ha spinto nessuno. Questo clima di constante tensione che si è creato in Consiglio è responsabilità del Presidente che permette interventi mentre uno parla e insulti.

 

Bramati (FI) Pres. Comm. (replica):

non entrerà nel merito delle polemiche personali.

Come Commissione valuterà con attenzione le iniziative che vengono ritenute più lodevoli.

Lascia ai sociologi le disquisizioni dotte sul tema.

 

 

Si vota:

33  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, V, IdV, LUDF, RP

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

 

 

 

8 - Linee di indirizzo per la presentazione di progetti da parte dei C.A.G. relativi al III° livello di contributo: il Presidente della Commissione, Bramati (FI), illustra il punto.

La Commissione in data 18.02.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ 

[avendo la Commissione approvato all’unanimità non c’è dibattito]

 

 

Dichiarazione di voto:

 

Brusatori (LUDF):

ha dubbi sul numero di ragazzi effettivamente aiutati dal CAG Gratosoglio. Dice che gli sono arrivate altre segnalazioni da cittadini che confermano quanto lui sostiene. Non sapendo come effettivamente stiano le cose e in attesa che vengano fatte delle verifiche, non parteciperà al voto.

 

Zolla (AN):

in Commissione ha espresso alcuni rilievi, ma sono state esaudite le sue richieste in Commissione e non ha quindi più alcuna perplessità.

 

Angiulli (RP):

non abbiamo potuto essere presenti in Commissione al momento del voto e dibattito in quanto in contemporanea c’era la capigruppo. Protesta per questo. Non sa come si è svolta la Commissione. Si asterrà.

 

Gandolfi (IdV):

non abbiamo potuto essere presenti in Commissione al momento del voto e dibattito in quanto in contemporanea c’era la capigruppo sulla China Town in zona.

L’esperienza di questi anni ci fornisce elementi per esprimere un giudizio positivo sul CAG e su come opera. Voterà a favore.

 

 

Si vota:

26  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, V, IdV

0  Contrari: 

1  Astenuti:  RP

1  Art. 8 comma 4: LUDF

APPROVATA

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLE COMMISSIONI CONGIUNTE:  CULTURA, MANIFESTAZIONI, IDENTITÁ - P.M.Z.

 

9 - Iniziative per la "Festa della donna" da realizzarsi nei C.A.M. zonali - Immediatamente eseguibile: il Presidente della Commissione, Mondi (FI), illustra il punto.

Stanziata una spesa massima di 500,00 euro IVA compresa

La Commissione in data 19.02.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Berdot (SD):

questa iniziativa è l’opposto della precedente: è un esempio di mediocrità. Si vuole fare una festa alle 15.00 del pomeriggio uno spettacolo con un mago per festeggiare le donne. Evidentemente la maggioranza non è interessata alla festa della donna. L’8 marzo è la data in cui delle operaie sono morte in America, quindi non c’è nulla da festeggiare. No a prendere in giro le donne e la loro intelligenza. Voterà contro.

 

Lombardelli (PD):

preferisce definirla la giornata della donna per onorare le 80 donne arse vive all’interno di una fabbrica. Per questa ragione bisognerebbe riflettere se è giusto onorare questa ricorrenza con un mago. Forse meno offensivo fare un omaggio floreale alle donne o qualche dibattito.

 

Gandolfi (IdV):

la festa della donna o la giornata della donna merita di più, non solo un misero pomeriggio in un singolo CAM con iniziative di scarsa attinenza con la festa della donna. Nulla in contrario all’iniziativa ludica come tale, ma ribadisco che non vedo l’attinenza con la festa della donna. Qui la si vuole forzatamente collegare con la festa della donna. E questo risulta come un insulto alle donne.

Sarebbe molto più utile e interessante fare degli incontri come conferenze e dibattiti sul tema delle donne e dei diritti delle donne, su quei diritti che ci sono sulla carta ma non nella realtà. Per la festa della donna ci sono iniziative molto più interessanti organizzate in tutta Italia, non è difficile trovare qualcosa che abbia maggiori contenuti.

I diritti delle donne devono valere 365 giorni all’anno, non solo in una singola giornata.

 

Angiulli (RP):

sperava che quella giornata fosse onorata con qualcosa di più significativo. Voterà a favore solo se l’iniziativa viene slegata dalla festa della donna. I drammi per le donne c sono sempre e vanno affrontati.

 

Garufi (PRC):

chiede alle donne presenti se non hanno trovato mediocre un simile spettacolo per onorare le donne. Voterà contro.

 

[alle 20.52 abbandono l’aula perché devo andare a una riunione di partito a livello cittadino. Non posso quindi riferire sui punti seguenti di cui appena possibile fornirò l’esito della votazione.]

 

[Apprendo in seguito che la consigliera D’Ambrosio ha presentato un emendamento per eliminare qualsiasi riferimento dell’iniziativa alla festa della donna.]

 

 

Si vota:

28  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, LUDF, RP, V

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE URBANISTICA, EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA, T.T.V. 

 

10 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: NESSUNA

 

 

 

 

11 - Proposta di messa in sicurezza delle strutture della Pesa Pubblica di viale Giovanni da Cermenate: il Presidente della Commissione, Caime (FI), illustra il punto.

La Commissione in data 12.02.2008 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ 

[avendo la Commissione approvato all’unanimità non c’è dibattito]

 

 

Si vota:

28  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, D, PD, SD, PRC, LUDF, RP, V

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ 

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 21.15 circa, essendo esauriti i punti all’ordine del giorno, dichiara chiuso il C.d.Z. 5.

 

 

 

-----------------------------------

 

N.B.: qui di seguito riporto la corrispondenza delle sigle abbreviate con il corrispondente partito:

 

FI – Forza Italia

AN – Alleanza Nazionale

UDC – Unione Democratica Cristiana

LN – Lega Nord  

D - Gruppo misto "Destra"

PD – Partito Democratico  

SD - Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo

PRC – Rifondazione Comunista

LUDF – Lista Uniti con Dario Fo

V – Verdi

RP – Rosa nel Pugno

IdV – Di Pietro Italia dei Valori

 

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail