NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

www.lucagandolfi.it

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 3 dicembre 2007 

 

orario di convocazione: 18.30

inizio formale effettivo alle ore: 18.37

 

 

 

Appello: 26 presenti: 13 su 16 del centrosinistra / 13 su 25 del centrodestra

[altri consiglieri arrivano poi nel corso della serata]

 

 

Il Presidente del C.d.Z. 5 nomina gli scrutatori:

Italiano (AN), Lonoce (FI), Gandolfi (IdV)

 

 

 

 

 

1 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): il Presidente del C.d.Z. 5 illustra il punto.

Vengono tacitamente approvati i Verbali:

n° 44 del 08.11.2007

n° 45 del 15.11.2007

n° 46 del 19.11.2007

Si astengono i seguenti consiglieri:

Gandolfi, Muzzana, Esposto, Brusatori

 

 

 

 

 

2 - Comunicazioni dei Consiglieri:

[Mozioni e interrogazioni da parte dei Consiglieri di Zona ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento sul Decentramento e degli articoli 11, 12, 13 del Regolamento Interno]:

 

 

Gandolfi (IdV):

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Sollecito per l’applicazione dell’Art. 31 del vigente Regolamento del Decentramento Territoriale “Proposte di Deliberazione alla Giunta o al Consiglio Comunale” inerente la Delibera approvata all’unanimità dal C.d.Z. 5 in data 01.03.2007 su proposta del consigliere di Zona 5 Luca Gandolfi (IdV) e avente per oggetto “MARATONA DI MILANO - Proposta per il futuro: farla coincidere con una domenica ecologica di blocco del traffico” (P.G. 963718/2006 del 13/10/2006)

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Quartiere Spadolini (area ex OM): Parco della Vettabbia

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Quartiere Cascina Caimera: mancata consegna della corrispondenza in via Donna Prassede

- presenta una RICHIESTA DI COPIA avente per oggetto “RICHIESTA DI COPIA della Relazione Tecnica del Progetto inerente “Ampliamento via Ripamonti”, iscritto all’ordine dei lavori della Commissione Urbanistica e T.T.V. della Zona 5 del 27.11.2007” (già inviata al Presidente del C.d.Z. 5, al Direttore di Settore Zona 5, agli Uffici della Zona 5 con e-mail in data 28.11.2007 ma non l’ha ancora avuta in casella e domani c’è la Commissione sull’argomento. Era necessario averla prima per poterla analizzare.)

- verbalmente segnala di aver partecipato all’iniziativa della Commissione Cultura con Zelig Off di venerdì 30.11.2007 al CAM Tibaldi: erano presenti solo 14 persone, più il sottoscritto e il Presidente della Commissione con un suo amico. Il Presidente di Commissione ha fatto una introduzione di una decina di minuti anche con tematiche di polemica politica che ritengo fuori luogo in quel contesto che deve essere di solo divertimento per i cittadini)

 

Italiano (AN):

- presenta una COMUNICAZIONE SCRITTA avente per oggetto “Comunica la sua uscita dal gruppo AN e entra nella Destra

 

Decensi (UPD):

intervento solo verbale: considera lesivo delle pari opportunità fissare il termine delle sedute del C.d.Z. 5 alle 22.00 come regola. La regola deve tenere conto dei tempi di vita della donna nell'ambito della famiglia. Tenendo conto che i partiti dello schieramenti politico della maggioranza fanno riferimento alla famiglia, chiede che tengano conto del disagio che porre come termine delle sedute le ore 22.00 arreca all'ambito famigliare.

 

Esposto (UPD):

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “chiede di avere tramite e-mail del materiale

 

Brusatori (LUDF):

intervento solo verbale: su occupazioni abusive, su Comm. Casa che non si riunisce

 

Repossi (V):

- presenta una COMUNICAZIONE SCRITTA avente per oggetto “Sul Dalai Lama a Milano c’è incontro pubblico ma non viene ricevuto da istituzioni e da responsabili politici, a parte Cologno Monzese che lo riceve e gli da riconoscimento

 

Bramati (FI):

- presenta una COMUNICAZIONE SCRITTA avente per oggetto “Domani convocazione per Commissione del 11.12.2007 congiunta con altre Commissioni

- presenta una COMUNICAZIONE SCRITTA avente per oggetto “Venerdì 30.11.2007 ha incontrato due scuole superiori per il servizio di mediazione per dispersione scolastica

 

Garufi (PRC):

intervento solo verbale: su avvisi di garanzia al Sindaco e a Direttori amministrativi sulla questione delle assunzioni di esterni

 

Bove (FI):

intervento solo verbale: iniziative della Commissione Cultura proseguono alla grande una il 30.11.2007 una il 01.12.2007. Ha partecipato alla prima che si è dimostrata di grande livello anche se non ha avuto lo sperato successo di pubblico a causa dei ritardi della pubblicizzazione causati dall’opposizione con l’uso della menzogna. La qualità è sempre altissima e vengono apprezzate dai cittadini.

 

Angiulli (RP):

intervento solo verbale: chiede notizie sui vialetti del Gratosoglio e delle bacheche. Sull’intervento di Bove ha dato responsabilità all’opposizione quando è invece dovuta alla sua incapacità di gestire la sua Commissione. I ritardi sono colpa di Bove e del suo comportamento.

 

 

 

 

 

3 - Comunicazioni del Presidente:

nessuna

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE CULTURA, MANIFESTAZIONI ED IDENTITÁ 

 

4 - Patrocinio gratuito all’Associazione Culturale “Laboratorio Artistico” – Immediatamente Eseguibile: il Presidente della Commissione, Bove (FI), illustra il punto dicendo “non ho niente da dire”.

La Commissione in data 23.112007 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

vista la modalità con cui il Presidente non ha illustrato il contenuto della delibera chiede che nella replica ci dia tutte i dettagli che non ci ha dato in presentazione.

Per altro in Commissione non è risultato chiaro per cosa si volesse dare il patrocinio gratuito e quindi si era astenuto. Normalmente non abbiamo nulla in contrario alle richieste di patrocinio gratuito, ma vorremmo capire per cosa viene chiesto. Auspica in una chiara spiegazione da parte del Presidente di Commissione, viste le lacune di informazione in Commissione, dove il Presidente era assente. Se vi saranno le risposte chieste non ha problema a cambiare il suo voto a favorevole. Altrimenti confermerà l’astensione fatta in Commissione.

 

Brusatori (LUDF):

come prendere seriamente le affermazioni di Bove che prende sempre in giro e mente a tutto spiano. Non è questo il modo di lavorare in una Commissione così importante.

 

Fumagalli (UPD):

Bove non si rende conto forse di come sta insultando l’opposizione e il Consiglio quando rifiuta di presentare l’iniziativa e ora si alza e esce dall’aula.

 

Berdot (SD):

questa dovrebbe essere una delle Commissioni più importanti. La Cultura è anche essere curiosi delle idee altrui. C’è problema non politico ma di gestione personale. In altre Commissioni si può discutere anche se si è in disaccordo ma con rispetto reciproco. Così non è con Bove. Non è ammissibile dare del bugiardo agli altri. Questa è mancanza di rispetto. In Commissione non sono stati chiariti gli aspetti del patrocinio.

 

Bove (FI) Pres. Comm. (replica):

non ha esposto inizialmente non per mancanza di rispetto ma perché non era presente in Commissione e quindi non ha voluto sprecare tempo al Consiglio.

È un patrocinio gratuito che servirà all’Associazione che fa laboratorio artistico.

Non entra nel merito delle polemiche alla sua persona. Loda l’operato della sua Commissione.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Gandolfi (IdV):

Non ho elementi per valutare. Non partecipa al voto in base all’Art. 8 comma 4 perché non sono stati chiariti gli aspetti del patrocinio e quindi non è stato posto nelle condizioni di poter esprimere un parere perché non sono stati forniti elementi utili a votare con cognizione di causa.

 

Brusatori (LUDF):

non partecipa al voto in base all’Art. 8 comma 4. Critica alcune affermazioni di Bove e il modo di condurre la Commissione.

 

Berdot (SD):

nell’attribuire il patrocinio gratuito il Comune di Milano mette la sua faccia, quindi bisogna entrare nel merito. Esistono dei criteri e in questo caso non sono stati chiariti. Comunque voterà a favore.

 

Zucco (FI):

si assume la responsabilità per le informazioni mancanti visto che in Commissione si era preso la responsabilità di informarsi ma non è riuscito ad incontrare i responsabili dell’associazione, pur essendosi recato due volte presso la loro sede. voterà comunque a favore  

 

 

Si vota:

34  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, SD, UPD, V, PRC, RP

0  Contrari: 

1  Astenuti:  Muzzana

2  Art. 8 comma 4:  IdV, LUDF

APPROVATA

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE EDUCAZIONE, SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZA 

 

5 - Realizzazione stampa attestati di partecipazione corso “dislessia e disturbi dell’apprendimento” realizzato in Zona 5 nel periodo Novembre/Dicembre 2007 – Immediatamente Eseguibile: il Presidente della Commissione, Bramati (FI), illustra il punto.

Stanziata una spesa massima di 400,00 euro IVA compresa

La Commissione in data 29.11.2007 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

è proposta condivisa e conferma il parere favorevole espresso in Commissione.

 

 

Si vota:

36  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, UPD, SD, PRC, V, IdV, LUDF, RP

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

 

 

 

 

6 - Contributo per ciclo di Conferenze “La bellezza nella scienza e nell’arte” proposto dall’Istituto Statale “Evangelista Torricelli” – Immediatamente Eseguibile: il Presidente della Commissione, Bramati (FI), illustra il punto. Due incontri in auditorium in via Dini. Spese per affitto schermo per incontri e compenso ai relatori.

Stanziata una spesa massima di 2.400,00 euro IVA compresa di contributi

La Commissione in data 29.11.2007 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Brusatori (LUDF):

fare cultura sembra diventato un affare. Contesta il costo per i relatori e contesta la spesa per affitto schermo, conviene comperarlo a quel prezzo. Sono solo eventi per buttare via i soldi. Altre associazioni con la stessa cifra fanno cose molto migliori e di durata nel tempo.

 

Decensi (UPD):

voterà a favore. Anche se era meglio se ci fosse stata la Preside presente in Commissione per spiegare meglio l’iniziativa. La convince il fatto di fare conferenze in via Dini che attragono molti cittadini; la seconda è sulla qualità dei relatori.

 

Gandolfi (IdV):

in Commissione erano emerse delle perplessità sul fatto che 900 euro andassero ai relatori, ma essendo i relatori tre ad ognuno vanno 300 euro che può essere considerato un compenso accettabile, sebbene in molti altri casi abbiamo avuto relatori che non hanno chiesto nessuna retribuzione per i loro interventi. Forse varrebbe la pena specificare anche in delibera il dettaglio delle due voci di spesa, una per i relatori l’altra per affitto schermo. Anche perché si diceva che forse si poteva risparmiare su una delle voci di spesa, quella sullo schermo, ma se non viene specificato in delibera si rischia che poi vada tutto ai relatori e allora sarebbe davvero una esagerazione. Chiede di inserire in delibera la specificazione delle due voci di spesa. In quel caso conferma il parere favorevole espresso in Commissione.

 

Lonoce (FI):

è desiderio di tutti gli uomini il desiderio di infinito, di felicità, di bellezza. Questa iniziativa mette al centro l’arte e la scienza. Gli artisti pagati o non pagati fanno arte ed è giusto un compenso anche per gli artisti. Cita  “se vuoi costruire una nave …”

 

Berdot (SD):

ogni iniziativa di questo tipo può andare bene. La sua perplessità era come veniva calata sui ragazzi gli incontri. Da esperienza fatta come madre, spesso le visite guidate e le conferenze se non preparate in classe vengono vissute come imposizione o come momento di svago se obbligati a presenziare; oppure con pochi alunni presenti se non obbligati alla presenza. Voterà a favore.

 

Garufi (PRC):

anche lui a favore dell’iniziativa. Le sue perplessità son sull’organizzazione dell’evento. Il Consiglio d’Istituto lo ha deliberato? È iniziativa rivolta anche all’esterno e ai cittadini?

 

Zucco (FI):

positiva l’iniziativa e tocca a noi decidere non ad altri organismi.

 

Brusatori (LUDF) (per f.p.):

contesta l’atteggiamento del Presidente e l’intervento di Lonoce. Anche gli artisti devono essere codificati e riconosciuti. Non sono artisti solo chi riproduce opere di altri.

 

Gussoni (AN):

legge l’Art. del Regolamento sul fatto personale. Non è il fatto di essere citato, ma di dover precisare il suo pensiero eventualmente frainteso.

 

Bramati (FI) Pres. Comm. (replica)

Precisa che non ha detto che nell’altra iniziativa c’erano 400 persone, ma più di 200.

La preparazione degli incontri ci è stato spiegato che è frutto di percorso condiviso all’interno della scuola. Non sa di più.

Non entra nel merito del compenso ai relatori, la professionalità va riconosciuta.

Su affitto dello schermo lo ha detto. È comunque la proposta rispetto al preventivo presentato. Non si danno via i soldi tanto per darli.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Gandolfi (IdV):

conferma il parere favorevole espresso in Commissione. Accetta la spiegazione del Presidente di Commissione visto che si fa riferimento al preventivo presentato in cui erano specificate le due voci di spesa. Chiede per il futuro di allegare alle proposte di delibere anche la documentazione a cui si fa riferimento in modo che anche i consiglieri che non erano in Commissione abbiano tutti gli elementi a disposizione per potersi formare un parere. Voterà a favore.

 

Brusatori (LUDF):

il preventivo non lo ritiene plausibile e vota contro.

 

Si vota:

34  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, UPD, SD, PRC, V, IdV,

1  Contrari:  LUDF

2  Astenuti:  RP, Muzzana (UPD)

APPROVATA

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE SPORT E TEMPO LIBERO 

 

7 - Indirizzi per l’assegnazione di contributi da erogare a favore di società, associazioni ed altri organismi,  senza fini di lucro per attività sportive di tipo continuativo, svolta nel territorio della Zona 5 – Immediatamente Eseguibile: il Presidente della Commissione, Beghi (UDC), illustra il punto. Abbiamo deciso dei criteri semplificati per mancanza di tempo. Specifica i criteri decisi: senza fini di lucro e sede in Milano; i ragazzi siano residenti in Zona 5 e nati dopo l’1.1.1994; che i corsi durino da almeno tre mesi; la somma sia suddivisa in modo uguale tra tutte le associazioni sportive che rispondano ai criteri appena esposti.

Stanziata una spesa massima di 23.000,00 euro IVA compresa di contributi

La Commissione in data 16.11.2007 e 29.11.2007 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Esposto (UPD):

presenta tre emendamenti.

Emendamento 1: sostituire “ragazzi residenti in Zona 5 nati dal 1.1.1994 (minimo 25)” con la seguente dicitura: “ragazzi che hanno svolto prevalentemente le attività svolte nell’arco dell’arco temporale non inferiore ai 2/3 durante l’anno 2007 e in Zona 5 e nati dal 1.1.1994

Emendamento 2: aggiungere la seguente frase: “tale delibera vuole essere un punto di partenza per un lavoro a più stretto contatto con le realtà associative sportive al fine di promuovere un messaggio di positività dei valori sportivi ai ragazzi”.

Emendamento 3: aggiungere la seguente frase come comma 3: “di valutare l’operato delle associazioni sportive attraverso la richiesta obbligatoria di una relazione dell’attività svolta al fine anche di accertare il messaggio promosso dalle medesime

 

Gandolfi (IdV):

Loda il percorso e il metodo adottato che ha visto ben due riunioni di Commissione dedicate all’argomento e in cui sia le associazioni sia i consiglieri hanno avuto modo di fornire elementi utili per costruire un Bando che tenesse conto dei vari aspetti emersi.

Tuttavia è rimasto deluso dal risultato finale in quanto ritiene che non abbia tenuto nella necessaria considerazione i vari elementi emersi nel corso della discussione e gli utili suggerimenti forniti per fare qualcosa di meglio di una distribuzione a pioggia senza alcuna distinzione, come di fatto è il risultato finale.

Anche lui avrebbe voluto presentare degli emendamenti per far riemergere i vari suggerimenti emersi, ma poi ha preferito rinunciare. Ben vengano gli emendamenti presentati da Esposto che sono certamente migliorativi rispetto all’esistente, ma non risolvono comunque il problema di fondo, cioè la distribuzione a pioggia dei fondi.

Per questa ragione non voterà a favore.

 

Berdot (SD):

loda come il Presidente della Commissione conduce i lavori della Commissione. Abbiamo avuto modo di ascoltare le varie realtà sportive della Zona. Condivide il percorso per il prossimo anno con gruppo di lavori che prepari meglio il Bando per il prossimo anno. Visto che non c’erano i tempi era difficile distinguere tra le varie realtà. Ritiene che la distribuzione a pioggia sia alla fine giusta. Vero che sono sfavorite le società più grandi.

 

Pavoni (UPD):

voterà a favore. Sul Bando chiede se non si poteva trovare il modo di riconoscere un bonus a una associazione per particolari meriti sulle iniziative. Valorizzare le eccellenze se ci sono. Chiede di esplorare anche la possibilità di sponsorizzazioni dal territorio. Noi potremmo fare da tramite tra le società sportive e i possibili sponsor.

 

Angiulli (RP):

problema affrontato seriamente in Commissione. Auspica che dal prossimo anno si parta con la presentazione del Bilancio, Statuto, Regolamento e attività svolte dalle varie società sportive. In questo modo aiutiamo le piccole realtà.  Così poi potremo avere elementi per distinguere le varie società sportive. Giusto inserire dei messaggi positivi. Parere favorevole.

 

Garufi (PRC):

favorevole. Non si poteva fare di più. Anche gli emendamenti proposti vanno bene e integrano la delibera. La prossima volta valuteremo meglio le diverse situazioni.

 

Zolla (AN):

si unisce ai complimenti per il metodo di lavoro adottato. Anche se tutti i Presidenti di Commissione servono la cittadinanza e li stima tutti. Bisogna stimolare le società sportive ad adottare politiche manageriali al fine di attirare sponsor privati. No a fare puro assistenzialismo alle società sportive.

La distribuzione a pioggia in questa situazione la ritiene condivisibile. Voterà a favore.

 

Bramati (FI):

condivide la predisposizione del Bando. Un segnale che l’istituzione da al territorio e a chi vi opera. Condivide il valore educativo dello sport e il messaggio che si voleva dare come emerso in Commissione. Ricorda le polemiche di un anno fa per iniziativa analoga. Entriamo nel merito delle proposte che vengono fatte.

 

Beghi (UDC) Pres. Comm. (replica):

ringrazia i consiglieri intervenuti, sia esprimendo dubbi che i pareri favorevoli. Da tutti riconosciuto il metodo di lavoro democratico adottato.

Sugli emendamenti di Esposto accetta il secondo e respinge il primo e il terzo.

Non accoglie il primo emendamento perché il fatto che i ragazzi siano residenti in Zona 5 deve essere un messaggio che vuole dare.

Non accoglie il terzo perché è un lavoro che vuole fare sul tavolo di lavoro che si impegna a fare il prossimo anno.

Giusto il rilievo sugli sponsor.

 

Presidente C.d.Z. 5:

ci sono due emendamenti non accolti dal Presidente e che quindi vengono posti in votazione oppure vengono ritirati.

 

Esposto (UPD):

non li ritira e vuole che siano posti in votazione

 

 

Si vota emendamento Esposto 1:

10  Favorevoli:  UPD, SD, PRC, V, LUDF

24  Contrari:  FI, AN, UDC, LN

2  Astenuti:  RP, Beghi (UDC)

1  Art. 8 comma 4:  IdV

RESPINTO

 

 

Si vota emendamento Esposto 3:

11  Favorevoli:  UPD, SD, PRC, V, LUDF, RP

24  Contrari:  FI, AN, UDC, LN

1  Astenuti:  Beghi (UDC)

1  Art. 8 comma 4:  IdV

RESPINTO

 

 

[Il Presidente del C.d.Z. 5 passa rapidamente alla votazione della delibera senza lasciare il tempo ai consiglieri per chiedere di fare le dichiarazioni di voto. Il consigliere Gandolfi (IdV) chiede più volte di poter motivare politicamente la sua scelta di voto con una dichiarazione di voto, ma il Presidente va avanti ignorando la richiesta. Si apre un contenzioso e il consigliere gandolfi, che svolge anche la funzione di scrutatore, contesta la validità della procedura adottata.]

 

[in esclusiva per i lettori della Newsletter fornisco il testo di quella che sarebbe stata la mia Dichiarazione di voto se mi fosse stato concesso di farla:

Dichiarazioni di voto:

 

Gandolfi (IdV):

è favorevole al fatto che vengano erogati questi 23.000 euro di contributi alle associazioni sportive che operano nella nostra zona, ma non al metodo distributivo che è stato deciso di adottare in questo Bando. L’emendamento accolto pur migliorativo non permette di mutare il giudizio complessivo e le delusioni sul risultato finale dei criteri del Bando.

Quindi il gruppo Di Pietro Italia dei Valori non parteciperà al voto in base all’Art. 8 comma 4.]

 

Si vota:

36  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, UPD, SD, PRC, V, LUDF, RP

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

1  Art. 8 comma 4:  IdV

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA PRESIDENZA 

 

8 – Iscrizione all’Albo Zonale delle Associazioni dell’Associazione Capoeira Sul da Bahia: il Presidente del C.d.Z. 5, Ferrari (FI), illustra il punto.

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

D’Ambrosio (AN):

la capoeira l’ha scoperta diversi anni fa ed è disciplina molto bella e spettacolare da vedere. Racconta l’episodio in cui l’ha scoperta. Non conosceva questa associazione ma la ritiene positiva per il territorio della nostra zona.

 

Gandolfi (IdV):

sull’iscrizione all’Albo Zonale va benissimo, è associazione che opera nella nostra zona.

Sul punto precedente invece, come scrutatore manifesta le sue proteste sul fatto che la votazione al punto precedente sia stata aperta con estrema fretta senza dare il tempo per manifestare la volontà di eventuali dichiarazioni di voto.

 

[continua la polemica sulla dichiarazione di voto non concessa al punto precedente]

 

 

Si vota:

35  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, UPD, SD, V, IdV, LUDF, RP

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE URBANISTICA, EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA, T.T.V. 

 

9 - Progetto definitivo per la riqualificazione ed ampliamento della Via Ripamonti: richiesta parere: RINVIATO

 

 

 

 

 

10 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: NESSUNA

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLE COMMISSIONI CONGIUNTE: URBANISTICA, EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA, T.T.V. - COMMERCIO, ARTIGIANATO E SICUREZZA 

 

11 - Mozione per la chiusura anticipata del mercato settimanale scoperto di Via Tabacchi: il Presidente della Commissione, Sarina (LN), illustra il punto. Legge il testo della mozione predisposto che prevede di ridurre l’orario del mercato affinché si svolga dalle 7.00 alle 15.00.

La Commissione in data 14.11.2007 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

condivide la proposta che è legittima e sensata. Per altro molti cittadini sono già convinti che sia un mercato solo al mattino del sabato, pochi sanno che dura anche nel pomeriggio, forse solo i residenti della via e delle vie limitrofe. Parere favorevole.

 

D’Ambrosio (AN):

anche altri mercati hanno chiesto analogo provvedimento e si fa spesso fatica ad arrivare in tempo per comperare le cose. Nel caso in oggetto è utile liberare prima l’area per evitare disagi ai residenti e ai ragazzi che al sabato vanno sui Navigli.

 

Angiulli (RP):

tempo fa abbiamo votato all’unanimità lo spostamento di un altro mercato ma non è ancora successo nulla.

 

Brusatori (LUDF):

farebbe Commissione congiunta con l’Urbanistica per i problemi di traffico e parcheggi legati ai mercati.

 

 

Si vota:

35  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, UPD, SD, V, IdV, LUDF, RP

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

 

 

 

  

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE COMMERCIO, ARTIGIANATO E SICUREZZA 

 

12 - FERRANDO CRISTINA – richiesta parere per l’ installazione ed esercizio nell’area sita nel Piazzale adiacente Via dei Missaglia dell’attrazione dello spettacolo viaggiante denominata: GIOSTRA BAMBINI per il periodo dal 14/01/2008 al 14/03/2008 comprensivo di proroga, montaggio e smontaggio delle strutture: il Presidente della Commissione, Sarina (LN), illustra il punto.

La Commissione in data 30.11.2007 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

[avendo la Commissione approvato all’unanimità non c’è dibattito]

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Brusatori (LUDF):

anche le giostre bisogna dire qualcosa visto che perennemente usano un’area di parcheggio di fronte ai Carabinieri. Sarebbe utile se avessero un posto adibito alle giostre e non usino le aree al parcheggio.

 

 

Si vota:

34  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, UPD, SD, V, IdV, LUDF, RP

0  Contrari: 

1  Astenuti:  Esposto (UPD)

APPROVATA

 

 

 

 

 

13 - Mozione per problematiche sicurezza in Via Manduria: il Presidente della Commissione, Sarina (LN), illustra il punto.

La Commissione in data 30.11.2007 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Esposto (UPD):

visto che abbiamo fatto molte delibere sulla sicurezza è ora di fare una mappatura sulla sicurezza per verificare i risultati eventualmente ottenuti.

 

Brusatori (LUDF):

qui viene posta una questione controversa. Se ci chiedono più sicurezza è un conto o trovano solo comodo fare 300 metri in meno con l’auto. Voterà contro. Esistono delle regole e il Settore competente non potrà che respingere alcune delle richieste.

 

Gandolfi (IdV):

ringrazia il Presidente per aver accolto le modifiche richieste tramite e-mail, ma c’è lo stesso un problema.

Gli pare che non abbia molto senso concedere una deroga ai soli abitanti di una cascina che sarebbero gli unici autorizzati a percorrere contromano una via che è a senso unico, probabilmente in orario serale come ci hanno spiegato, in una via che ora è scarsamente illuminata. Sarebbe come assumersi la responsabilità morale in caso di incidente frontale. Non intende avallare una simile richiesta che rappresenta un grave rischio per l’incolumità di coloro che la chiedono.

Conserva quindi delle forti perplessità circa il punto 1 che a suo modo di vedere dovrebbe quantomeno essere modificato affinché sia posto in essere solo dopo la realizzazione dei punti 2, 3, 5, cioè dopo l’allargamento della strada e il potenziamento dell’illuminazione e la posa di dissuasori di velocità. Conserverebbe comunque delle perplessità anche in quel caso.

Chiede il voto per punti separati per poter esprimere perplessità sul punto 1.

 

Sarina (LN) Pres. Comm. (replica):

non condivide la richiesta di modifica fatta da Gandolfi.

Non tocca a lui decidere sul voto per punti separati.

Sicurezza si fa anche con una migliore viabilità. Quello che ci hanno chiesto è legato alla sicurezza, tutto è conseguenza dell’esigenza di maggiore sicurezza.

Ricorda che fino a qualche anno fa era doppio senso di marcia.

Ricorda che già ora c’è deroga per i mezzi agricoli con opportuna segnaletica.

Il punto uno chiede solo di verificare la possibilità di una deroga. Non siamo noi politici che ci prendiamo la responsabilità morale. Saranno poi i

 

Presidente C.d.Z. 5:

no alla richiesta di voto per punti separati

 

 

Gandolfi (IdV):

contesta la decisione del Presidente e chiede il parere del funzionario, come previsto dai Regolamenti. Si adeguerà a quanto dirà il funzionario in base ai Regolamenti.

 

Porciani (funzionario):

legge l’Art. 66 del Regolamento di Organizzazione e Funzionamento del Consiglio Comunale in base al quale: “Quando il testo da mettere ai voti contenga più disposizioni o si riferisca a più soggetti o oggetti o sia comunque suscettibile di essere distinto in più parti aventi ciascuna un proprio significato logico o un proprio valore dispositivo, il Presidente del consiglio, se richiesto, può ammettere la votazione per parti separate.

 

Presidente C.d.Z. 5:

visto che l’Art. 66 dice che “può”, ma non che “deve”, lui decide di rifiutare la richiesta di voto per punti separati.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Gandolfi (IdV):

stigmatizza la non accettazione da parte del Presidente del C.d.Z. 5 della richiesta di voto per punti separati che avrebbe permesso di esprimere una valutazione politica ben precisa su un punto specifico della proposta.

Nel merito delle proposte contenute nel testo, condivide le richieste fatte nei punti 2, 3, 4, 5, 6, e le sottoscrive come sacrosante, ma non può votare a favore della mozione per la presenza del punto 1 che mette a repentaglio la sicurezza delle persone. Quindi il gruppo Di Pietro Italia dei Valori si asterrà.

 

 

Si vota:

25  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN

2  Contrari:  LUDF, Muzzana (UPD)

8  Astenuti:  SD, V, IdV, RP, Decensi Esposto Devoto Pavoni (UPD)

APPROVATA

 

 

 

 

 

14 - Apertura Sala Giochi di Via Medeghino 39: richiesta parere: il Presidente della Commissione, Sarina (LN), illustra il punto. Motiva il fatto che se ne discute stasera nonostante il ritiro per portarlo nuovamente in Commissione: dopo il ritiro non è riuscito a individuare nuovi elementi quindi lo riporta direttamente in Consiglio.

La Commissione in data 07.11.2007 ha espresso PARERE NON FAVOREVOLE

 

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Zucco (FI):

presenta un emendamento interamente sostitutivo della delibera.

Legge il testo dell’emendamento.

 

Presidente C.d.Z. 5:

precisa che in questo caso per il parere richiesto non esiste il silenzio assenso. Fino a quando non diamo un parere non si può procedere, mentre qualora esprimessimo un parere, qualunque esso fosse, non sarebbe vincolante. Diventa invece, di fatto, vincolante qualora il C.d.Z. 5 non esprima un parere.

 

Brusatori (LUDF):

abbiamo quindi un potere per bloccare la sala giochi.

 

Presidente C.d.Z. 5:

di fatto non esprimiamo parere con queste motivazioni e blocchiamo tutto.

In realtà non si può parlare di un emendamento, poiché non potrebbe essere totalmente sostitutivo, ma di una mozione urgente, percui invita a raccogliere il numero di firme necessario per renderla urgente.

 

Decensi (UPD):

nell’emendamento mancano però le considerazioni inerenti la zona dove vorrebbero fare la sala giochi.

 

Esposto (UPD):

a quanto pare la Commissione aveva espresso parere negativo ma se lo diamo non è vincolante, ma siccome è obbligatorio fin quando non lo diamo blocchiamo tutto. Ed è questo quello che vuole fare l’emendamento.

 

Angiulli (RP):

se l’emendamento blocca la richiesta, allora va bene.

 

Berdot (SD):

non può però finire in questo modo. C’è bisogno di un parere documentato e motivato. Dobbiamo esprimerci politicamente.

 

Gandolfi (IdV):

sinceramente non credeva di dover discutere questa sera l’argomento, visto che l’ultima volta il Presidente di Commissione aveva rinviato il punto per tornare ad approfondirlo in Commissione. In Commissione non ci siamo ancora tornati e non comprende come mai si sia invece ritornati direttamente in Consiglio. Chiede il rinvio in testa al prossimo Consiglio per avere il tempo di studiare l’emendamento con calma, visto che si tratta di un testo lungo e complesso, e chiede quindi di chiudere qui i lavori.

L’emendamento è un colpo di scena e non sono due righe. Da una prima lettura sommaria gli pare di poterlo condividere nei contenuti, ma vorrebbe pesare tutte le frasi in esso espresse. La richiesta di rinviare i lavori all’apertura del prossimo Consiglio mi pare non vada a mutare nulla visto lo spirito dell’emendamento che non è certo quello di fare le cose in fretta, ma anzi di bloccare il parere richiesto.

 

Pavoni (UPD):

avevamo due strade come Consiglio: fare finta di nulla e andare avanti o fare un documento come quello preparato.

 

Caime (FI):

invece di fare politica gli pare si faccia poesia. Non si fanno mozioni invece di dare un parere obbligatorio. Dobbiamo dare il parere. Se non diamo il parere diventa una decisione vincolante.

 

Beghi (UDC):

condivide spirito dell’emendamento. È un forte segnale che il Consiglio può dare. Non dobbiamo dare un giudizio nel merito altrimenti è un parere. I pareri del C.d.Z. devono essere vincolanti.

 

Zolla (AN):

si dice soddisfatto del fatto che si prenda una posizione ben chiara nei confronti dell’amministrazione centrale. Spera che sia un segnale chiaro da fare arrivare al centro. Auspica di prendere iniziative sempre più forti per la dignità del Decentramento.

 

Baroncini (FI):

di fatto l’emendamento è stato tramutato in una mozione urgente. Non condivide le perplessità di Caime.

 

Caime (FI):

se è una mozione urgente non era questo il momento della presentazione delle mozioni.

 

Gandolfi (IdV):

chiede chiarimenti: quindi non stiamo più discutendo il punto 14, ma siamo passati a una mozione urgente? Chiede conferma. Condivide il contenuto, ma non gli è chiaro la natura del documento. Per altro il consigliere Zucco che lo ha presentato poteva almeno fare la fatica di rimanere in aula invece di andare a casa.

 

Presidente C.d.Z. 5:

il punto 14 chiede un parere favorevole o contrario, se non si vuole esprimere il parere dobbiamo dare la precedenza ad un documento che spieghi il motivo per cui il C.d.Z. 5 non esprime il parere. Di fatto è una motivazione per non esprimere il parere.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Esposto (UPD):

chiede di modificare una parte del testo. Altrimenti si astiene.

 

Presidente C.d.Z. 5:

il proponente non c’è e quindi diventa problematico decidere se accettare la modifica del testo.

 

Bramati (FI):

è un testo già sottoscritto e il proponente è andato a casa. Non vogliamo modificare il testo.

 

Gandolfi (IdV):

condivido lo spirito del documento proposto, ma vista l’importanza che vuole avere non gli pare sensato blindare il testo. Visto anche il fatto che non c’è fretta di arrivare al voto. Anche lui avrebbe delle modifiche da chiedere soprattutto nel primo paragrafo perché ci sono dei ragionamenti che possono indurre a ritenere che si stia dando un parere e sarebbe quindi opportuno eliminare quel passaggio. O si rimanda tutto al prossimo Consiglio o non voterà questo testo che la maggioranza ha deciso di presentare a sorpresa senza condividerlo preventivamente con l’opposizione. Il gruppo dell’Italia dei Valori non partecipa al voto in base all’Art. 8 comma 4.

 

 

Si vota la Mozione Urgente sulla richiesta parere per la Sala Giochi di via Medeghino:

25  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN, V, LUDF. Decensi Devoto Pavoni (UPD)

0  Contrari:  

1  Astenuti:  Esposto (UPD)

1  Art. 8 comma 4:  IdV

APPROVATA

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 21.43 circa, essendo esauriti i punti all’ordine del giorno, dichiara chiuso il C.d.Z. 5.

 

 

-----------------------------------

 

N.B.: qui di seguito riporto la corrispondenza delle sigle abbreviate con il corrispondente partito:

 

FI – Forza Italia

AN – Alleanza Nazionale

UDC – Unione Democratica Cristiana

LN – Lega Nord

UPD – Ulivo per il Partito Democratico  

SD - Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo

PRC – Rifondazione Comunista

LUDF – Lista Uniti con Dario Fo

V – Verdi

RP – Rosa nel Pugno

IdV – Di Pietro Italia dei Valori

 

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail