NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

a cura di

Luca Gandolfi

 

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

www.lucagandolfi.it

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 23/11/200

 

 

orario di convocazione: 18.30

inizio formale effettivo alle ore: 18.49

 

 

 

 

Appello: 35 presenti: 14 su 16 del centrosinistra / 21 su 25 del centrodestra

[altri consiglieri arrivano poi nel corso della serata]

 

 

Il Presidente del C.d.Z. 5 nomina gli scrutatori:

Scuglia (AN), Gambuto (FI), De Allegri (U)

 

 

 

 

Da o.d.g. del C.d.Z. 5 del 09.11.2006

 

Pavoni:

informa che non partecipa alla discussione perché coinvolto in una delle Cooperative interessate.

[esce dall’aula]

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE URBANISTICA, EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA, T.T.V. 

 

7 - P.I.I. “Conca Fallata” – Alzaia Naviglio Pavese n. 260 – Area ex Cartiera Binda: richiesta permesso di costruire per opere di urbanizzazione primaria e secondaria e scomputo degli oneri di urbanizzazione – RICHIESTA PARERE: il Presidente della Commissione, Caime (FI), illustra il punto. C’è un asilo nido.

La Commissione in data 31.10.2006 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

Dibattito

Intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (IdV):

La Commissione è stata convocata per un’ora, la durata effettiva è stata di circa 45 minuti e lo svolgimento dei lavori non hanno permesso di chiarire tutti gli aspetti e di rispondere a tutte le domande che erano state poste. Quindi per il futuro chiediamo che quando vi sono all’ordine del giorno argomenti complessi come un PII la durata della commissione sia di un’ora e mezza o due, fornendo preventivamente ai consiglieri membri la documentazione utile ad analizzare il punto in discussione, magari anche in formato elettronico (.pdf o powerpoint). 

Sul punto rimangono comunque da chiarire molti aspetti, in particolare quelli inerenti i servizi di cui sarà dotato questo nuovo quartiere. Pertanto conferma il voto di astensione dato in Commissione.

 

Berdot (U):

imbarazzante la Commissione. Chiuso i lavori prima nella precedente e poi iniziato in ritardo. Solo 5 minuti per e domande. È terzo episodio di urbanizzazione di questa zona.

Una volta creati sono quartieri ghetto con pochi servizi, scarsi mezzi pubblici. Come il Basmetto o il Caimera. I privati fanno affari, si costruiscono insediamenti e i costi sociali vengono lasciati al comune. Non sono quartieri dormitorio. Non è fare urbanistica seriamente.

 

Garufi (PRC):

il progetto era complesso e articolato, complicato per i non addetti ai lavori. Impressione è stata pessima. Collocare almeno 600 appartamenti tra Naviglio e autostrada senza dotarli dei servizi il quartiere. Fanno solo un asilo nido, troppo poco. Risposte vaghe alle domande. Come facciamo a dare un parere con così poche informazioni? Molti gli esempi deludenti di nuovi quartieri realizzati senza servizi. Suo parere è negativo, ma non ideologicamente. È sbagliato nei fatti.

 

Fumagalli (U):

sono oneri di urbanizzazioni infelici. Evitiamo ripetere sbagli di altri quartieri come il PRU ex OM. In sede di urbanizzazioni non basta creare delle case, ci vogliono anche i servizi. Solo un asilo nido non è sufficiente. In Commissione non si riesce ad approfondire.

 

Brusatori (LUDF):

questo modo di fare urbanistica a Milano sembra l’urbanistica post-guerra, ma in quel contesto poteva esserci una logica che ora non ha più senso. La causa vera dell’inquinamento è questo modo di fare urbanistica. Non è urbanistica di servizio: si costruisce dove trovano spazio per costruire, senza creare i necessari servizi. In questo caso è urbanizzazione isolata dal resto della città.

 

Decensi (LF):

ha capito che noi dobbiamo dare valutazione socio ambientale, ma è impossibile se non ci vengono dati degli elementi necessari a questa valutazione. Non ci volevano dire neanche quanti erano i potenziali abitanti.

 

Repossi (V):

elementi presentati in Commissione sono insufficienti a valutare. Problema della casa è importante, ma bisogna tener presente anche il fatto che molti milanesi in questi anni sono usciti da Milano per poi entrarvi per lavorare. Bisogna pensare a una serie di servizi in quartieri di queste dimensioni. Bisogna valutare cosa significa portare 3000 persone in più in città. Devono essere cittadini serviti come gli altri. Mancano negozi e servizi. Non è discorso di destra o sinistra.

 

De Allegri (U):

perplesso per ulteriore carico di abitanti nella nostra zona senza adeguate strutture, servizi, socialità. Si creerà un altro punto di forte disagio. L’impatto ambientale e sociale è notevole se si considera che è un quartiere chiuso su sé stesso e senza servizi. È solo un altro dormitorio. Difficoltà viabilistiche e di carenze di trasporti pubblici. Il C.d.Z. 5 ha una grossa responsabilità nel dare un parere. Manca anche un luogo di culto e di un insediamento sociale.

 

Zolla (AN):

è dell’idea che in insediamenti urbanistici importanti venga creato un centro in ogni periferia. Purtroppo ci troviamo ancora di fronte a progetto che vede coinvolti dei rappresentanti istituzionali, cioè dei consiglieri di zona. Quali sarebbero i modelli urbanistici da prendere ad esempio?

 

Angiulli (RP):

questa Commissione ha grande importanza. Chi costruisce è una cosa, altra cosa sono le valutazioni sul tipo di intervento. Pessima l’impressione sui servizi insufficienti per il quartiere. Non siamo contrari a priori a costruire nuovi quartieri, ma devono essere dotati di servizi. Grave la mancanza di tempo per approfondire in Commissione.

 

De Allegri (U):

sulle dichiarazioni di Zolla ricorda che il consigliere coinvolto è uscito dall’aula prima della votazione e non ha neppure influenzato le opinioni dell’opposizione. Valutazioni che poi verificheremo al momento del voto.

 

Presidente C.d.Z. 5:

la cosa è limpida. Ha correttamente non partecipato alla discussione del punto.

 

Caime (FI) Pres. Comm. (replica):

Accoglie invito per il futuro su avere Commissioni più lunghe in caso di argomenti così complessi.

Nel merito si dice stupito. Nessuno ha compreso che votiamo gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria.

Abbiamo circa 500.000 abitanti in meno a Milano, per colpa delle Giunta di sinistra. Questo è insediamento anche di edilizia convenzionata. Abbiamo piazze, strade, e un asilo. Ci impegneremo per ulteriori necessità come i mezzi pubblici.

Contesta che alcuni consiglieri hanno avuto comportamenti poco educati nei confronti dei tecnici che erano venuti.

 

Zolla  (AN) (per f.p.):

ribadisce che si riferiva a fatto scritto a verbale: un consigliere non partecipa al voto perché fa parte di una Cooperativa coinvolta. Capisce che possa dare fastidio.

 

Brusatori  (LUDF) (per f.p.):

sue considerazioni sono teorie urbanistiche dell’urbanistica moderna.

 

Garufi (PRC) (per f.p.):

pensava fosse stata chiarito l’episodio. Ha già chiesto scusa per la bestemmia che gli era sfuggita. Anche lui insultato da risposte ottenute e nessuno si è scusato.

 

De Allegri  (U) (per f.p.):

contento che Zolla si assuma responsabilità di ciò che dice.

 

 

Dichiarazioni di voto:

 

Gandolfi (IdV):

richiama Presidente a mantenere dibattito su piano civile e evitare interruzioni.

Cambia la sua dichiarazione di voto e voterà contro.

 

 

Si vota:

21  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN

14  Contrari:  U, PRC, LF, V, IdV, LUDF, RP

0  Astenuti: 

APPROVATA

 

 

 

-------------------------FINE o.d.g. del C.d.Z. 5 del 09.11.2006-----------------------

 

 

 

INTERVENTI DEI CITTADINI:

 

Sig.ra A. Marescotti – su Quartiere Fatima:

fatto raccolta di firme su area vicino via Chopin, via Rogers; un’area abbandonata a sé stessa. Vero che il verde non manca, ma è area degradata che andrebbe riqualificata. Oggetto di discariche abusive. In tale area è anche avvenuto stupro di una ragazza. Consegna le 430 firme e la petizione. Chiedono sistemazione dell’area e fanno anche una proposta precisa: manca un centro aggregativo e quindi chiedono la realizzazione di una biblioteca.

C’è anche area privata nelle vicinanze che è stata recentemente ripulita e recintata.

 

Sig. A. Butti – su Quartiere Fatima:

interviene a sostegno della petizione appena presentata. È area diventata pattumiera e non si capisce bene quali attività vengono svolte. C’è vicino una fermata del tram e l’area limitrofa rischia di diventare area in cui vengono aggredite ragazze.

 

Sig. V. Leverano – Comitato Cascine Chiesa Rossa:

è Presidente del Comitato Cascine Chiesa Rossa. Consegna un promemoria riguardante il complesso Cascina Chiesa Rossa. Grazie a lavoro del comitato è stato ottenuto il restauro di parte del complesso monumentale.

Situazione attuale è però in stallo. Lavori fermi. Necessario anche uso pubblico di quest’area, non solo restauro. Eravamo presenti a incontro di Sgarbi con associazioni e lo hanno interessato

 

Sig.ra G. Valassina – Comitati dei Navigli: 

due argomenti. Si augura che ex area Binda venga riqualificata adeguatamente. Riporta attenzione sul Naviglio Pavese e mancanza cura delle sponde. Inoltre il problema dell’isola pedonale e mancanza attenzione ai residenti che si ritrovano tagliati fuori dalla città. Chiedono a C.d.Z. 5 di occuparsi del problema.

Poi c’è questione del provvedimento n° 624 che questo C.d.Z. 5 non ha curato argomento. Chiede che argomento venga trattato.

 

 

 

 

Da o.d.g. del C.d.Z. 5 del 23.11.2006

 

 

1 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): il Presidente del C.d.Z. 5 illustra il punto.

Vengono tacitamente approvati i Verbali:

n° 8 del 19.10.2006

n° 9 del 26.10.2006

Si astengono i seguenti consiglieri: Gandolfi, De Allegri, altri.

 

 

 

 

 

2 - Comunicazioni del Presidente:

1) fa condoglianze a consigliere Denari a nome di tutto consiglio;

2) rinvio Commissione sicurezza del 29 novembre al 4 dicembre;

3) incontro con il Sindaco su Decentramento; assestamento di Bilancio troppo tardi; problema di via Boifava per sicurezza sul SerT; problema Pompeo Leoni e altri siti; sui programmi lavori dei quartieri popolari; sul Parco Ticinello; problemi dei trasporti e prolungamento MM2;

4) su Teatro Ringhiera in capigruppo Direttore illustrato bozza del Bando, in prospettiva di fare un gruppo di lavoro sull’argomento;

5) i punti 11 e 12 saranno votate l’immediata eseguibilità;

6) Banco Alimentare ha fatto pervenire manifesti su iniziativa finanziata da vari C.d.Z.  

 

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione dell’opposizione e una di maggioranza

(dalle 20.05 alle 20.23)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 20.23

 

Appello: ?? presenti: 14 su 16 del centrosinistra / ?? su 25 del centrodestra

 

 

 

 

 

3 - Comunicazioni dei Consiglieri:

[Mozioni e interrogazioni da parte dei Consiglieri di Zona ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento sul Decentramento e degli articoli 11, 12, 13 del Regolamento Interno]:

 

 

Gandolfi (IdV):

spiega che ha presentato molte istanze su varie problematiche segnalategli dai cittadini. Istanze che sono già state protocollate e già personalmente inviate agli assessori competenti. Leggerà quindi solo l’argomento di ciascuna. Lascerà poi ai colleghi del centrosinistra l’onere di illustrare i contenuti di ciascuna istanza.

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Richiesta di sistemazione dell’area parcheggio antistante al Centro Sportivo di via Teresa Noce 5” (già protocollata)

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Giardini pubblici di via Boeri e via Aicardo: lampioni danneggiati da atti vandalici; sanpietrini divelti dalla pavimentazione e buttati all’interno dell’area cani; gruppetto di ragazzi che parcheggia in doppia fila e gioca a pallone in mezzo alla strada” (già protocollata)

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “QUARTIERE POMPEO LEONI: richiesta di completamento della segnaletica orizzontale in via Spadolini ove mancante per chiarire meglio dove non è possibile parcheggiare” (già protocollata)

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “PARCO DELLE MEMORIE INDUSTRIALI: problematiche relative agli ingressi al parco: 1) ingresso di soccorso in via Spadolini 9/a e 9/b sempre occluso da veicoli parcheggiati in divieto di sosta e solo pedonale; 2) ingresso di via Pompeo Leoni con ampio cancello ma privo di relativo passo carraio” (già protocollata)

- presenta una INTERROGAZIONE avente per oggetto “ORTI URBANI VIA CHIESA ROSSA: richiesta di chiarimenti sulle modalità con cui l’impresa Brolo ha bonificato l’area adibita a orti urbani, in particolare nella parte in cui ha dovuto rimuovere accumuli di rifiuti (vedi risposta AMSA n°5141.1) e richiesta di fare ripristinare il muro del confinante rottamaio precedentemente crollato e tuttora pericolate (vedi risposta AMSA n°5141.1)” (già protocollata)

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Parco Ravizza: archetti divelti e auto parcheggiate abusivamente in via Bach (da Lettera al Corriere del 17.11.2006)” (già protocollata)

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “QUARTIERE CASCINA CAIMERA: 1) richiesta di dissuasori di velocità in via Donna Prassede; 2) sollecito a risoluzione problema di parcheggio di grossi camion in area parcheggio di via Donna Prassede, questione già segnalata in precedente ISTANZA (P.G. 237611/2006 del 10.03.2006)” (già protocollata)

- segnala inoltre che nello scorso C.d.Z. 5 abbiamo deliberato una iniziativa della Commissione Sanità e Anziani per una Gita a Lodi per gli anziani della Zona 5. Il consigliere Brusatori ha trovato invece un volantino presso il CAM Gratosoglio in cui la Gita a Lodi sarebbe rivolta solo agli anziani dei CAM e per partecipare devono versare 27,00 euro. Il volantino risulta firmato dal Presidente della Commissione PMZ e non da quello della Commissione Sanità e Anziani, come invece risulta dalla delibera n° 85 approvata il 09.11.2006. Chiede chiarimenti in merito.

- su provvedimento 624 ricorda che il centrosinistra ha presentato una istanza con richiesta di analizzare l’argomento in Commissione Urbanistica, ma ciò non è ancora avvenuto.

 

Berdot (U):

sulla questione del volantino della Gita a Lodi. Se è attività della Commissione Anziani deve essere per tutti gli anziani. Legge il testo della delibera.

 

Caime (FI):

informa i membri della Commissione Urbanistica che hanno ricevuto informazioni sugli oneri di urbanizzazione da spendere in zona. Ha già convocato la commissione di due ore.

 

Brusatori (LUDF):

conferma che il volantino lo ha trovato lui in CAM Gratosoglio.

- presenta una INTERROGAZIONE avente per oggetto “Su voci che girano al Gratosoglio sulla Polizia Locale

- presenta una RICHIESTA di C.d.Z. 5 straordinario avente per oggetto “Sul CQ II al Gratosoglio” (di tutto il centrosinistra)

 

Esposto (LF):

- legge il testo dell’ISTANZA presentata dal consigliere Gandolfi (IdV) su via Donna Prassede.

Aggiunge su questione del volantino: era chiaro che era iniziativa per tutti gli anziani.

 

De Allegri (U):

torna su questione delle Cascine Chiesa Rossa: sollecita la ripresa dei lavori di restauro. Era percorso condiviso con la maggioranza. Sollecita anche analisi sulla richiesta pervenuta, con attenzione anche alle richieste del Comitato.

- legge il testo dell’ISTANZA presentata dal consigliere Gandolfi (IdV) su Parco Ravizza e parcheggio abusivo.

È questione diffusa anche al Baravalle.

 

Pavoni (U):

- legge il testo dell’ISTANZA presentata dal consigliere Gandolfi (IdV) sulla segnaletica orizzontale mancante in via Spadolini.

 

Garufi (PRC):

- legge il testo dell’ISTANZA presentata dal consigliere Gandolfi (IdV) sul problema degli ingressi al Parco delle Memorie Industriali.

 

Soncini (U):

- legge il testo dell’ISTANZA presentata dal consigliere Gandolfi (IdV) sulla Richiesta di sistemazione dell’area parcheggio davanti a Centro sportivo di via Teresa Noce 5.

Si riallaccia alle proteste relative al volantino sulla Gita a Lodi e commenta.

 

Fumagalli (U):

intervento solo verbale: è fatto gravissimo quello che è accaduto sulla Gita a Lodi. È atto illegale. A questo punto dobbiamo dubitare di tutto.

 

Lombardelli (U):

- legge il testo dell’ISTANZA presentata dal consigliere Gandolfi (IdV) sulla Bonifica degli orti urbani

 

Repossi (V):

- legge il testo dell’ISTANZA presentata dal consigliere Gandolfi (IdV) sui Problemi giardini via Boeri e Aicardo

 

Lupi (FI):

- presenta una ISTANZA avente per oggetto “Su Metrotranvia e pericoli in piazza Agrippa

 

Muzzana (U):

intervento solo verbale: sui pass per i consiglieri

 

Decensi (U):

- legge il testo della INTERROGAZIONE presentata dalla consigliera Berdot (U) sulla questione del volantino per la Gita a Lodi

 

Presidente di C.d.Z. 5:

tempo esaurito. Chiede se possiamo discutere almeno un altro punto.

 

Pavoni (U):

chiede riunione dei capigruppo sulla proposta del Presidente

 

Presidente di C.d.Z. 5:

le ragioni sono chiare. Siamo in ritardo.

 

[In un primo momento rifiuta la riunione dei capigruppo. Sembra che chiuda alle 21.08 poi decide di accettare una riunione dei capigruppo che si protrae per parecchio, seguita da una riunione dei gruppi di opposizione. Alle 22.06 circa si rientra in aula.]

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione dei capigruppo e poi una dell’opposizione

(dalle 21.10 alle 22.06)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 22.06

 

 

Pavoni (U):

fatto incontro di capigruppo per far presenti alcune situazioni che per noi non erano soddisfacenti, in particolare riguardante la conduzione di alcune Commissioni. In particolare, per questa sera i problemi riguardano la Commissione P.M.Z. e il percorso che ha fin qui intrapreso che non riteniamo sia corretto e che disattenda anche a quanto era previsto dalla Delibera di Giunta che li aveva istituiti. Stiamo decidendo di cifre consistenti, circa 450.000,00 euro, senza compiere quella parte che ci compete, cioè dando degli indirizzi sul lavoro che poi i CAM dovranno fare. Si potrà anche arrivare a dire che va bene quello che è stato fatto nel passato, magari con delle piccole modifiche, ma bisogna arrivarci con un percorso condiviso in cui la parte politica esprima degli indirizzi che spetterà poi alla componente amministrativa attuare. La strada da seguire è quindi quella indicata dalla Delibera con cui si è data vita ai CAM. Chiediamo quindi la disponibilità della maggioranza a rivedere le modalità con cui si lavora nella Commissione CAM e quindi anche la proposta di delibera stessa, rispetto a come è stata presentata questa sera. A fronte di questa eventuale disponibilità della maggioranza, noi siamo disponibili a deliberare gli altri punti di questa sera che la maggioranza voleva anticipare (11 e 12), ma non questa sera.

 

Presidente di C.d.Z. 5:

speravamo che una volta chiarite le cose nei capigruppo si potesse procedere con l’approvazione questa sera almeno dei punti 11 e 12 che ci pareva di aver capito non creassero problemi all’opposizione. Anche perché dopo l’approvazione resta molto lavoro da fare e sarebbe estremamente utile riuscire ad approvarli questa sera. Chiede a Bramati di spiegare le ragioni per cui sarebbe utile approvare questa sera quei due punti, in particolare quello dell’educazione.

 

Bramati (FI) Pres. Comm. Educazione:

l’urgenza è dovuta dal fatto che dobbiamo erogare i fondi entro la fine di quest’anno per iniziative che si devono svolgere entro il 31.12.2006.

quelle di questa sera necessitano di un lavoro tra gli uffici e le scuole per l’organizzazione delle iniziative stesse, con un notevole volume di lavoro. In un caso di meno perché lo spettacolo è già fissato, ma l’altra necessita di un lavoro preparatorio.

Inoltre, informa che questa sera pensava di proporre una diminuzione dell’importo perché erano già state fatte delle verifiche relative alla risposta delle scuole percui da 14.000,00 si sarebbe passati a 11.500,00 euro di fondi MAAP, in particolare per il teatro sarebbero stati acquistati 600 biglietti per una spesa di 4.500,00 euro e per l’altra iniziativa da 8.000,00 si riduceva a 7.000,00 euro. L’urgenza rimane.

 

Baroncini (FI):

nella riunione dei capigruppo abbiamo chiarito quale fosse il punto problematico, cioè il punto 9 dei CAM, per cui siamo disponibili a rivederlo, ma per i punti 11 e 12 riteniamo sia opportuno votarli questa sera.

 

Fumagalli (U):

sull’11 e 12 non avevamo particolari problemi, anche se non ci sono in realtà vincoli particolari ad approvarli nel prossimo Consiglio. Nessuno dei due presenta delle iniziative che scadono e anche il 29 siamo in tempo per approvarli. Sono comunque provvedimenti che condividiamo.

È sul punto 9 dei CAM che ci sono gravi problemi. Su questo punto noi minoranza stiamo difendendo – anche negli interessi della maggioranza – il ruolo del Consiglio di Zona nel definire gli indirizzi programmatici dei CAM. Non compete agli uffici amministrativi il compito di fare programmazione, ma solo quello di attuare gli indirizzi stabiliti dalla componente politica.

Non abbiamo problemi relativamente all’approvazione dei circa 50.000 euro per portare a termine la programmazione del 2006. ma non siamo d’accordo che con questa delibera si vada a d impegnare tutto il 2007 senza aver potuto svolgere il nostro ruolo riguardo agli indirizzi programmatici. Bisogna costruire insieme gli indirizzi programmatici, non farseli dettare dagli uffici amministrativi. A ognuno il suo ruolo. Noi fin da maggio, appena insediati, avevamo chiesto la creazione della Commissione PMZ per poter lavorare per tempo sugli indirizzi programmatici dei CAM. Ben venga la vostra disponibilità a rivedere la delibera, ma dobbiamo rifarla assieme.

 

Zolla (AN):

chiede di dichiarare aperta la discussione sul punto 11 di cui chiede l’inversione dell’ordine del giorno. Altrimenti non si capisce di cosa si stia parlando.

 

Gandolfi (IdV):

spiega che nei capigruppo ci era stata fatta la proposta di inversione dell’ordine del giorno per discutere almeno i punti 11 e 12. E su questo abbiamo ragionato poi nella riunione dell’opposizione. Il problema è chiarissimo: voi avete chiesto a noi di dare un segnale di distensione dopo l’ostruzionismo di questa sera, e noi abbiamo chiesto a voi un segnale concreto. Il problema è che se noi questa sera accettassimo l’inversione dei punti 11 e 12, punti di Commissioni con cui non abbiamo nessun particolare problema, saremmo gli unici a dare un segnale concreto e tangibile, mentre da parte vostra ci sarebbe semplicemente una fase di attesa in cui voi dovete riflettere senza però riuscire a dare questa stessa sera un segnale altrettanto concreto come sarebbe il nostro. Voi rimarreste su un terreno di decidere quale segnale dare e quando darlo. Quindi il discorso è semplicissimo, o anche voi riuscite questa sera a dare un segnale concreto, oppure li daremo tutti e due, maggioranza e opposizione, nel prossimo Consiglio, quando cioè entrambe saremo in grado di porre sul tavolo dei segnali concreti. Non voglio che la situazione degeneri, anche perché a nessuno piace un C.d.Z. che si svolge come si è svolto quello di questa sera. È però evidente che se voi forzate le cose questa sera, non migliorate la situazione.   

 

Baroncini (FI):

protesta e minaccia di votare questa sera anche il punto 9 se la minoranza non accetta di votare questa sera i punti 11 e 12 come chiesto nell’incontro dei capigruppo.

 

Mondi (FI) Pres. Comm. P.M.Z.:

dice di non capire bene quali siano i problemi sul punto 9. Dice che gli indirizzi di cui si dice che noi non diamo, sono in realtà descritti in delibera. Non è nostro compito trattare gli incarichi, chi assumere o non assumere, questo compete agli uffici. “Se andiamo a leggere la proposta di delibera che in qualche modo è stata concordata con gli uffici e con il Direttore il Dott. Mancuso, leggete attentamente, gli indirizzi politici sono questi qua.” [quelle tra virgolette sono le testuali parole, come risulta dalla registrazione] Commenta che si possono poi fare delle osservazioni di merito, come aveva fatto il consigliere Gandolfi in Commissione, su alcune varianti che sono state apportate per il 2007 rispetto alle attività svolte nell’anno in corso. Purtroppo sapete che abbiamo avuto i tempi stretti e se non lo approviamo rischia di saltare tutto. Insiste nel dire che gli indirizzi politici sono scritti in delibera. Si discuterà dopo se dare o meno la tessera per il ballo. Per quello c’è tempo.

 

Presidente di C.d.Z. 5:

pone in votazione la richiesta di inversione dell’ordine del giorno.

 

[anche gli ultimi consiglieri di centrosinistra che erano ancora in aula per far presenti le loro posizioni, abbandonano l’aula. Prima di uscire chiedono che venga fatto l'appello come avviene ogni volta che si rientra da una sospensione dei lavori del C.d.Z. 5. Rimangono solo i consiglieri di maggioranza]

 

 

Appello: 23 presenti: 0 su 16 del centrosinistra / 23 su 25 del centrodestra

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE EDUCAZIONE, SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZA 

 

11 - Programmazione iniziative IV° Trimestre 2006 approvate dalla Commissione: il Presidente della Commissione, Bramati (FI), illustra il punto. Le iniziative finanziate sono:

1) Iniziativa de LA VERDI - AUDITORIUM L.GO MALER per le scuole: uno spettacolo di Natale per le scuole. Si finanzia l’acquisto di biglietti per un importo massimo di 4.500,00 euro IVA compresa di fondi MAAP (invece di 6.000,00 inizialmente previsti).

2) Iniziativa Coop. OPERA D'ARTE per le scuole: Serie di laboratori, conferenze e visite guidate alla pinacoteca. Importo massimo previsto 7.000,00 euro IVA compresa di fondi MAAP (invece di 8.000,00 inizialmente previsti).

Precisa che rispetto a quanto scritto in delibera è già stata verificato che l’importo necessario è inferiore ai 14.000 euro e viene quindi ridotto a 11.500,00 euro di fondi MAAP.

La Commissione in data 14.11.2006 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ all’iniziativa (1); e PARERE FAVOREVOLE all’iniziativa (2).

 

Dibattito

Nessun intervento

 

Si vota:

23  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE SPORT E TEMPO LIBERO 

 

12 - Programmazione iniziative IV° Trimestre 2006 approvate dalla Commissione: il Presidente della Commissione, Beghi (UDC), illustra il punto.

1) Manifestazione "Tornei di Natale e Gran Galà" della Società Sportiva Ginnastica Milanese “Forza e Coraggio” per promuovere le diverse attività sportive. Importo massimo 6.000,00 euro IVA compresa di fondi MAAP.

La Commissione in data 15.11.2006 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

2) Manifestazione calcistica “I° Trofeo di Natale - Zona 5” per promuovere l’attività calcistica nella Zona 5. Rivolta a ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 12 anni. Importo massimo 6.000,00 euro IVA compresa di fondi MAAP.

La Commissione in data 20.11.2006 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ

 

Dibattito

Nessun intervento

 

Si vota:

23  Favorevoli:  FI, AN, UDC, LN

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 22.40 circa dichiara chiuso il C.d.Z. 5. I punti rimasti verranno discussi in testa al prossimo o.d.g. del C.d.Z. 5 del 29.11.2006.

 

 

-----------------------------------

 

N.B.: qui di seguito riporto la corrispondenza delle sigle abbreviate con il corrispondente partito:

 

FI – Forza Italia

AN – Alleanza Nazionale

UDC – Unione Democratica Cristiana

LN – Lega Nord

U – Ulivo

PRC – Rifondazione Comunista

LF – Lista Ferrante

LUDF – Lista Uniti con Dario Fo

V – Verdi

RP – Rosa nel Pugno

IdV – Di Pietro Italia dei Valori

 

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail