NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

a cura di

Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 21/04/200

 

orario di convocazione: 18.30

inizio effettivo alle ore: 18.45

 

[in sala, nello spazio adibito al pubblico, sono presenti un gruppo di giovani dei centri sociali e alcuni rappresentanti dell’ANPI per manifestare il loro dissenso nei confronti della mozione proposta da AN, di fatto, contro il consigliere Armanini (PRC). Vi è anche la presenza di personale della Digos e, fuori dal Consiglio, ci sono decine di agenti delle Forze dell’Ordine in assetto da sommossa.]

 

 

 

 

Appello: 34 presenti: 16 su 16 del centrosinistra / 18 su 25 del centrodestra

(altri arrivano nel corso della seduta)

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: ricorda che siamo in seconda convocazione perché era venuto meno il numero legale.

 

Il Presidente nomina gli scrutatori:

Scarcella (FI), Morana (UDC), Trimboli (PDCI)

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: a beneficio del pubblico presente, precisa che siamo in un C.d.Z. e non in una assemblea pubblica. I cittadini sono i benvenuti, ma non possono intervenire durante lo svolgimento dei lavori consiliari.

 

Berti (PRC): chiede una sospensione per una riunione delle opposizioni

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione delle opposizioni

(dalle 18.55 alle 19.05)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 19.05

 

Appello: 38 presenti: 16 su 16 del centrosinistra / 22 su 25 del centrodestra

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: ricorda che domani sera in questa sala ci sarà la celebrazione del 60° anniversario della Liberazione. Come sempre la manifestazione sarà ospitata dalla presidenza. Essendoci il suo nome sui volantini, tiene a precisare che lui si dissocia dalla frase in neretto apparsa su alcuni volantini che annunciano l’evento.

 

[N.B.: La frase in questione è la seguente: “Le manifestazioni per l’anniversario della Liberazione devono quest’anno essere l’occasione per dimostrare la forte determinazione di tutti i cittadini a respingere i tentativi di demolire i capisaldi della Repubblica con controriforme eversive che ne pregiudichino l’unità e gli assetti democratici”]

 

 

 

 

 

MOZIONI URGENTI  

 

1 - Mozione del cons. Procaccini (AN) e altri avente come oggetto la condanna dei recenti episodi di violenza politica in occasione della campagna elettorale per le elezioni regionali: il Pres. del C.d.Z. 5 lascia la parola al consigliere Procaccini (AN), primo firmatario della mozione.

Procaccini (AN): (primo firmatario e relatore) inizia la lettura del testo della mozione

[viene interrotto dalle proteste del pubblico presente, fino a quel momento rimasto in silenzio, che iniziano a gridargli “fascista, fascista, fascista”. Il consigliere prova a riprendere la lettura, ma viene nuovamente interrotto dagli stessi cori.]

Presidente del C.d.Z. 5: chiede il silenzio e di poter proseguire la seduta, altrimenti dovrà sospendere i lavori e riconvocare il Consiglio a porte chiuse.

[ora il pubblico intona cori del tipo: “Il 25 aprile non è una ricorrenza. Ora e sempre: Resistenza” e “Contro il fascismo e la sua violenza, ora e sempre: Resistenza”]

Presidente del C.d.Z. 5: sospende la seduta e convoca i capigruppo.

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione dei capigruppo col Presidente

(dalle 19.16 alle 19.48)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 19.48

 

Appello: 37 presenti: 16 su 16 del centrosinistra / 21 su 25 del centrodestra

 

[al nuovo inizio della seduta il pubblico si alza in piedi ed esce dall’aula ordinatamente, consentendo di riprendere i lavori.] 

 

Procaccini (AN): (primo firmatario e relatore) riprende a leggere il testo della mozione e porta fino in fondo la lettura.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

De Allegri (DS): rende noto quanto il centrosinistra ha chiesto in sede di capigruppo: si chiede di stralciare dal testo una serie di frasi e di lasciare solo ciò che rappresenta una condanna agli episodi di violenza. Presenta e legge il testo dell’emendamento e chiede di conoscere subito se il primo firmatario lo accetta o meno.

Procaccini (AN): (primo firmatario e relatore) dopo essersi consultato col suo capogruppo acconsente ad accogliere le modifiche proposte dall’emendamento. Tiene però a precisare che nei suoi intenti lo spirito della mozione voleva essere quello di stigmatizzare gli eventi violenti accaduti in campagna elettorale, ma farlo non con un semplice atto generico che si sarebbe poi perso tra le carte. Il suo intento era volto a stimolare una battaglia politica pacifica. I risultati sono stati opposti rispetto agli intenti, per questo ritiene utile la modifica del testo proposta. Non è una concessione fatta per le pressioni del pubblico.  

Presidente del C.d.Z. 5: legge il testo della mozione come risulta dopo le modifiche apportate.

 

Si vota:

32  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PDCI, Berti (PRC), Gandolfi

0  Contrari: 

3  Astenuti:  Caime e Viverit (FI), Armanini (PRC)

APPROVATO

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI, T.T.V.  

 

2 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: nessuna

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA PRESIDENZA  

 

3 - Concerto commemorativo dedicato a Elvis Presley realizzato in collaborazione con gli Assessorati al Decentramento e Moda e Grandi Eventi. Iniziativa istruita dalla Commissione Cultura Scuola Educazione, da finanziare con i fondi MAAP "Eventi Diversi". Immediatamente eseguibile: il Presidente del C.d.Z. 5, A. Pessognelli (FI), illustra il punto: un concerto per il 70° anniversario della nascita di Elvis Presley, organizzato dalla Harold & Mode, per una spesa massima di fondi MAAP della voce “Eventi diversi” di 7.880,00 euro IVA compresa. L’iniziativa è stata più volte analizzata dalla Commissione Cultura.

La Commissione Cultura del 09.03.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Berti (PRC): ritiene singolare che in questo panorama politico in cui il centrosinistra ha trionfato alle elezioni regionali, questa iniziativa sia stata portata avanti da un consigliere della Margherita che fa parte del centrosinistra, ma che si è rivolto prima alla maggioranza per ottenere il passaggio della proposta. Simili proposte si portano prima davanti alla propria coalizione e poi eventualmente si parla con la maggioranza. Il centrosinistra si è sempre schierato contro tutte le delibere che non avessero tutti gli elementi necessari per l’approvazione e in questo caso non è chiaro chi raccoglie i fondi per la beneficenza e chi ne beneficerà. Inoltre i quasi 8000 euro sono una cifra esagerata, visto anche il limitato budget dei fondi MAAP del C.d.Z. 5. legge una parte di un testo scritto che poi consegna.

Rusconi (AN): ascolterà volentieri un revival su Elvis. Sottolinea come sia uno di quegli eventi che non è collocabile politicamente. Voterà a favore.

Rapillo (M): ribatte a Berti che la delibera è chiara e ha tutti gli elementi necessari e il consigliere Berti fa un errore di valutazione. La beneficenza andrà all’ANSI [o sigla simile] e all’Associazione per le madri maltrattate. Ricorda come sia da ottobre 2004 che si analizza in Commissione questo evento, solo che Berti in Commissione non ci viene mai. È una manifestazione culturale di rilievo per la Zona 5.

Zolla (AN): condivide l’intervento di Rusconi. Dice che è bello constatare come in questo consiglio ci sia finalmente un’ala moderata tra l’opposizione in grado anche di fare proposte interessanti. È un’occasione storica per portare in una logica collaborativa con la parte moderata dell’opposizione. Peccato che siano in pochi. Non entra nel merito su Elvis, che può piacere o non piacere, di sicuro lui non condivide alcune scelte di vita di Elvis e non lo considera certo un modello morale da seguire.

Papa (PSI): il PSI da sempre è favorevole a iniziative culturali di spessore e con scopi benefici, però in questo caso voteremo contro perché: 1) i quasi 8.000 euro sono troppi per l’esiguo budget del C.d.Z. 5 ed inoltre l’organizzatore è una srl e non una onlus, quindi tende a fare profitti; 2) trova strumentale dire che si fa beneficenza tramite degli eventi.

De Allegri (DS): risponde a Zolla contestando che non è lui quello che può dare patenti di “moderati” o di “collaborativi”. Il centrosinistra ha valutato in piena autonomia l’iniziativa giungendo a visioni e giudizi differenti.

Berdot (DS): questa iniziativa aveva fatto sorgere inizialmente delle perplessità vista l’ingente somma richiesta e l’esiguità del budget del C.d.Z. ma ora sono state offerte le giuste garanzie. Non sarebbe corretto entrare nel merito dello spettacolo, ognuno ha i suoi gusti, è una iniziativa che ha anche un ritorno economico per la Zona visto che raccoglierà fondi che saranno poi assegnati ad associazioni di zona tramite un bando.

Trimboli (PDCI): è una iniziativa che ha valore musicale e culturale ed una valenza a livello cittadino. Il finanziamento richiesto è però sproporzionato visto che l’assessorato darà solo 4000 euro e la zona invece 8000, nonostante abbia meno fondi a disposizione. Ok all’iniziativa ma costa troppo, quindi si asterrà.

Luccietto (FI): FI è favorevolissima. L’iniziativa darà lustro alla Zona 5.

Presidente del C.d.Z. 5: due precisazioni: 1) la srl che ha fatto la proposta ha assicurato che limiterà il proprio guadagno alle sole spese sostenute, senza utili; 2) la destinazione dei fondi raccolti avverrà dopo che si sarà conclusa l’iniziativa e sarà il C.d.Z. 5 a decidere a chi destinare la raccolta benefica.

 

Dichiarazioni di voto:

Berti (PRC): PRC non parteciperà al voto a norma dell’Art. 8 comma 4. Fa però notare che in delibera non sono specificati i destinatari della beneficenza e ci sono invece dei puntini: “…”

De Allegri (DS): chiede che venga scritto in delibera che i beneficiari verranno decisi in un secondo momento dal C.d.Z. 5. I DS voteranno a favore.

 

Si vota:

30  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, DS, M, V, IdV, Gandolfi

2  Contrari:  PSI

1  Astenuti:  PDCI

2  Non voto a norma di Art. 8 comma 4:  PRC

APPROVATO

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE CULTURA, SCUOLA, EDUCAZIONE  

 

4 - Impronta Teatro p.s.c. a r.l. "Progetto di Scuola Teatro", concessione di utilizzo del Teatro Spazio Studio K, da finanziare con i fondi MAAP attribuiti per l'anno 2005 alla Commissione Cultura Scuola Educazione: essendo assente il Presidente della Commissione Cultura, il punto viene illustrato dal Presidente del C.d.Z. 5, A. Pessognelli (FI), che spiega: 8 spettacoli presso il Teatro Studio K a fine maggio e inizio giugno come saggi finali di un corso teatrale, per una spesa massima di fondi MAAP di 2.000,00 euro IVA compresa.

La Commissione Cultura ha dato PARERE FAVOREVOLE

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Nessun intervento

 

Si vota:

35  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATO ALL’UNANIMITÀ

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE SPORT E TEMPO LIBERO  

 

5 - Programmazione di iniziative in ambito sportivo da finanziare con i fondi MAAP, secondo trimestre 2005. Immediatamente eseguibile: il Presidente della Commissione Sport, S. Cammilleri (LN), illustra il punto: corso di basket e minibasket organizzato dalla Olimpic Team per una spesa massima di fondi MAAP di 1.800,00 euro IVA compresa.

La Commissione Sport del 08.04.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE

Precisa inoltre che vi è stata una integrazione della richiesta per posticipare il periodo di svolgimento dell’iniziativa, dovuta ai ritardi con cui il C.d.Z. 5 è arrivato a discutere del punto.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

De Allegri (DS): non prende parte ai lavori della Commissione ma gli è stato riferito che una delle iniziative approvate dalla Commissione sarebbe stata bloccata dagli uffici per aspetti formali. Chiede chiarimenti.

Berdot (DS): nulla da ridire sull’evento, ma chiede chiarimenti sull’altro punto che è stato bloccato dal Direttore di Settore e che quindi non possiamo deliberare questa sera. Ricorda che era una iniziativa meritevole della Forza e Coraggio.

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): ricorda che in Commissione si era parlato del problema emerso per la Forza e Coraggio ed erano state spiegate le ragioni per cui il Direttore di Settore avrebbe negato la sua firma. Dopo la Commissione si è fatto dare la copia di tutta la documentazione inerente la questione e probabilmente il testo scritto della proposta presentava alcune lacune formali, lacune che tuttavia erano state ampiamente colmate dalla spiegazione dell’iniziativa avvenuta in sede di Commissione, ragione per cui la Commissione aveva dato parere favorevole. Tuttavia in Commissione, quando si era analizzato il problema, era stato anche detto, insieme al responsabile della Forza e Coraggio, che sarebbe stata presentata una integrazione al testo della proposta scritta in modo tale da superare i problemi formali. Chiede se nel frattempo ciò è avvenuto e quando approveremo l’iniziativa.

Pavoni (DS): trova assurdo che una iniziativa analizzata in Commissione nei suoi contenuti venga fermata per dei cavilli formali dagli uffici.

Cammilleri (LN) Pres. Comm. (replica): spiega la natura dei problemi formali che hanno indotto il Direttore di Settore a fermare l’iniziativa, tra cui l’uso improprio della parola “contributi” trattandosi di fondi MAAP e il fatto che dal testo scritto sembrava che l’iniziativa fosse rivolta solo a 10 ragazzi, quando invece era rivolta a una utenza molto più ampia ed in parte composta di persone handicappate e ai 10 ragazzi bisognosi si diceva che si sarebbe offerta la gratuità. Nel frattempo la Forza e Coraggio ha protocollato l’integrazione della proposta che ora non presenta più problemi formali e ha avuto l’ok degli uffici. Non è però stato possibile inserirla nella delibera di questa sera e l’iniziativa dovrà tornare in Commissione prima e poi in C.d.Z. 5 per la delibera.

Presidente del C.d.Z. 5: precisa che concorda con il discorso di dare maggiore dignità e rispetto al lavoro politico e per questo, dopo aver parlato col Direttore, è stato stabilito che d’ora in poi il Direttore di Settore metterà la sua firma solo per attestare che vi è la copertura finanziaria dell’iniziativa, mentre la responsabilità sulla regolarità ricadrà sul Consiglio.

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione delle opposizioni

(dalle 20.49 alle 20.57)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 20.57

 

Appello: 33 presenti: 16 su 16 del centrosinistra / 17 su 25 del centrodestra

 

 

Dichiarazioni di voto:

De Allegri (DS): si compiace del fatto che vi sia stato un cambiamento di atteggiamento degli uffici. I DS voteranno a favore.

Villa (IdV): l’IdV voterà a favore.

Presidente del C.d.Z. 5: interrompe per spiegare che viste le interruzioni il Consiglio si protrarrà fino alle 21.20 per recuperare il tempo perso.

[Villa, riprendendo la parola, commenta: “meglio, così abbiamo più tempo …” intendendo più tempo per dilungarsi nelle dichiarazioni di voto]

Armanini (PRC): PRC voterà a favore. Ricorda però che a parte questa iniziativa, lo sport a Milano fa acqua da tutte le parti vista la cattiva gestione della Giunta albertini.

Trimboli (PDCI): PDCI voterà a favore.

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): come indipendente valuta positivamente l’iniziativa proposta e voterà a favore. L’unico rammarico è che questa sera non possiamo approvare anche l’ iniziativa della Forza e Coraggio che era stata condivisa e apprezzata per i suoi contenuti dalla Commissione, una iniziativa che era mirata a coinvolgere anche chi è meno fortunato di noi.

Detti (V): i Verdi voteranno a favore anche se lei personalmente ritiene che lo sport fa male.

Zaolino (M): la Margherita voterà a favore. Peccato che non ci sia anche l’altra iniziativa.

Cammilleri (LN) Pres. Comm.: precisa che il periodo in cui si svolgerà l’iniziativa è dal 26 aprile al 30 maggio.

 

Si vota:

33  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATO ALL’UNANIMITÀ

 

[con uno stratagemma il centrosinistra tenta di allungare i tempi facendo uscire dalla sala al momento del voto lo scrutatore Trimboli (PDCI), purtroppo non essendo informato della cosa il capogruppo della Margherita segnala che manca uno scrutatore che viene quindi sostituito per tempo dal consigliere De Allegri (DS)]

 

 

 

 

Luccietto (FI): (sull’ordine dei lavori) chiede l’inversione dell’ordine del giorno: chiede di anticipare il punto 7

De Allegri (DS): sottolinea che sono già le 21.15, il punto in discussione è stato finito ed è opportuno chiudere qui il Consiglio senza iniziare la discussione su altri punti, tantomeno anticipando il punto 7 che merita un tempo adeguato per sviluppare la discussione. Il C.d.Z. 5 va chiuso ora, senza aprire altri punti.

Rusconi (AN): si dice favorevole alla inversione proposta da Luccietto.

[il pubblico, che nel frattempo è rientrato in aula, gli fa le pernacchie]

Rusconi (AN): si lamenta del fatto che un consesso regolarmente eletto viene impedito nel suo normale funzionamento.

Presidente del C.d.Z. 5: chiede di votare il parere sulla richiesta di inversione dell’ordine del giorno.

[il pubblico continua a intonare cori contro il fascismo.]

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 21.17 dichiara chiuso il C.d.Z. 5. I punti rimasti verranno trattati nel prossimo C.d.Z. 5.

 

   

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail