NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

a cura di

Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 19/05/200

 

orario di convocazione: 18.30

inizio effettivo alle ore: 18.44

 

 

 

 

Appello: 22 presenti: 9 su 16 del centrosinistra / 14 su 25 del centrodestra

(altri arrivano nel corso della seduta)

 

 

Il Presidente nomina gli scrutatori:

De Padua (PSI), Morana (UDC), Trimboli (PDCI)

 

 

[I punti dall’1 al 2 sono gli ex punti 11 e 12 dell’O.d.G. del 12 maggio 2005, non trattati per esaurimento del tempo a disposizione] 

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI, T.T.V.  

 

1 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: NESSUNA     

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA PRESIDENZA  

 

2 - Richiesta di patrocinio gratuito per i progetti intitolati "Un asilo anche per me" e "Noi ragazzi, veri protagonisti" presentati dall'associazione "IsolaCheNonCè" per l'anno scolastico 2005/2006: il Presidente del C.d.Z. 5, A. Pessognelli (FI), illustra il punto.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Detti (V): chiede quando è stato analizzato in Commissione e quanto viene fatto pagare ai genitori.

 

Presidente del C.d.Z. 5: risponde che non è passata in Commissione. I costi non sono specificati, comunque sa che sono contenuti. A noi è chiesto solo il patrocinio. 

 

Si vota:

25  Favorevoli:  FI, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATO ALL’UNANIMITÀ  

 

 

-------------Fine dell’O.d.G. del C.d.Z. 5 del 12.05.2005--------------

 

 

 

 

 

INTERVENTI DEI CITTADINI:

 

Sig.ra M. PellizzerVice Presidente Legambiente Milano: interviene su una serie di irregolarità gravi nel cantiere di via Campazzino 17, sulle quali Legambiente ha fatto segnalazioni alla PM, la quale ha poi sospeso i lavori. Riguardante la stessa area questa sera il C.d.Z. 5 è chiamato a esprimere un parere su una concessione edilizia a sanatoria. Chiede che il C.d.Z. 5 esprima un parere negativo. È un manufatto storico manomesso e distrutto dai lavori che si stavano facendo.

 

Sig.ra M. MarcianòAssociazione Baia del Re: legge un testo scritto in cui si informa il C.d.Z. 5 di una serie di sgomberi che sono stati operati al quartiere Stadera nei giorni scorsi nei confronti di chi aveva occupato la casa per necessità. Tale azione condotta dall’ALER insieme alle Forze dell’Ordine è stata fatta nonostante fosse stato raggiunto un accordo. Se continuano così tra breve avremo circa 200 famiglie dello Stadera per strada. Rinnovano la loro richiesta di un tavolo di confronto.

 

 

 

 

 

3 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): il Presidente del C.d.Z. 5 illustra il punto.

Vengono tacitamente approvati i verbali:

n° 153 del 05/05/2005

Si astengono i consiglieri: Berti, Gandolfi, Muzzana.

 

 

 

 

 

4 - Comunicazioni del Presidente:

1) comunica che dal 31 maggio al 28 giugno vi saranno una serie di giostre in via Bach (Parco Ravizza);

2) il Sindaco invita tutti alla inaugurazione di una targa a W. Tobagi il 28 maggio alle 11.00 in via Salaino ang. Via Solari.

3) l’Assessore Verga ha fatto pervenire la risposta alla interrogazione del centrosinistra sulle ex Cartiere di Verona;

4) l’Assessore Goggi ha fatto pervenire la risposta alla Delibera del C.d.Z. 5 n° 112 del 18.11.2004 in cui si chiedevano interventi per moderare la velocità in via Saponaro. In seguito ai rilievi operati dal Settore Traffico è stata decisa l’installazione di 6 dossi artificiali.

 

 

 

 

 

5 - Comunicazioni dei Consiglieri:

[Mozioni e interrogazioni da parte dei Consiglieri di Zona ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento sul Decentramento e degli articoli 11, 12, 13 del Regolamento Interno]

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): comunica le date in cui sarà assente dal C.d.Z. 5 e dalle Commissioni ---  prima dell’inizio del C.d.Z. 5 la signora Cavenaghi ha fatto avere ai capigruppo e ad alcuni consiglieri un testo scritto su una serie di importanti problematiche riguardanti il quartiere Stadera. Si aspettava che intervenisse per presentarlo durante lo spazio dei cittadini, in ogni caso, affinché rimanga agli atti, si fa promotore e firmatario di tale scritto e chiede che venga al più presto analizzato nei suoi contenuti in Commissione Casa per essere condiviso da tutte le forze politiche, auspicando che poi venga votato all’unanimità o con ampia maggioranza dal C.d.Z. 5.

 

Luccietto (FI): comunica le date in cui sarà assente dal C.d.Z. 5 e dalle Commissioni --- chiede una sospensione per una riunione di maggioranza

 

Muzzana (M): presenta una INTERROGAZIONE (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto “Segnalazione di una situazione in cui è presente amianto”

 

Pavoni (DS): presenta una INTERROGAZIONE (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto “Parcheggio inutilizzato su area demaniale in via Ripamonti” --- presenta una INTERROGAZIONE (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto “Ripulire da erbacce il marciapiede di via Ripamonti”

[quest’ultima era già stata presentata dal cons. Pioli (IdV) circa un mese fa e prima ancora dal cons. Gandolfi]

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione della maggioranza

(dalle 19.15 alle 19.38)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 19.38

 

Appello: 32 presenti: 16 su 16 del centrosinistra / 20 su 25 del centrodestra

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI, T.T.V.  

 

6 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: il Presidente della Commissione, G. Ferrari (FI), illustra il punto.

La Commissione T.T.V. e Urbanistica riunitasi il 17/05/2005 ha espresso PARERE FAVOREVOLE.

Precisa che il punto è stato ampiamente dibattuto in Commissione con posizioni differenti tra maggioranza e opposizione. L’esame degli elaborati non facevano emergere particolari problematiche. Tuttavia su sollecitazione di alcuni cittadini dopo la commissione ha fatto un sopralluogo e ha constatato difformità sospette tra il progettato e il costruito. Non essendo possibile sospendere il parere per ulteriori accertamenti, l’unico modo per fermare i lavori e consentire le indagini sulle difformità dal progetto è quello di esprimere un parere contrario a quello votato dalla Commissione.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Fumagalli (M): si dice scioccato per il passo indietro del Presidente della Commissione. Ricorda che l’opposizione in Commissione aveva presentato un documento scritto in cui spiegava le ragioni del parere contrario. In quel cantiere che dovrebbe ristrutturare una cascina vi sono opere non autorizzate e stanno distruggendo una cascina storica rendendola un obbrobrio. Ringrazia Legambiente per il suo intervento, ma la difesa del territorio non va lasciata solo a legambiente, è anche compito i questo C.d.Z. 5.

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): si congratula con il Presidente di Commissione per aver avuto il coraggio di cambiare la sua posizione nel giro di pochi giorni, anche se in realtà si tratta di un cambiamento doveroso e di buon senso. Il centrosinistra per principio si è sempre dichiarato contrario ad ogni richiesta di sanatoria perché suona come una presa in giro visto che già il parere sulle concessioni edilizie che il C.d.Z. deve dare viene scavalcato attraverso l’utilizzo delle DIA e SuperDIA. In questo caso però la questione non è solo di principio, ma soprattutto di merito: si tratta di una cascina che rappresenta una testimonianza architettonica della tradizione storica del nostro territorio e che rischia di essere cancellata a causa di lavori di “ristrutturazione” che tali non sono e che ne violentano le caratteristiche principali. In Commissione il centrosinistra compatto ha sottoscritto un documento per motivare la sua contrarietà. Visto che il C.d.Z. 5 pare abbia l’intenzione di esprimere un parere negativo che va motivato per iscritto, si può utilizzare come traccia il documento del centrosinistra. 

 

Pavoni (DS): si congratula con Ferrari per la sua scelta. L’opposizione fatta dal centrosinistra era di contenuto, doveva ascoltarla subito. Si compiace comunque che la maggioranza si sia ravveduta.

 

Zolla (AN): ringrazia il Presidente di Commissione per la sua disponibilità, capacità e umiltà di accogliere le perplessità espresse da alcuni consiglieri di maggioranza e da cittadini del quartiere. Ricorda che questo C.d.Z. 5 già in passato si è espresso a tutela dell’ambiente e contro l’amministrazione centrale.

 

Detti (V): si dissocia dai ringraziamenti e rimprovera invece Ferrari di aver fatto il suo dovere in ritardo, perché il sopralluogo lo avrebbe dovuto compiere prima della Commissione.

 

Pioli (IdV): ringrazia il Presidente di Commissione per la sensibilità dimostrata con questo atto.

 

Luccietto (FI): si unisce al coro di ringraziamento a Ferrari e si complimenta per la verifica fatta.

 

Procaccini (AN): non comprende il coro di ringraziamenti, il Presidente della Commissione ha fatto ciò che da anni si fa, cioè la verifica sul territorio. Solo gli stupidi non cambiano idea e conferma la sua stima a Ferrari che ritiene dotato di intelligenza media.

 

Cammilleri (LN): si dissocia da Procaccini. Ringrazia Ferrari per il nobile gesto compiuto.  

 

Fumagalli (M): (per fatto personale) i ringraziamenti vanno bene, ma in futuro date maggiore ascolto ai rilievi sensati dell’opposizione. Ferrari invece si è deciso a fare il sopralluogo solo dopo che le proteste della madre del capogruppo di FI.

 

Ferrari (FI) Presidente Comm. T.T.V. (replica): si dice stupito dell’ampio dibattito, si aspettava che dopo la sua dichiarazione si andasse subito al voto. Legge un testo scritto preparato per motivare il parere negativo. Ringrazia tutti.

 

Presidente del C.d.Z. 5: spiega che si vota in base al parere favorevole espresso dalla Commissione, quindi per esprimere il parere contrario con le motivazioni scritte bisogna votare contro.

 

Si vota:

0  Favorevoli: 

38  Contrari:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Astenuti: 

PARERE NEGATIVO ALL’UNANIMITÀ  

 

                                     

 

 

 

PROPOSTE DELLE COMMISSIONI CULTURA, SCUOLA, EDUCAZIONE - SPORT E TEMPO LIBERO - SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZA E VOLONTARIATO, PROBLEMATICHE GIOVANILI  

 

7 - Iniziativa denominata “Percorso Socio – Culturale – Sportivo  in zona 5 gestito in collaborazione tra la Commissione Cultura scuola educazione, la Commissione Servizi Sociali Assistenza Volontariato, Problematiche giovanili e la Commissione Sport e Tempo Libero proposta dalla Coop. Sociale Onlus “Via Libera”: il Presidente della Commissione Cultura, L. Zucco (FI), illustra il punto che prevede di finanziare con 5.000,00 euro IVA compresa di fondi MAAP l’iniziativa che si svolgerà il 26 giugno presso il C.S. Vismara ed è rivolto sia a disabili sia a normodotati. I fondi MAAP saranno così suddivisi tra le Commissioni: 2.000,00 euro la Commissione Cultura; 2.000,00 euro la Commissione Servizi Sociali; 1.000,00 euro la Commissione Sport.

La Commissione Cultura riunita in modo congiunto con la Commissione Sport e la Commissione servizi Sociali il 18/03/2005 ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÀ.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Nessun intervento

 

Si vota:

34  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATO ALL’UNANIMITÀ  

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE COMMERCIO, ARTIGIANATO, ATTIVITÁ PRODUTTIVE  

 

8 - Mozione: proposta di insediamento di un supermercato all'interno del P.I.I. Cascina Caimera: il Presidente della Commissione Commercio, V. Caime (FI), illustra il punto leggendo il testo della mozione.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Detti (V): ha amici nel quartiere e conferma che sentono il bisogno di avere un mercato. 

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): ricorda che su tale argomento aveva anche presentato una interrogazione sottoscritta dal centrosinistra e ricorda anche che, come diceva lo stesso Caime, è il Piano Integrato di Intervento che prevede la possibilità di costruire un supermercato in tale area per soddisfare le esigenze del nuovo grosso quartiere che è sorto e che si trova isolato e scomodo rispetto ai supermercati esistenti nelle aree vicine. Auspica che il voto a questa mozione riesca a raggiungere lo scopo che si prefigge.

 

Si vota:

34  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATO ALL’UNANIMITÀ  

 

 

 

 

 

MOZIONE DEL COMITATO STADERA PER IL DIRITTO ALLA CASA E DEL CIRCOLO ARCI BAIA DEL RE - SOTTOSCRITTA DA 18 CONSIGLIERI  

 

9 - Mozione: piano di recupero urbano per il quartiere Stadera richiesta di un tavolo istituzionale di confronto: la consigliera Berdot (DS), in qualità di prima firmataria, illustra il punto.

[ad un certo punto si scatena una discussione tra la Berdot e i consiglieri di FI Viverit e Mondi]

La mozione predisposta dal Comitato per il Diritto alla Casa del quartiere Stadera e il Circolo Arci Baia del Re e sottoscritta da altre associazioni del territorio e dal SICET (e sottoscritta da 18 consiglieri di zona) chiede un tavolo per un confronto con le istituzioni per individuare una possibile soluzione al problema degli sgomberi al quartiere Stadera. “Un tavolo di confronto con Prefetto, Regione, Comune e sindacati …

 

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Luccietto (FI): nel merito della mozione dell’Arci Baia del Re e del SICET, oggi è giunta un altro documento da parte del Comitato Stadera Savoia Spaventa e del SUNIA che allarga l’ambito del problema. Quello degli sfratti non è l’unico problema dello Stadera. Chiede quindi il rinvio della mozione in Commissione Casa per arrivare ad una sintesi dei due documenti e creare un documento condiviso ed unitario da votare poi in C.d.Z. 5.

 

Caime (FI): come spesso accade la Berdot sembra che sia su un palcoscenico di teatro a caccia di applausi del pubblico. Se la Viverit rideva durante l’intervento della Berdot, faceva la stessa cosa che normalmente fa la Berdot durante le Commissioni e i C.d.Z. 5. se è vero che dal 1973 non si costruiscono case di Edilizia Residenziale Pubblica è bene ricordare che in questo periodo ci sono stati anche maggioranze di sinistra con il PCI della Berdot al governo della città. Solo con Albertini sta partendo un programma per costruire nuova ERP. Non accetta di legittimare l’illegalità dove c’è.

 

Trimboli (PDCI): nessuno vuole legittimare le occupazioni abusive. Ma qui si parla di persone in stato di necessità. Lo stesso Prefetto ha aperto un tavolo sul problema. Ricorda che molti degli abusivi pagano l’affitto all’Aler. L’Aler usa le Forze dell’Ordine per liberare le case.

 

Berti (PRC): non è abusivismo, è occupazione per necessità dovuta al carovita. Non stiamo parlando di baldi giovani, ma di anziani, handicappati e bambini. Si chiede solo un tavolo dove parlare.

 

[toccherebbe al consigliere Gandolfi, ma il Presidente cambia l’ordine degli interventi]

 

Presidente del C.d.Z. 5: la richiesta di rinvio in Commissione del consigliere Luccietto è stata sottoscritta da altri consiglieri divenendo questione pregiudiziale e dovendo quindi essere subito discussa: un intervento contro e uno a favore e poi il voto.

 

De Allegri (DS): (questione pregiudiziale: intervento contro) la mozione non propone soluzioni al problema, chiede solo un tavolo dove parlarne insieme alle massime istituzioni. La questione è urgente e dobbiamo decidere ora. Il C.d.Z. 5 deve dimostrarsi attento alle esigenze dei cittadini. No al rinvio in Commissione.

 

Luccietto (FI): (questione pregiudiziale: intervento a favore) l’apertura di un tavolo richiede anch’esso del tempo per essere poi convocato ed è un lavoro lungo. Bisogna anche capire chi rientra nella definizione di “abusivi per necessità”, perché non è ancora chiaro cosa si intenda. Sul chiedere un tavolo siamo tutti d’accordo, ma chiede di rinviare in Commissione la mozione.

 

[il centrosinistra chiede di poter proseguire il dibattito sulla mozione prima di arrivare al voto sulla questione pregiudiziale. Il Presidente accoglie la richiesta e riprende il dibattito.]

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): la questione posta dalla mozione è seria e soprattutto urgente, quindi è opportuno votare questa sera. Rinviare in Commissione la mozione sugli sfratti è molto rischioso perché il Presidente della Commissione Casa ha già informato che sarà assente per 15 giorni, poi poco dopo che sarà tornato scadranno i tempi della Commissione che dovrà quindi essere rinnovata dal C.d.Z. 5: si rischia di arrivare a settembre per una questione che ha bisogno di una risposta subito. Inoltre, come ricordava lo stesso Luccietto, sarà già lunga la fase successiva della convocazione del tavolo chiesto. Il C.d.Z. 5 deve fare del suo meglio per essere più tempestivo possibile a dare il suo contributo.

 

Procaccini (AN): il problema è che sono sbagliate le premesse del documento da votare. Anche questa è di fatto una “sanatoria” e si stupisce che il centrosinistra si dichiari a favore visto che poco fa diceva di essere contrario alle sanatorie per principio. Il problema della casa esiste da sempre, quindi non è urgente. Portiamolo in Commissione per chiarire i vari aspetti e produrre una posizione condivisa e instaurare un circolo virtuoso. Questo documento non può essere preso in considerazione.

 

Pavoni (DS): la mozione viene proposta da alcuni sindacati degli inquilini e da Associazioni di zona che ci pongono una questione importante e a cui non possiamo far mancare il nostro appoggio.

 

Maschio (FI): come Presidente della Commissione Servizi Sociali si rende disponibile a convocare anche subito una seduta di Commissione dove discutere il problema. È vero che si tratta di una emergenza, ma è anche vero che nessuno viene buttato in strada, visto che da qualche tempo c’è una Associazione che si occupa di gestire il problema di queste emergenze. Nessuno viene buttato in strada e se accade è disposto ad ospitarlo a casa sua.

 

Procaccini (AN): (per fatto personale) precisa che non si sarebbe mai sognato di dire che sindacati e associazioni fossero criminali, come qualcuno ha creduto di capire.

 

Zucco (FI): presenta un emendamento in cui chiede di sostituire tutto il testo della mozione con la sola richiesta finale per un tavolo di confronto. Chiedendo che se condiviso possa far cadere la questione pregiudiziale.

 

Presidente del C.d.Z. 5: chiede chiarimenti a Zucco e Luccietto.

 

[il centrosinistra condivide l’emendamento purché venga ritirata la questione pregiudiziale. Il centrodestra acconsente. Quindi viene constatato che l’emendamento proposto sostituisce tutto il documento.]

 

 

Dichiarazioni di voto

 

Armanini (PRC): PRC si dichiara d’accordo con l’emendamento, dopo aver consultato i cittadini.

 

Procaccini (AN): AN voterà a favore, auspicando comunque che la Commissione Casa si occupi del problema.

 

 

Si vota il testo come sostituito dall’emendamento condiviso:

31  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATO ALL’UNANIMITÀ  

 

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 21.05 dichiara chiuso il C.d.Z. 5 perché è venuto meno il tempo a disposizione e sono stati esauriti i punti da discutere.

 

   

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail