NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

a cura di

Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

www.lucagandolfi.it

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 17/11/200

 

orario di convocazione: 18.30

inizio effettivo alle ore: 18.51

 

 

Appello: 29 presenti: 13 su 16 del centrosinistra / 16 su 25 del centrodestra

 

 

Il Presidente nomina gli scrutatori:

De Padua (PSI), Zucco (FI), Trimboli (PDCI)

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: il punto 1 viene trattato in seconda convocazione in quanto la volta scorsa dopo la sospensione era stata constatata la mancanza del numero legale.

Lo spazio per gli interventi dei cittadini avverrà dopo la trattazione di questo punto.

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: comunica al Consiglio che l’operazione di persuasione sulla questione della carenza di personale ha prodotto il risultato che fra oggi e domani verranno colmati i buchi che vi erano con l’arrivo di un 6° e di un 5° livello. Con questi arrivi l’organico diventa di 20 persone come doveva essere. La mozione urgente che andiamo a trattare si rende quindi inutile poiché superata dai fatti. Chiede ai proponenti se si vuole andare avanti lo stesso o se si intende invece ritirarla.

 

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione dell’opposizione

(dalle 18.56 alle 19.07)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 19.07

 

Appello: 31 presenti: 14 su 16 del centrosinistra / 17 su 25 del centrodestra

 

 

De Allegri (DS): i proponenti hanno deciso di discutere lo stesso la mozione e di votarla, visto che i nuovi arrivi pare non siano nel ruolo necessario e non si ha garanzia fino a quando rimarranno. Quindi proseguiamo.

 

Presidente del C.d.Z. 5: precisa che arriveranno un 6° e un 5° livello e che sono di ruolo e quindi stabili. Comunque possiamo riprendere i lavori del punto 1 dal dibattito.

 

 

 

 

 

MOZIONE URGENTE 

 

1 - Mozione urgente del consigliere Muzzana e altri sulla situazione di carenza di organico della Zona 5: già illustrata nello scorso C.d.Z. 5.

 

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Luccietto (FI): presenta un ordine del giorno sostitutivo della seconda parte della mozione. La prima parte viene lasciata identica. Legge il testo dell’emendamento.

 

Presidente del C.d.Z. 5: precisa che si tratta di un emendamento e non di un ordine del giorno. Chiede ai proponenti se lo accettano o no.

 

Fumagalli (M): rammenta che l’altra volta Luccietto aveva criticato la seconda parte della mozione, ma non aveva detto di volerla emendare. Ricorda anche che il numero legale era venuto meno perché il centrodestra aveva abbandonato l’aula.

 

Presidente del C.d.Z. 5: precisa che l’altra volta Luccietto aveva chiesto di cambiare i destinatari della mozione. C’era poi stata una sospensione per una riunione del centrosinistra con il PSI. Rientrati in aula veniva constatato che era venuto meno il numero legale. Comunque ora c’è una proposta. Personalmente ritiene poco utile dividersi su una questione di questo tipo dove potremmo essere tutti d’accordo.

 

Luccietto (FI): ricostruisce anche lui i fatti della volta passata: aveva chiesto di discuterla, ma quella opportunità gli è stata negata. Quindi è l’opposizione che non la vuole discutere.

 

 

Si vota l’emendamento di Luccietto (FI):

17  Favorevoli:  FI, AN, UDC 

15  Contrari:  DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Papa (PSI), Gandolfi

2  Astenuti:  Marzocco e De Padua (PSI)

NON APPROVATO

 

 

Si vota la mozione:

17  Favorevoli:  DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, PSI, Gandolfi

17  Contrari:  FI, AN, UDC

0  Astenuti: 

NON APPROVATA

 

 

 

 

 

----------- fine dei punti rimasti dal C.d.Z. 5 del 10.11.2005 -----------

 

 

INTERVENTI DEI CITTADINI

 

Sig. G. Mazza – Parco Ticinello: in merito alla sentenza di questi giorni. Vuole sfatare alcune voci che sono circolate: l’agricoltore non è stato sfrattato perché non pagava l’affitto o per mora; l’agricoltore è stato sfrattato perché è un ostacolo perché la proprietà ha un interesse diverso dal Parco Ticinello. Alla proprietà non interessa fare un parco agricolo, a loro interessa fare case. Il Parco Ticinello sarà solo un nome, ma senza i contenuti di un parco agricolo. Sono 30 anni che questa società porta avanti progetti che col parco non centrano nulla.

Le difficoltà ci sono da anni e ormai non c’è più tempo per accordi o trattative. Ricorda il C.d.Z. 5 straordinario sul Parco Ticinello. L’agricoltore ricorrerà in Cassazione.

Chiedono al Comune di espropriare la Cascina Campazzo per risolvere la questione. Chiedono al C.d.Z. 5 di esprimere la sua posizione sulla questione del Parco Ticinello e di fare una Assemblea con la presenza degli assessori competenti per materia, cioè Verga (demanio) e De Corato (parchi e giardini). Si augura che il C.d.Z. 5 esprima una posizione unitaria perché questa non è una questione di una o dell’altra parte politica, ma è una questione di interesse per i cittadini.

 

Sig.ra P. Virgilio – Comitato del Feltrinelli: si tratta di una questione che è aperta da anni con la Provincia che ora ha presentato un nuovo progetto. Il Comitato chiede che il progetto tenga conto degli interessi della scuola e di quelli dei cittadini della zona. Ribadisce di essere qui come rappresentante del Comitato del Feltrinelli, un comitato la cui creazione si è resa necessaria per poter parlare e presentare il problema. Il comitato cerca di informare anche attraverso articoli sui giornali di zona, come quello sull’ultimo numero di Milanosud.

La nuova Provincia recentemente insediatasi ha fatto un nuovo progetto, ma lamenta il fatto che la base non è stata interpellata, i diretti interessati non sono stati ascoltati.

L’articolo su Milanosud riguarda questioni di metodo, ora affronterà le questioni nel merito del progetto che non coglie l’importante occasione. Ricorda le varie occasioni in cui il C.d.Z. 5 ha potuto visionare i progetti alternativi anche con l’ausilio di plastici.

Nel merito: 1) la palazzina fatta per l’EMIT è pronta da tempo, ma non è ancora stata usata; 2) i 4 capannoni offrono molte possibilità, ma non sono usati come dovrebbero e il progetto prevede altra cosa rispetto alla salvaguardia storica del Feltrinelli; 3) il progetto lascia intatta la stecca di via Tabacchi che invece andrebbe rifatta.

Questo progetto spende male i soldi. Chiede di poter discutere i disegni del progetto. Il 23 novembre ci sarà un C.d.Z. 5 in cui l’assessore della Provincia presenterà il suo progetto senza che vi sia un confronto di idee. Chiede invece che anche i comitati siano invitati a discutere sul progetto del Feltrinelli. 

 

 

 

 

 

In prima convocazione:

 

 

 

2 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): NESSUNO

 

 

 

 

 

3 - Comunicazioni del Presidente:

1) il 23 novembre ci sarà un C.d.Z. 5 monotematico sul Feltrinelli

2) il 24 novembre ci sarà il normale C.d.Z. 5

3) è arrivata la risposta all’interrogazione del consigliere Armanini (PRC) sull’ambulatorio di via Ripamonti 20 in cui si informa che verrà ristrutturato;

4) è arrivata la risposta dell’Amsa all’interrogazione del consigliere Gandolfi (indipendente di CentroSinistra) sul locale Rocket, in cui si informa degli orari/giorni degli interventi Amsa e si garantisce un’attenzione speciale per le aree limitrofe al locale;

5) riguardo ai sottoambiti 18 e 19 (da mozione votata dal C.d.Z. 5) è arrivata la risposta di Savoca che informa che i lavori sono già iniziati;

6) sul Baravalle veniamo informati che si sta concludendo il progetto definitivo ma non si sa ancora se vi saranno i soldi per la realizzazione; verranno in ogni caso garantite le manutenzioni ordinarie;

7) il museo di storia contemporanea fa una serie di iniziative e un convegno sul mazzinianesimo;

8) istituto di ciechi organizza una serie di concerti;

9) il Teatro dal Verme: il Sindaco consegna le benemerenze

10) il 19 novembre c’è un convegno delle GEV di Milano;

11) l’Assessore Martella informa che farà una Newsletter sulle attività del Comune;

12) iniziative dei musei civici;

13) convegno delle piccole e medie imprese;

14) è arrivato il PII con la variante al PRG su alcune vie della Zona 5;

15) giostra in via Tantardini.

 

 

 

 

 

4 - Comunicazioni dei Consiglieri:

[Mozioni e interrogazioni da parte dei Consiglieri di Zona ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento sul Decentramento e degli articoli 11, 12, 13 del Regolamento Interno] 

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): presenta una ISTANZA (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto: “CANTIERE BOCCONI: segnalazioni di lavori di cantiere in ore notturne e di conseguenti problemi di rumori e di altre problematiche varie. Violazione di alcune norme di sicurezza dei cantieri.” --- presenta una ISTANZA (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto: “VIABILITÁ E PARCHEGGI IN VIA FEDRO: situazione da tenere sotto controllo e da regolamentare

 

Presidente del C.d.Z. 5: ricorda che il C.d.Z. 5 aveva già chiesto attenzione al problema del cantiere della Bocconi

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): risponde al Presidente ricordandogli che infatti il centrosinistra aveva già sottolineato alcune problematiche, ma che le verifiche operate dalla PM e la relativa risposta non erano state soddisfacenti. Prova ne è che i cittadini continuano a lamentare una serie di problematiche. Questa volta però all’istanza abbiamo allegato una documentazione fotografica relativa ad alcune delle situazioni denunciate.

 

De Allegri (DS): presenta una RICHIESTA DI C.d.Z. STRAORDINARIO (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto “Sul Parco del Ticinello” --- presenta una MOZIONE (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto “I lavori sulla Darsena” e spiega che è lo stesso testo già approvato dal C.d.Z. 6 (legge il testo) --- intervento verbale: sollecita un richiamo scritto nei confronti di Zolla (AN) per le gravi dichiarazioni di qualche consiglio fa

 

Pavoni (DS): presenta una INTERROGAZIONE (sottoscritta dai consiglieri dell’Unione) con oggetto: “Apertura nuova via tra viale Ortles e via Quaranta: problemi per mancata modifica dei tempi semaforici

 

Pioli (IdV): presenta una LETTERA (consegnatagli da alcuni cittadini) con oggetto: “Richiesta di spostamento della giostra davanti alla Caserma di via dei Missaglia per problemi di carenza di parcheggi dovuti alla vicina fermata MM di piazza Abbiategrasso

 

Berdot (DS): presenta una MOZIONE URGENTE (17 firme: sottoscritta dai consiglieri dell’Unione e PSI) con oggetto: “Parco Ticinello” --- intervento verbale: riferisce il contenuto della lettera inviata dalla S.S. Savorelli circa la mancata informazione e convocazione sulle riunione della Commissione sport che doveva decidere sull’assegnazione dei 30.000,00 euro. Nella lettera la Savorelli fa presente di avere già avuto la convenzione con il Comune per l’impianto sportivo, cosa che invece è ancora in fase di perfezionamento per la società sportiva che si è aggiudicata i fondi.

 

Fumagalli (M): intervento solo verbale: conferma la situazione problematica segnalata dal consigliere Pavoni dopo l’apertura della nuova via.

 

Cammilleri (LN): intervento solo verbale: esprime gioia per l’approvazione in Senato della Devolution.

[espone la bandiera della Lega. Si scatenano le proteste del centrosinistra e il Presidente fa togliere la bandiera]

ribadisce la sua “gioia per la cancellazione della Costituzione catto-comunista, anzi di stampo sovietico che per fortuna dopo 50 anni di lotte viene modificata da questo Parlamento […]

 

Presidente del C.d.Z. 5: ricorda che questo è lo spazio per leggere gli interventi e non per fare un dibattito, non per dissertazioni verbali.

 

Cammilleri (LN): intervento solo verbale: anche lui chiede attenzione sull’apertura della nuova via e chiede una Commissione T.T.V. sull’argomento.

 

Presidente del C.d.Z. 5: precisa e ricorda che comunque la riforma prima di diventare legge deve attendere l’esito del referendum confermativo. Lo dice per dovere di informazione.

 

Cammilleri (LN): intervento solo verbale: contesta il Presidente del C.d.Z. 5 dicendo che evidentemente è male informato, perché il referendum confermativo non è un obbligo ma solo una facoltà e per il momento non è stato formalmente chiesto.

 

Presidente del C.d.Z. 5: replica che politicamente è un dato di fatto visto che basta che sia chiesto da 5 Regioni.

 

D’Ambrosio (AN): intervento solo verbale: sulla questione del semaforo ricorda che durante la fase di installazione c’erano i vigili a regolare il traffico, ma afferma che ora è tutto ok --- puntualizza e critica alcuni dei termini utilizzati sul volantino del Parco Ticinello che è stato distribuito.

 

De Allegri (DS): (per fatto personale) abbiamo assistito allo sventolio di una bandiera e a un intervento di Cammilleri (LN) che ha offeso la Costituzione che è stata conquistata anche con il sangue di chi ha combattuto per la libertà. Per questo i consiglieri del centrosinistra abbandonano l’aula.

 

[il centrosinistra abbandona l’aula in segno di protesta contro l’intervento di Cammilleri.]

 

Zolla (AN): intervento solo verbale: esprime solidarietà nei confronti di Cammilleri e condivide a pieno la sua soddisfazione per la riforma fatta dal Parlamento. Chiede poi di indagare sulla “presenza di alcuni personaggi” avvenuta qualche mese fa in questo Consiglio e alla tolleranza di alcuni atteggiamenti di aggressione fisica nei confronti del consigliere Procaccini (AN) e di minacce verbali anche da lui ricevute. Avrebbe voluto che la condanna di quegli atteggiamenti violenti fosse stata fatta dai consiglieri dell’opposizione quando “erano presenti quegli straccioni

[il Presidente del C.d.Z. 5 lo riprende chiedendogli di utilizzare terminologie non offensive e Zolla (AN) risponde ripetendo a parlare utilizzando questa volta il termine “quella gente”]

Chiede che svolga attività di indagine “su quei personaggi”.

 

 

[Nota tecnica: pur avendo abbandonato l’aula in segno di protesta, mi è stato possibile relazionare con precisione l’intervento di Zolla poiché, come di altri interventi, ho effettuato la registrazione su un file audio.

Come avviene con regolarità da qualche C.d.Z., prima dell’inizio della seduta ho informando il Presidente del C.d.Z. 5 che essendo una seduta pubblica avrei registrato audio e/o video alcuni degli interventi.

Il Presidente del C.d.Z. 5 non ha avuto nulla da eccepire e ha dato il suo permesso.]

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI, T.T.V. 

 

5 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: NESSUNA

 

 

 

 

 

6 - Variante al P.R.G. vigente approvato con deliberazione della Giunta Regionale Lombardia n. 29471 del 26.02.1980 per le zone omogenee B2: 14.1 – 14.5 – 14.6 (VARIANTE 12) : PARERE:

 

[essendo uscito dall’aula e non avendo proseguito nella registrazione audio, non posso relazionare su questo punto e sull’eventuale dibattito. Al momento del voto viene però constata la mancanza del numero legale.]

 

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 20.30 circa dichiara chiuso il C.d.Z. 5 perché è venuto meno il numero legale. I punti rimasti verranno trattati in testa al prossimo o.d.g. in seconda convocazione.

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail