NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

a cura di

Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 03/03/200

 

orario di convocazione: 18.30

inizio effettivo alle ore: 18.48

 

Appello: 28 presenti: 11 su 16 del centrosinistra / 17 su 25 del centrodestra

(altri arrivano nel corso della seduta)

 

 

 

Il Presidente nomina gli scrutatori:

Longo (FI), Morana (UDC), Trimboli (PDCI)

 

 

Presidente del C.d.Z. 5:  comunica che la consigliera D’Ambrosio questa sera sarà assente a causa della morte del padre. Informa che ha già provveduto a fare un telegramma di condoglianze a nome del C.d.Z. 5.

 

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione delle opposizioni

(dalle 18.54 alle 18.57)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 18.57

 

Appello: 29 presenti: 11 su 16 del centrosinistra / 18 su 25 del centrodestra

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5:  ricorda che i lavori sono stati sospesi al punto 7 del C.d.Z. del 24.02.2005

 

 

 

 

Da O.d.G. del C.d.Z. del 24.02.2005

[I punti dall'1 al 4 sono gli ex punti 7, 10, 11, 12 dell'OdG del C.d.Z. 5 del 24.02.2005 ]

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE CULTURA, SCUOLA, EDUCAZIONE  

 

1 - Programmazione delle iniziative culturali da finanziare con i fondi MAAP: 1° semestre 2005. Immediatamente eseguibile: il Presidente della Comm. Cultura, L. Zucco (FI), illustra il punto che, ricorda, prevede:

1) progetto “A scuola di teatro” richiesto da istituto Elsa Morante. Finanziamento di 1.000,00 euro IVA compresa per coprire costi di affitto del Teatro Studio K. 

2) progetto “Festival 5 giornate di Milano” a cura dell’Associazione Musicale TEMA. Finanziamento di 1.000,00 euro IVA compresa. L’iniziativa si svolgerà nel mese di marzo 2005. L’iniziativa ha carattere infungibile.

3) progetto “Premio città di Milano” a cura dell’Associazione “Milano Arte”. Finanziamento di 500,00 euro IVA compresa per copertura parziale delle spese di pubblicizzazione. L’iniziativa ha carattere infungibile.

4) progetto “Musica per vivere” proposto dal Centro Asteria. Finanziamento di 500,00 euro IVA compresa a copertura delle spese di pubblicizzazione. L’iniziativa si svolgerà nel mese di marzo 2005 presso il Teatro Asteria. L’iniziativa ha carattere infungibile.

5) progetto “Sacra Rappresentazione Passione di Cristo” proposto dall’Associazione Culturale Archè. Finanziamento di 3.000,00 euro IVA compresa (700 euro a carico della Commissione Cultura, 2.300 euro a carico dei fondi Grandi Eventi). L’iniziativa si svolgerà il 4 marzo 2005 presso la Parrocchia di Santa Maria di Caravaggio. L’iniziativa ha carattere infungibile.

La Commissione del 04.02.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE.

Rispetto al testo della delibera vi è stata la modifica per il punto 5 che ora viene finanziato per intero dalla voce Eventi Diversi (3.000,00 euro).

Ha poi deciso di accettare la richiesta del centrosinistra di voto per punti separati di tutti i punti.

 

Si vota iniziativa 1 - progetto “A scuola di teatro”:

31 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0 Contrari: 

0 Astenuti: 

APPROVATO  ALL’UNANIMITÀ

 

Si vota iniziativa 2 - progetto “Festival 5 giornate di Milano”:

24 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, DS, M, V, Villa (IdV), Gandolfi

3 Contrari:  PSI, Rapillo (M)

4 Astenuti:  PRC, PDCI, Pioli (IdV)

APPROVATO  

 

Si vota iniziativa 3 - progetto “Premio città di Milano”:

29 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

2 Contrari:  PSI

0 Astenuti: 

APPROVATO  

 

Si vota iniziativa 4 - progetto “Musica per vivere”:

30 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0 Contrari: 

1 Astenuti:  Detti (V)

APPROVATO  

 

Si vota iniziativa 5 - progetto “Sacra Rappresentazione Passione di Cristo”:

27 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, DS, M, IdV, PRC, Gandolfi

2 Contrari:  PSI

2 Astenuti:  V, PDCI

APPROVATO  

 

Si vota tutta la delibera:

29 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, DS, M, V, IdV, PDCI, Gandolfi

0 Contrari: 

2 Astenuti:  PSI

APPROVATO  

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZA E VOLONTARIATO, PROBLEMATICHE GIOVANILI  

 

2 - Indirizzi programmatici anno 2005 e programmazione del 1° trimestre 2005 da finanziare con i fondi MAAP: il Presidente della Comm. Cultura, G. Maschio (FI), illustra il punto che prevede:

1) iniziativa dell’Associazione Famiglia Insieme rivolta a 25 bambini provenienti dalla zona di Cernobyl per una visita guidata all’acquario di Genova. Finanziamento di 1.583,00 euro IVA compresa per noleggio pulman e biglietti di entrata.

La Commissione del 31.01.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Pavoni (DS): questa iniziativa va bene, ma chiede se sia questa la “programmazione 1° trimestre 2005” come scritto nell’oggetto della delibera.

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): ricorda che in sede di Commissione questa iniziativa era stata votata all’unanimità, mentre non si era proceduto ad alcuna votazione relativamente alla Programmazione 2005, 1° trimestre.

 

Marzocco (PSI): fa notare che in due punti della delibera si annunciano due cifre di spesa diverse: 1.583,00 e 1.593,00 euro. Quale delle due è quella giusta?

 

Maschio (FI) Pres. Comm. (replica): conferma che effettivamente in Commissione non si era votata la Programmazione 2005, 1° trimestre perché al momento in cui si svolgeva la Commissione non eravamo ancora a conoscenza di quello che sarebbe stato il budget per il 2005 della Commissione. Era comunque stato possibile analizzare e votare questa singola iniziativa. La Programmazione 2005, 1° trimestre deve ancora essere fatta e verrà portata in C.d.Z. 5 in futuro. La cifra corretta è 1.583,00 euro IVA compresa.

 

Si vota:

33 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0 Contrari: 

0 Astenuti: 

APPROVATO  ALL’UNANIMITÀ

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI, T.T.V.  

 

3 - Parere parcheggio modulare provvisorio di via Palanti: il Presidente della Comm. T.T.V. e Urbanistica, G. Ferrari (FI), illustra il punto: è un progetto della MM per un parcheggio provvisorio in via Palanti, fino a via U. Dini, per un totale di 152 veicoli. Il motivo è l’esigenza di avere un parcheggio per soddisfare l’imminente fabbisogno dovuto alla prossima apertura della fermata MM di piazza Abbiategrasso.

La Commissione del 22.02.2005 ha dato PARERE NEGATIVO.

Lui invece ha un parere favorevole al parcheggio e invita a votare contro il parere negativo della Commissione.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Mondi (FI): segnala che nella delibera si menzionano solo i 108 posti auto al 1° piano, mancano invece i 50 posti a livello strada. Chiede la ragione e se è un errore di correggerlo.

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): in Commissione sono emerse varie motivazioni che hanno indotto ad esprimere un parere negativo: 1) si dice che è un parcheggio “provvisorio” ma non si sa fino a quando; 2) spendere 830.000,00 euro per un centinaio di posti “provvisori” è uno spreco; 3) se non sono provvisori il parere è comunque contrario perché i parcheggi di interscambio vanno fatti all’esterno della cintura cittadina e non a ridosso; 4) questo C.d.Z. 5 già in passato ha respinto la proposta di un parcheggio di interscambio in piazza Abbiategrasso, poiché i parcheggi di interscambio non vanno fatti a ridosso della città ma ai confini con i comuni limitrofi. Di cosa sia accaduto in seguito a quel parere negativo non siamo stati informati.

 

Rusconi (AN): ribadisce il suo parere negativo perché è un parcheggio con motivazioni e caratteristiche non accettabili: non si può concepire un parcheggio di interscambio in piazza Abbiategrasso o in via Palanti. Esiste la Metrotranvia Sud: l’amministrazione sembra non tenerne conto. Tale parcheggio va fatto fuori, sulla cintura esterna della città, se non addirittura nei comuni limitrofi.

 

Pavoni (DS): concorda con gli interventi precedenti. Vuole però fare un appunto al Presidente di Commissione che per il suo ruolo istituzionale deve riportare solo il parere della Commissione e non il suo personale. Chiede un incontro con l’Assessore Goggi per sentire le sue reazioni nel merito dei pareri negativi espressi dal C.d.Z. 5 sul parcheggio Abbiategrasso e probabilmente su questo.

 

Muzzana (M): il Pres. di Comm. T.T.V. non sa preparare le sedute della sua Commissione, perché non ha saputo fornire le informazioni richieste, che gli forniamo invece noi adesso: il parcheggio durerà 3 anni; è libero, cioè senza controllo; il giorno seguente alla Commissione l’ing. Stefani con un gruppo di tecnici del comune ha fatto un sopralluogo per verificare l’esistenza di eventuali altre aree per un parcheggio.

 

Luccietto (FI):  si dice in disaccordo con Rusconi. Il Pres. di Commissione ha lavorato bene e non poteva certo sapere che il giorno dopo i tecnici del comune avrebbero fatto un sopralluogo: non ha la sfera di cristallo. Il parcheggio di corrispondenza è necessario per la futura utenza della fermata MM. Sarà certamente un parcheggio provvisorio perché è già previsto un prolungamento della MM fino ad Assago. Si dice favorevole al parcheggio e contrario al parere della Commissione.

 

Morana (UDC): voterà contro il parcheggio perché non è necessario: la linea MM non è in grado di sopportare questo ulteriore carico di passeggeri.

 

Zaolino (M): voterà contro il parcheggio perché è un “mostro” come il Mazda Palace, che anch’esso doveva essere provvisorio. Dice no anche perché è vicino al complesso scolastico di via Dini.

 

Ferrari (FI) Pres. Comm. T.T.V.(replica): è un parcheggio “provvisorio”, ma preferisce dire che “durerà il tempo necessario all’utilizzo”, lo ritiene più onesto rispetto al dare delle cifre precise. Quando verrà fatto il parcheggio di piazza Abbiategrasso verosimilmente quello di via Palanti sarà smantellato.

È vero che esiste già il parcheggio di interscambio di Famagosta, non ancora completamente utilizzato, ma tra piazza Abbiategrasso e Famagosta c’è la barriera naturale del Naviglio.

Il parcheggio di via Palanti, come quello di Abbiategrasso, è utile perché vi è una fermata terminale della MM.

Un eventuale parere negativo del C.d.Z. 5 non vuole dire che il parcheggio non verrà fatto.

Il termine “mostro” o “ecomostro” viene usato troppo spesso e a sproposito, come in questo caso.

Lui ha riportato il parere della Commissione, ma rivendica il diritto di esprimere anche il suo parere personale come ogni altro consigliere. Lo ritiene utile e voterà contro il parere della Commissione.

Vorrebbe che i giornali di zona, in caso non passasse, mettessero i nomi dei consiglieri che voteranno contro.

 

Presidente del C.d.Z. 5: precisa che noi siamo chiamati a dare un parere sugli atti del Comune ed in essi è riportato solo la cifra di 108 posti auto. non possiamo correggere tale cifra. Ricorda inoltre che l’eventuale parere negativo va motivato per iscritto.

 

Dichiarazioni di voto:

 

Rusconi (AN): chiede chiarimenti su come avverrà il voto: si vota si/no al parcheggio o al parere negativo della Commissione? Ritiene inoltre che sia compito del Presidente di Commissione di motivare il parere negativo in base a quanto emerso dal dibattito in C.d.Z. e in Commissione. In caso contrario si dovrà stilare un documento comune.

 

Berti (PRC): contrario al parcheggio. Come motivazioni si possono utilizzare quelle degli interventi fatti questa sera. Ritiene vergognosa l’affermazione di Ferrari, Pres. Comm., che ha detto che anche se si da parere negativo il parcheggio si farà. Per maggiore chiarezza sarebbe meglio esprimere il voto con riferimento al si/no al parcheggio.

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): concorda con Berti che sarebbe meglio votare esprimendo un parere con riferimento al si/no al parcheggio. Inoltre nel testo della delibera non è stato scritto quale fosse il parere espresso dalla Commissione, pertanto è più che legittimo esprimere un parere facendo riferimento al parcheggio direttamente, si eviterebbero inutili confusioni ed anche un effetto inverso rispetto al voto in Commissione delle astensioni. Inoltre il parere è chiesto dal comune al C.d.Z. 5 e la Commissione ha solo il compito di istruire e approfondire l’analisi del punto, fornendo gli elementi utili alla valutazione finale.

 

Presidente del C.d.Z. 5: il parere della Commissione non è scritto in delibera perché è stata stampata prima di conoscere l’esito della Commissione. Il voto deve avvenire in base al parere della Commissione, quindi chi vuole votare contro il parcheggio voterà a favore del parere negativo della Commissione, mentre chi è a favore del parcheggio voterà contro il parere negativo della Commissione.

Essendo necessario motivare il parere negativo è necessario stendere un documento.

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per permettere a un gruppo ristretto di consiglieri di stendere un documento per motivare il parere contrario

(dalle 19.59 alle 21.02)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 20.15

 

Appello: 34 presenti: 15 su 16 del centrosinistra / 19 su 25 del centrodestra

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: ribadisce che il voto è sul parere negativo della Commissione.

 

Pavoni (DS): legge il testo predisposto dal gruppo di consiglieri per motivare il parere contrario al parcheggio.

 

Si vota il PARERE NEGATIVO della Commissione T.T.V. e Urbanistica al parcheggio:

18 Favorevoli :  AN, LN, Morana (UDC), PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

12 Contrari:  FI, Giancola (UDC)

0 Astenuti: 

APPROVATO  il PARERE NEGATIVO al parcheggio modulare provvisorio in via Palanti

 

 

 

 

 

4 - Parere sulla pedonalizzazione del ponte storico in via Campazzino: il Presidente della Comm. T.T.V. e Urbanistica, G. Ferrari (FI), illustra il punto: è un ponticello storico su cui transitano dei TIR che non vi dovrebbero transitare. Si chiede di renderlo pedonale risistemando il tratto tra il ponte e via V. Ferrari.

La Commissione del 22.02.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE chiedendo inoltre che un marciapiede venisse creato anche nel tratto tra il ponte e via B. Verro.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): ricorda che il tutto nasce da una istanza presentata dal centrosinistra che sollevava il problema del transito di questi pesanti TIR sul ponticello storico di via Campazzino. In seguito sono stati compiuti accertamenti che hanno indotto a ridurre da 20 a 3,5 le tonnellate dei veicoli che potevano transitare. Ciò nonostante i TIR hanno continuato a transitarvi incuranti dei divieti. Questa pare essere la soluzione estrema per impedire il transito dei TIR e tutelare così il ponte storico. Siamo a favore di questa soluzione.

 

Si vota:

32 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0 Contrari: 

0 Astenuti: 

APPROVATO  ALL’UNANIMITÀ

 

 

 

 

 

MOZIONI URGENTI PRESENTATE NEL CONSIGLIO DEL 24.02.2005  

 

5 - MOZIONE URGENTE (Art. 8.1 del Regolamento del Decentramento Territoriale), primo firmatario il consigliere Muzzana (M), con oggetto "Situazione del Complesso Monumentale Cascine di Chiesa Rossa: analisi e proposte": il relatore, il consigliere Muzzana (M), visto che la mozione è sottoscritta un po’ da tutti, la da per letta.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Nessun intervento

 

Si vota:

28 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0 Contrari: 

4 Astenuti:  Ferrari, Maschio, Revelli (FI), Zolla (AN)

APPROVATO  

 

 

 

 

 

6 - MOZIONE URGENTE (Art. 8.1 del Regolamento del Decentramento Territoriale), primo firmatario il consigliere Gandolfi (indipendente di CentroSinistra), con oggetto "Richiesta di individuazione di aree comunali in zona 5 per l’allestimento di nuove riciclerie dell’AMSA": il relatore, il consigliere Gandolfi (indipendente di CentroSinistra), visto che la mozione è sottoscritta un po’ da tutti, la da per letta.

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Mondi (FI): presenta uno scritto con parere contrario alla mozione in cui dice che nella nostra zona non ci sono più zone di abbandono di materiale vario e di rifiuti, anche grazie all’operato delle GEV [Mondi è anche una GEV]. Il servizio di raccolta dei rifiuti dell’Amsa è ottimo. Le riciclerie sono delle specie di discariche permanenti e non servono nuove riciclerie.

 

Luccietto (FI): ricorda di aver sottoscritto la mozione insieme ad altri consiglieri di maggioranza, ma ne chiede il rinvio in Commissione perché l’argomento è stato trattato in Commissione.

 

Maschio (FI): si associa a richiesta di Luccietto per il rinvio in Commissione. Cerchiamo di essere noi a proporre l’area.

 

Zolla (AN): condivide gli intenti della mozione. Chiede che l’argomento sia approfondito in Commissione.

 

Revelli (FI): la mozione è partita dall’intervento in Commissione del responsabile Amsa. Ricorda che tempo fa aveva ricevuto un elenco delle aree del Comune quando presiedeva la Commissione Orti, documentazione che aveva passato all’attuale Presidente della Comm. Orti. Chiede il rinvio in Commissione della mozione.

 

Detti (V): si dice d’accordo al rinvio in Commissione

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra) relatore (replica): probabilmente dare per letto il testo della mozione è stato un errore, visto che molti di coloro che l’avevano anche sottoscritta sembrano averne dimenticato i contenuti. Ne rilegge alcune parti.

È vero che Revelli aveva accennato a quei dati in Commissione, ma è anche vero che dopo aveva sottoscritto la mozione e quindi condiviso il contenuto.

Al consigliere Mondi replica dicendo che il suo intervento è abbastanza strano: parla delle riciclerie come se si trattasse di discariche abusive, quando invece sono un prezioso strumento dell’Amsa contro le discariche abusive. Non condivide la convinzione di Mondi che nella nostra zona non vi siano discariche abusive, lo dimostrano le numerose istanze con documentazione fotografica del centrosinistra.

Nessuno disconosce poi che il lavoro sia iniziato in Commissione, lo si dice anche nel testo della mozione. Lo scopo della mozione è duplice: da un lato rendere noto al centro la disponibilità di Amsa a creare nuove riciclerie; dall’altro chiedere un elenco aggiornato delle aree del Comune in Zona 5 tra cui poi la Commissione Ambiente e in seguito il C.d.Z. 5, di comune accordo con l’Amsa, possano fare la proposta di una o più aree per nuove riciclerie. Quindi il ritorno in Commissione a trattare l’argomento per essere poi propositivi è già previsto nel testo stesso della mozione.

 

Luccietto (FI): pone una questione pregiudiziale: chiede che si voti il rinvio in Commissione.

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra) relatore (replica): si dice contrario al rinvio della mozione in Commissione perché è già previsto dalla mozione che in futuro, in una fase successiva, si torni in Commissione e poi in C.d.Z. 5.

 

Rusconi (AN): si dice favorevole alla pregiudiziale

 

 

Si vota la richiesta di rinvio della mozione in Commissione:

17 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, Trimboli (PDCI), Detti (V), Berdot e Perrone (DS)

12 Contrari:  PSI, M, IdV, PRC, Scarano (V), Pavoni (DS), Gandolfi

0 Astenuti: 

APPROVATO  il rinvio in Commissione

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: essendo le ore 21.05 dichiara chiuso il C.d.Z. 5 per esaurimento del tempo a disposizione. I punti rimasti verranno iscritti e trattati in testa al prossimo C.d.Z. 5.

 

  

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail