NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

a cura di

Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

www.lucagandolfi.it

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 01/12/200

 

orario di convocazione: 18.30

inizio effettivo alle ore: 18.56

 

 

Appello: 26 presenti: 12 su 16 del centrosinistra / 14 su 25 del centrodestra

 

 

Il Presidente nomina gli scrutatori:

Zucco (FI), Mondi (FI), Trimboli (PDCI)

 

Presidente del C.d.Z. 5: spiega che i punti 1 e 2 sono gli ex punti 11 e 12 dell’o.d.g. del 24.11.2005 non trattati per superamento del tempo previsto

Lo spazio per gli interventi dei cittadini avverrà dopo.

Annuncia che il punto 8 è stato rinviato.

 

 

 

 

 

PROPOSTA DELLA PRESIDENZA

 

1 - Programmazione “Eventi Diversi” per il mese di Dicembre 2005 – istruita dalla Commissione Sanità, Anziani, CAM: il Presidente della Commissione, S. D’Ambrosio (AN), illustra il punto che comprende le seguenti iniziative:

1) concerto di musica classica gratuito per la cittadinanza organizzato dall’Associazione Aldo Perini per sensibilizzare i cittadini verso la Sclerosi Laterale Amiorfica, malattia degenerativa che porta il paziente alla totale immobilità. Vengono stanziati 4.550,00 euro IVA compresa di fondi MAAP.

La Commissione del 07.11.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ l’iniziativa 1.

2) integrazione alla delibera del 27.10.2005 relativa all’inaugurazione del CAM Gratosoglio. Iniziativa di sfilata di moda presso il CAM Gratosoglio a dicembre. Vengono stanziati 5.000,00 euro IVA compresa di fondi MAAP.

 

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Rapillo (M): qualcosa non gli quadra: in Commissione avevamo parlato dell’inaugurazione del CAM Gratosoglio ed era stato deciso di stanziare i fondi per l’inaugurazione che doveva comprendere sia un concerto delle band giovanili, sia la sfilata di moda che il buffet. L’inaugurazione c’è stata, ma senza il concerto e senza la sfilata di moda. Ora viene proposta la sfilata di moda da sola e non nel contesto dell’inaugurazione. Come viene fatta questa sfilata? Per cosa vengono spesi questi 5.000,00 euro? Dalla delibera non è chiaro. Che fine ha fatto il concerto con le band giovanili?

 

Fumagalli (M): comprende che con l’arrivo dei 40.000,00 euro di fondi MAAP nell’ultimo mese e mezzo la maggioranza abbia la premura di spenderli. La prima iniziativa va bene. La seconda no: è un trucco. La sfilata di moda era all’interno del contesto dell’inaugurazione del CAM Gratosoglio ed in quel contesto ci poteva anche stare. Ma in Commissione non l’abbiamo mai discussa da sola, come iniziativa singola. Non si comprende neppure per cosa verrebbero spesi quei 5.000,00 euro. Chiede il voto per punti separati.

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): condivide gli interventi che l’hanno preceduto e chiede il voto per punti separati. La prima iniziativa va bene, è stata approvata all’unanimità nella Commissione del 07.11.2005. La seconda invece crea delle grosse perplessità. Nella Commissione del 19.10.2005 si era discusso dell’iniziativa dell’inaugurazione del CAM Gratosoglio, e si erano dati dei contenuti a quella inaugurazione, tra cui il concerto delle bande giovanili, la sfilata di moda, il buffet, il ballo per gli anziani. Ed eravamo quasi tutti d’accordo su quel tipo di inaugurazione. Il Presidente di Commissione deve però ricordare che al momento di deliberare in C.d.Z. 5 l’inaugurazione del CAM Gratosoglio eravamo venuti a sapere che erano venuti meno i fondi che pareva l’assessore volesse mettere a disposizione e quindi l’inaugurazione aveva cambiato le caratteristiche decise in Commissione. L’inaugurazione del CAM Gratosoglio ormai c’è stata, gli anziani hanno ballato e si sono divertiti, ma non c’è stato né il concerto delle band giovanili, né la sfilata di moda e l’inaugurazione si è svolta nel tardo pomeriggio senza protrarsi alla sera come inizialmente deciso dalla Commissione. 

Ricorda inoltre che in Commissione avevamo deciso di stanziare per l’inaugurazione del CAM Gratosoglio 2.000,00 euro a carico della Commissione Sport e Tempo Libero e 4.000,00 euro a carico della Commissione CAM. Somme stanziate per l’inaugurazione con tutti quei contenuti che poi non ci sono stati. Ora troviamo in delibera la sola iniziativa della sfilata di moda con uno stanziamento di 5.000,00 euro. Da chi e dove è stata decisa questa cifra? Metodologicamente bisognerebbe chiedere il rinvio in Commissione, ma è chiaro che manca il tempo. Quindi esprimeremo le nostre perplessità con il voto per punti separati.   

 

Berdot (DS): con i 200 mila euro di tagli agli anziani era ovvio che si potesse fare un bel buffet. La sfilata di moda è nata male fin dall’inizio. Ora sono arrivati molti fondi MAAP e la maggioranza li regala in fretta. Anche lei chiede il voto per punti separati.

 

Pavoni (DS): molti dei rilievi sono già stati fatti. Rivolge alcune domande al Presidente del C.d.Z. 5 poiché si usano i fondi della voce “Grandi Eventi” ma li si usano per iniziative discusse in un contesto, non fatte, poi rimesse in programma con uno stanziamento di fondi diverso. Come è stato deciso? Quando? Ci sono poi molte perplessità su finanziare una sfilata di moda con 5.000,00 euro. Trova già scandaloso che si finanzi una sfilata di moda, se poi vi sono aspetti non chiari è anche peggio.

 

Luccietto (FI): anche lui ricorda cose diverse in Commissione, in particolare che si era discusso di sfilate di moda, visto che aveva proposto che a sfilare fossero le consigliere. Quindi se ne era parlato. È vero che lo si era proposto per l’inaugurazione, ma si era anche detto che qualora non fosse stato possibile per i tempi ristretti, lo si sarebbe fatto in data successiva. La moda è un vanto per Milano e portarla in Zona 5 non è affatto una cosa negativa.

 

Pioli (IdV): molto critico su questa iniziativa. In un periodo di crisi è assurdo dare 5.000,00 euro per una sfilata di moda, che di solito vengono sponsorizzate da privati.

 

Detti (V): chiede chiarimenti su come è impostata la sfilata. Quali vestiti prendono? I 5.000,00 euro a cosa servono? Gli sembrano una cifra eccessiva per organizzare una sfilata.

 

D’Ambrosio (AN) Pres. Comm. (replica): entrambe le iniziative sono state discusse in Commissione, con tanto di verbale della Commissione. Afferma che il concerto delle band giovanili era in alternativa alla sfilata. Inoltre anche durante le sfilate c’è il sottofondo musicale. È vero che in Commissione si era stanziato 2000,00 a carico della Sport e 4000,00 a carico della CAM. L’Assessore al Decentramento può stanziare fondi di rappresentanza per il buffet. L’iniziativa del ballo è stata fatta all’inaugurazione del CAM Gratosoglio ed è riuscita bene, erano presenti soprattutto anziani che si sono divertiti. Sulla sfilata di moda precisa che i vestiti vengono dati gratuitamente e i costi sono relativi alla passerella e all’organizzazione. Lo stilista sarà lo stesso che ha già organizzato una sfilata a San Vittore.

 

 

Si vota l’iniziativa 1:

31  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

Si vota l’iniziativa 2:

15  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, Papa (PSI)

15  Contrari:  DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi, De Padua (PSI)

0  Astenuti: 

NON APPROVATA

 

Si vota la delibera nel suo insieme (con la sola iniziativa 1):

30  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, PSI, DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

0  Astenuti: 

APPROVATA ALL’UNANIMITÁ

 

 

 

 

 

2 - Programmazione “Eventi Diversi” per il mese di Dicembre 2005 – istruita dalla Commissione Sport e Tempo Libero: il Presidente della Commissione, S. Cammilleri (LN), illustra il punto che comprende le seguenti iniziative:

1) Iniziativa “Stage autunnale Baskettiamo 2005” a cura dell’Associazione Olimpic Team. Vengono stanziati 2.100,00 euro IVA compresa di fondi MAAP.

2) Iniziativa “Manifestazione dell’11 dicembre 2005” a cura dell’Unione sportiva San Barnaba. Vengono stanziati 2.400,00 euro IVA compresa di fondi MAAP.

La Commissione Sport del 04.11.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE ALL’UNANIMITÁ.

 

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Nessun intervento

 

Si vota:

29  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, Papa e De Padua (PSI), DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, Gandolfi

0  Contrari: 

1  Astenuti:  Marzocco (PSI)

APPROVATA

 

 

 

----------- fine dei punti rimasti dal C.d.Z. 5 del 24.11.2005 -----------

 

 

 

INTERVENTI DEI CITTADINI

 

Sig. Brusatori – Gratosoglio Informa: presenta una richiesta sottoscritta da 126 cittadini per chiedere un C.d.Z. 5 straordinario sul problema del Contratto di Quartiere II al Gratosoglio.

Il quartiere ormai è spaccato per quanto riguarda il CQ2: alcuni condividono il CQ2; altri pur condividendolo chiedono una diversa localizzazione delle due residenze (studenti e giovani coppie).

Informa di essere stato all’Aler il giorno prima come Gratosoglio Informa. Aler ha detto che entro Natale aprirà il cantiere per la casa per gli studenti. Riferisce che l’Aler ha dichiarato che, essendo Aler proprietaria dei terreni, può semplicemente limitarsi a comunicare che in prossimità del cantiere non possono più sostare la auto. Questo è destinato a creare tensioni nel quartiere.

Precisa che lui sta semplicemente informando il quartiere, non lo sta esacerbando. Se ci sono questioni discutibili, se ci sono vecchi rancori o altro, questo non dipende da lui. Il dissenso è diffuso in tutto il quartiere e ora si è spostato anche al sud del quartiere, visto lo spostamento della residenza per giovani coppie. Il messaggio è che il CQ2 va bene, accettiamo le costruzioni delle residenze, ma non la localizzazione che è stata scelta.

La situazione presenta delle continue tensioni, ma non è certo lui a crearle.

 

 

 

 

 

3 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): il Presidente del C.d.Z. 5 illustra il punto.

Vengono tacitamente approvati i verbali:

n° 171 del 27/10/2005

Si astengono i consiglieri: Armanini, Berti, Gandolfi

 

 

 

 

 

4 - Comunicazioni del Presidente:

1) comunica la data della riunione dei capigruppo

2) c’è l’ipotesi di un C.d.Z. 5 chiesto dall’Assessore alla Sicurezza e Periferie, G. Manca, per illustrare il Patto Locale di Sicurezza per il CQ2 Gratosoglio

3) sono stati rimossi i veicoli abbandonati segnalati in viale Ortles

 

 

 

 

 

5 - Comunicazioni dei Consiglieri:

[Mozioni e interrogazioni da parte dei Consiglieri di Zona ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento sul Decentramento e degli articoli 11, 12, 13 del Regolamento Interno] 

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): presenta una INTERROGAZIONE (sottoscritta da vari consiglieri di opposizione e uno di maggioranza) avente per oggetto “Quali gli effetti prodotti dal documento approvato dal Consiglio di Zona 5 in data 22.09.2005 inerente la richiesta di modifiche alla bozza del Regolamento del Comitato per il Contratto di Quartiere II

 

De Allegri (DS): presenta un INTERVENTO SCRITTO con oggetto “Replica alle dichiarazioni del consigliere Cammilleri sulla Costituzione

 

Rapillo (M): presenta una PROPOSTA (sottoscritta da vari consiglieri di opposizione) con oggetto “Proposta di utilizzare i 5.000,00 euro avanzati per un concerto di band giovanili in Zona

 

Zucco (FI): presenta una RELAZIONE con oggetto “Risultati prodotti con la Colletta Alimentare

 

Berdot (DS): intervento solo verbale: segnala che alcune Associazioni non erano state avvertite della creazione dell’Osservatorio dei CAG, contrariamente a quanto detto dal Presidente della Commissione Servizi Sociali --- ricorda la questione dei 30.000 dei fondi dell’assessore allo sport

 

Presidente del C.d.Z. 5: precisa che per quanto riguarda la questione dei fondi messi a disposizione dall’assessorato allo sport, la Commissione Sport doveva dare semplicemente una indicazione. Dal punto di vista formale, nessuna associazione è stata invitata in modo specifico.

[Berdot e Gandolfi contestano il Presidente ricordandogli che la Commissione sport si è riunita due volte sull’argomento e nel corso della prima riunione era stato chiesto espressamente al Presidente di Commissione di avvertire anche l’altra associazione, e il Presidente di Commissione aveva detto che lo avrebbe fatto.]

 

Luccietto (FI): mozione d’ordine: chiede che, come previsto dal regolamento, sia consentita solo l’illustrazione di interventi scritti.

 

Maschio (FI): presenta un INTERVENTO SCRITTO con oggetto “La strategia della sinistra: mentire, mentire, mentire

 

Cammilleri (LN): (per fatto personale) replica a De Allegri ricordandogli che la recente modifica della Costituzione fatta dal centrodestra riguarda la seconda parte della Costituzione e lascia intatti i principi fondamentali. La sua definizione di “catto-comunista” della Costituzione fa riferimento allo spirito con cui è stata creata dai costituenti. Conferma la sua gioia per la recente modifica attuata dal centrodestra.

 

Revelli (FI):  presenta un INTERVENTO SCRITTO con oggetto “Considerazioni storiche sul referendum del 1946 e la mancata proclamazione

 

Presidente del C.d.Z. 5: le riforme della Costituzione possono piacere o non piacere, ma resta il fatto che entrambe le riforme attuate in questi anni sono avvenute secondo le norme previste dalla Costituzione stessa.

 

Ferrari (FI): (per fatto personale) replica a De Allegri rimandando al mittente la parola con cui ha terminato l’intervento: “vergognatevi”. Sottolinea che lui non ha nulla di cui vergognarsi, quindi De Allegri il “vergognatevi” se lo tiene per sé. Se lui ha dei problemi con il consigliere che gli ha già replicato, è un problema suo con quel consigliere e lo invita a non coinvolgere gli altri nella sua questione personale con quel consigliere evitando generalizzazioni. Per quanto riguarda la gioia e l’entusiasmo del consigliere Cammilleri la ritiene pienamente giustificata visto che la riforma è una vittoria del suo partito.

 

De Allegri (DS): (per fatto personale) il “vergognatevi” era rivolto al consigliere Cammilleri e al Presidente del C.d.Z 5. Se il consigliere Ferrari si è sentito chiamato in causa è un problema suo. Si richiama all’intervento in senato del senatore Angius.

 

D’Ambrosio (AN): mozione d’ordine: si dice contraria a questo alzare i toni dello scontro politico non si conforma ai lavori del C.d.Z.

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI, T.T.V. 

 

6 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: NESSUNA

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE SANITÁ, ANZIANI, C.A.M.

 

7 - Linee Programmatiche C.A.M. per l'anno 2006: il Presidente della Commissione, S. D’Ambrosio (AN), illustra il punto. La relazione viene data per letta. Verbalmente spiega che per quanto riguarda i lavori al CAM Verro i tempi dovrebbero essere brevi e i corsi non dovrebbero subire interruzioni. Ricorda che in commissione sono state recepiti alcuni suggerimenti, come quello del consigliere pavoni di inserire un punto nella relazione riguardante le “offerte culturali”. Altri suggerimenti sono stati anch’essi accolti.

La Commissione nella seduta del 15.11.2005 ha dato PARERE FAVOREVOLE con soli tre astenuti e nassun contrario.

 

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

 

Berdot (DS): va bene l’aggiunta dell’offerta culturale, ma ricorda che in Commissione era stata sollevata la questione del punto prestito libri. E non può bastare l’impegno del coordinatore dei CAM di realizzare un punto di lettura dei giornali.

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): in Commissione vi è stato un ampio consenso (solo 3 astenuti e tutti gli altri favorevoli) proprio perché il Presidente di Commissione si è dimostrato disponibile ad accogliere molti dei rilievi e delle proposte che i vari consiglieri hanno fatto. Gandolfi ricorda di aver sollevato in Commissione la questione più volte dibattuta di attuare i corsi di ginnastica dolce per anziani con l’uso dei fondi CAM e quindi attraverso l’utilizzo degli incarichi. Questo per dare all’importante corso quella continuità che in questi anni, per vari motivi, non è riuscito ad avere. Inoltre, in questo modo, la Commissione ha molti più fondi MAAP a disposizione per poter svolgere molte altre iniziative. Ha visto che nella relazione è stata accolta questa richiesta, ma c’è una parola di troppo, un “anche” che rende ambigua la decisione della Commissione. Chiede quindi che venga eliminata la parola “anche” dalla pagina 3 seconda riga della relazione. Presenta un emendamento soppressivo.  

 

Pavoni (DS): prende atto che è stato inserito il punto dell’offerta culturale, ma non è d’accordo sul metterla come quinto ed ultimo punto, quasi fosse un contentino. La parte culturale qualifica i CAM e deve quindi essere messo all’inizio. Mentre nel punto tre avrebbe preferito un discorso più generale sulle sinergie con la ASL. Chiede di accogliere questi rilievi.

 

Luccietto (FI): plaude per essere finalmente arrivati ad avere una programmazione dei CAM prima della fine dell’anno in modo da poter dare le indicazioni al Direttore di Settore prima che lui ci dica di aver già impegnato tutti i fondi con gli incarichi. Sul discorso di pavoni replica che i cinque punti sono tutti cinque priorità e l’ordine con cui vengono messi in relazione è irrilevante. Se vuole li può leggere al contrario. Sulla richiesta di Gandolfi di eliminare “anche” si dice abbastanza contrario perché non vorrebbe precludersi la possibilità di fare il corso qualora non fosse possibile dare l’incarico. Preferisce lasciare comunque aperta una porta a possibilità diverse di finanziamento.

 

Maschio (FI): l’opposizione sembra non sapere quello che vuole e sembra voler riprogrammare i CAM per la sola sopravvivenza degli anziani. Legge un testo sul “modello Milano” per gli anziani e i servizi sociali.

 

Presidente del C.d.Z. 5: precisa alcune affermazioni. Sulle sinergie con la ASL per la ginnastica dolce per anziani è bene chiarire che la ASL può fare solo ginnastica medica e non preventiva. Per quanto riguarda il punto prestito libri ricorda che in diverse riunioni in assessorato si è deciso non solo di fare presso il CAM un punto lettura dei giornali, ma anche un punto di raccolta delle prenotazioni dei libri.

 

Detti (V): dice (in tono ironico) di aver apprezzato l’intervento di Maschio, e gli suggerisce di fare in zona quello che non è riuscito alla maiolo. Di comperare il viagra per gli anziani della zona.

 

D’Ambrosio (AN) Pres. Comm. (replica): il consigliere Gandolfi ha notato la sua integrazione dovuta al fatto che con la riapertura del CAM Gratosoglio vi sarà la necessità di dare molti incarichi e non vi è la certezza di avere così tante risorse per coprire tutti i corsi di ginnastica dolce. La ginnastica dolce è un corso troppo forte a cui non si può rinunciare.

[Gandolfi interviene per precisare che nessuno vuole rinunciare alla ginnastica dolce, semmai il contrario: si vuole avere la garanzia che la ginnastica dolce ci sia durante tutto l’anno con continuità]

A Pavoni replica che le può leggere nell’ordine che preferisce: sono tutte cinque priorità.

[Pavoni interviene per dirle di non scrivere che sono priorità, altrimenti è implicito che vi è un ordine di importanza]

Ribadisce che sono le priorità per il 2006. se preferisce li può chiamare “concetti principali”. L’offerta culturale è una delle priorità ed è stata inserita. Non è competenza della sua Commissione andare a mettere un punto prestito dei libri al di fuori dei CAM, è compito della Commissione Cultura.

  

 

Dibattito su emendamento Gandolfi – soppressione della parola “anche”

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): sottolinea come la ginnastica dolce per anziani sia una attività estremamente importante e ricorda come in questi anni non abbia mai avuto la continuità necessaria, visto che a gennaio e in gran parte anche di febbraio il corso è rimasto fermo. Sottolinea come la continuità sarebbe garantita se i corsi di ginnastica dolce per anziani venissero finanziati con i cospicui fondi CAM [480.000,00 euro nel Bilancio di previsione] per i quali è solo necessario che il direttore di Settore assegni degli incarichi; mentre questa continuità non può essere garantita con l’uso dei pochi fondi MAAP [100.000,00 euro nel Bilancio di previsione, da dividere tra le varie Commissioni] sia per i ritardi con cui i fondi arrivano in zona, sia per il fatto che i fondi MAAP vengono assegnati con delibera trimestrale del C.d.Z. 5. A questo proposito ricorda che nel 2006 vi sarà un periodo di vacazio del C.d.Z. 5 a causa delle elezioni, percui il C.d.Z. 5 per diversi mesi non potrà deliberare e questo metterebbe in seria crisi il corso di ginnastica dolce per anziani. In ogni caso condivide lo spirito dell’intervento di Luccietto chiede di lasciare anche la possibilità di utilizzare i fondi MAAP come seconda opzione, ma deve essere chiara in delibera che l’indicazione politica è quella di usare prioritariamente i fondi CAM attraverso gli incarichi e i MAAP solo come seconda opzione. Pertanto è disposto a mutare l’emendamento in modo tale che sia chiaro il concetto che la priorità sono i fondi CAM. Troviamo pure insieme la formula che si preferisce, basta che sia chiaro il concetto.

 

Luccietto (FI): chiede se può andare bene sostituire “anche” con “prioritariamente

 

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): “prioritariamente” al posto di “anche  va benissimo.

 

D’Ambrosio (AN) Pres. Comm.: dice di non avere pregiudiziali purché rimanga la possibilità di utilizzare anche i MAAP. Acconsente [dopo un lungo giro di parole] alla sostituzione della parola “anche” con “prioritariamente”.

 

 

Si vota:

14  Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC, Papa (PSI)

15  Contrari:  DS, M, V, IdV, PRC, PDCI, De Padua e Marzocco (PSI)

1  Astenuto:  Gandolfi

NON APPROVATA

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE CASA

 

8 - Proposta della Commissione Casa in merito alla Delibera della Giunta Comunale sulla costruzione di 20.000 nuovi alloggi: RINVIATO

 

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle ore 20.52 dichiara chiuso il C.d.Z. 5 per esaurimento degli argomenti da trattare.

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail