NEWSLETTER SULLA ZONA 5

Resoconto del Consiglio di Zona 5

a cura di

Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 16/12/2004

 

orario di convocazione: 19.00

inizio effettivo alle ore: 19.17

 

Appello: 29 presenti: 11 su 16 del centrosinistra / 18 su 25 del centrodestra

(altri arrivano nel corso della seduta)

 

 

Il Presidente nomina gli scrutatori:

Scarcella (FI), Mondi (FI), Trimboli (PDCI)

 

 

 

 

 

1 - Approvazione dei verbali delle precedenti sedute (art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): il Presidente del C.d.Z. 5 illustra il punto.

Vengono tacitamente approvati i verbali:

n° 138 del 25/11/2004

Si astengono i seguenti consiglieri del CentroSinistra:

Gandolfi, Berti, Armanini.

 

 

 

 

 

2 - Comunicazioni del Presidente:

1) comunica le assenze giustificate dei consiglieri

2) ??

 

 

 

 

 

3 - Comunicazioni dei Consiglieri:

intervengono i consiglieri:

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): presenta una ISTANZA con oggetto “VIA AMIDANI: degrado e incuria del verde, dei marciapiedi e delle piste ciclabili in fondo a via Amidani angolo via Gabussi. Con riferimento alla nostra precedente istanza su analogo oggetto (P.G. 327345/2004 del 24/03/2004)” con ricca documentazione fotografica. L’istanza è già stata protocollata ed inviata tramite e-mail ai destinatari dallo stesso consigliere --- presenta una ISTANZA (insieme al cons. Fumagalli) con oggetto “IL TRIANGOLO NASCOSTO: in via Alamanni ang. Via Ripamonti”. L’istanza è già stata inoltrata agli uffici una decina di giorni fa e la questione è già stata risolta.

Berti (PRC): ricorda che in questi giorni ricorreva la scomparsa di W. Tobagi a cui è intitolata la sala consiliare. Ricorda e chiede un minuto di silenzio per commemorare i morti della strage fascista di Piazza Fontana.

Mondi (FI): legge un intervento con oggetto “Commenti sulla clandestina trovata morta nel cassonetto”

Maschio (FI): ??

Revelli (FI): presenta una INTERROGAZIONE (emersa dal lavoro della Commissione Ambiente) con oggetto “Aree cani”

De Allegri (DS): presenta un ORDINE DEL GIORNO (sottoscritto dalle opposizioni) con oggetto “Richiesta di dimissioni dell’Assessore maiolo per le affermazioni fatte sulla morta nel cassonetto” --- verbalmente disquisisce sui problemi del traffico e parcheggi nell’area dei Navigli

Zucco (FI): relaziona sui risultati dell’iniziativa del Banco Alimentare in Zona 5

Pioli (IdV): presenta un ORDINE DEL GIORNO (sottoscritto dalle opposizioni) con oggetto “Elenco dei processi e delle sentenze che riguardano Berlusconi”

Luccietto (FI): protesta dicendo che non si tratta di un ordine del giorno perché non chiede nulla.

Zolla (AN): intervento solo verbale: sulla questione dei Navigli ricorda che altre amministrazioni hanno creato il caos oggi esistente. Sulla questione della mozione di sfiducia nei suoi confronti commenta dicendo “molti nemici, molto onore”

Rusconi (AN): intervento solo verbale: a proposito del “comizio” del cons. Pioli, lo invita a fornire le stesse informazioni che riguardano il “suo amico” e i 100 milioni per comperare un’auto e le altre sugli appartamenti. Per quanto riguarda il cosiddetto “decreto salva-Previti” lo ritiene utile al fine di ridurre la lungaggine dei processi.

Fumagalli (M): presenta una INTERROGAZIONE rivolta al cons. Mondi affinché fornisca i dati derivanti dalla raccolta di vestiti operata dalla Caritas con i cassonetti che il cons. Mondi vorrebbe far togliere.

De Allegri (DS): (per fatto personale) precisa a Zolla il suo pensiero sulla questione dei Navigli che non avevano alcun riferimento nei riguardi di Zolla; a Luccietto ricorda che in più occasioni la stessa maggioranza ha fatto “comizi”.

Presidente del C.d.Z. 5: commenta constatando che molti interventi sono al di fuori di quanto previsto dalla lettera dei regolamenti.

Muzzana (M): intervento solo verbale: chiede al Presidente come mai l’Assessore sia disposto a venire ad una assemblea pubblica in Zona 5 per parlare del Parco Ticinello, ma non abbia ancora dato la sua disponibilità per il C.d.Z. 5 straordinario richiesto sullo stesso argomento.

Presidente del C.d.Z. 5: commenta dicendo che sarà impossibile tenere quella Assemblea in Boifava come dichiarato e pubblicizzato.

D’Ambrosio (AN): presenta una MOZIONE URGENTE (nata dal lavoro della Commissione) con oggetto “Problema dei commessi presso i C.A.M. di Zona 5”

Presidente del C.d.Z. 5: acconsentendo alla richiesta fatta dal cons. Berti, ricorda le vittime della strage di piazza Fontana e propone un minuto di silenzio.

 

1 minuto di silenzio per ricordare le vittime della strage di piazza Fontana

[molti consiglieri di maggioranza abbandonano l’aula. Rimangono in aula tutti i consiglieri delle opposizioni, il PSI e i seguenti consiglieri di maggioranza: Luccietto e Zucco (FI), D’Ambrosio (AN), Cammilleri (LN)]

 

Luccietto (FI): spiega che come capogruppo di FI ha aderito al minuto di silenzio per ricordare le vittime che erano nostri concittadini, ma si dissocia dalle motivazioni espresse dal consigliere Berti che l’ha definita “una strage fatta dai fascisti”.

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE SANITÁ, ANZIANI, C.A.M.

 

4 - Iniziativa a favore degli anziani sul tema delle truffe a loro danno da svolgersi presso il C.A.M. Stadera di via Palmieri 20 nella settimana pre-natalizia; immediatamente eseguibile: il Presidente della Comm. Sanità Anziani CAM, S. D’Ambrosio (AN), illustra il punto: iniziativa da svolgersi al C.A.M. Stadera in periodo prenatalizio (il 23.12.2004) sul tema delle truffe agli anziani. In futuro si intende riproporre la stessa iniziativa anche negli altri C.A.M. della Zona 5. Per l’iniziativa vengono stanziati 550,00 euro IVA compresa che vengono resi disponibili dal budget residuo della Commissione Ambiente.

La Commissione in data 30.11.2004 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Berdot (DS): ricorda la relazione fatta nell’ultima Commissione dal responsabile dei CAM che evidenziava tutti i problemi che vi sono stati al CAM Stadera quest’anno. Ora si vuole fare uno spettacolo sulle truffe agli anziani due giorni prima di Natale. Non le pare una grande idea.

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): chiede se i 6.500 euro deliberati di recente per le feste di Natale ai CAM siano stati spesi come richiesto per fare le feste in tutti i CAM e non solo in uno, perché è stato informato che l’utenza del CAM Stadera chiede come mai quest’anno non ci sia prevista la tradizionale festa di Natale. Attende inoltre dal Presidente del C.d.Z. 5 la documentazione scritta sul parere della Ragioneria sulla possibilità di spendere fondi MAAP per beni inventariabili. Fonti non ufficiali lo hanno informato che parrebbe risolto il problema della disponibilità della palestra della scuola di via Palmieri e chiede al Presidente della Commissione di verificare tale notizia perché se fosse fondata riaprirebbe enormi opportunità per la ginnastica dolce per gli anziani. Sull’iniziativa in questione è da ritenersi interessante e lodevole ma forse non è il periodo natalizio il più indicato per svolgerla.

Presidente del C.d.Z. 5: non gli risulta che la palestra della scuola di via Palmieri abbia risolto i problemi.

Luccietto (FI): chiede se lo spettacolo sia svolto dagli stessi animatori del CAM oppure da una Associazione, perché in questo secondo caso vi sarebbero dei seri problemi per riuscire ad attuare l’iniziativa in soli 6 giorni. Chiede inoltre se sia possibile spostare fondi da una Commissione all’altra senza una delibera preventiva del Consiglio.

De Allegri (DS): l’altra volta era stato detto che i 6.500,00 euro erano per tutti i CAM e non solo per uno. Il Natale non è il momento più indicato per effettuare l’iniziativa sulle truffe agli anziani. Meglio sarebbe stanziare questi fondi per una normale festa di Natale.

Fumagalli (M): va bene fare festa di Natale come si dice nelle prime righe della delibera. O si parla di truffe o di Natale e non è questo il periodo più indicato per una simile iniziativa.

D’Ambrosio (AN) Pres. Comm. (replica): si trattava di una iniziativa che era stata condivisa in sede di Commissione Sicurezza quando si pensava di farla in tutti i CAM, non capisce come mai ora si sia cambiato atteggiamento. Si tratta di un problema che accade anche nel periodo Natalizio ed è quindi utile parlarne. Le feste ai CAM si stanno già tenendo anche se ha visto scarsa presenza di consiglieri. A causa dei problemi legati ai lavori i corsi del CAM Stadera sono stati spostati prima in via Boifava e poi nel CAM Tibaldi. Il problema dei tempi ristretti esiste e ringrazia gli uffici per il loro operato.

Presidente del C.d.Z. 5: l’uso dei fondi MAAP di una diversa Commissione è possibile visto il periodo e i tempi ristretti.

 

Si vota:

15 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC

7 Contrari:  DS, PRC, PDCI, Pioli (IdV)

9 Astenuti:  PSI, M, Villa (IdV), Gandolfi

NON APPROVATO

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE COMMERCIO, ARTIGIANATO, ATTIVITÁ PRODUTTIVE

 

5 - Approvazione del calendario delle Feste di Via da effettuarsi in Zona 5 nell'anno 2005: il Presidente della Comm. Commercio, V. Caime (FI), illustra il punto che prevede la richiesta di approvazione del seguente elenco di Feste di Via:

1) festa di via Baroni, da svolgersi in data 06.03.2005, organizzata dall’Associazione ANAC

2) festa di via Montegani, da svolgersi in data 17.04.2005, organizzata dall’Associazione Baia del Re

3) festa di via Ripamonti, da svolgersi in data 08.05.2005, organizzata dall’Associazione AscoVigentino

4) festa di C.so San Gottardo, da svolgersi in data 12.06.2005, organizzata dall’Associazione Le Cento Botteghe del Borgo

5) festa di via Isimbardi, da svolgersi in data 09.10.2005, organizzata dall’Associazione AscoService

6) festa di via Bligny, da svolgersi in data 30.10.2005, organizzata dall’Associazione ASCO di viale Bligny, via Col di Lana e viale Sabotino

7) festa di via A. Sforza, da svolgersi in data 13.11.2005, organizzata dall’Associazione Culturale Naviglio Pavese

8) festa di via Ripamonti, da svolgersi in data 06.03.2005, organizzata dall’Associazione AscoVigentino

La Commissione ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Fumagalli (M): chiede quante siano state le domande pervenute, quante e perché quelle scartate.

Caime (FI) Pres. Comm. (replica): so pervenute più di 30 domande, ma alcune non sono state prese in considerazione perché incomplete. Ne rimanevano circa una ventina. Se ne sono selezionate 8 in modo da cercare di garantire che ve ne fosse solo una per ogni richiedente. Si è fatta un’eccezione per l’AscoVigentino perché tali feste avvengono in una porzione della nostra zona dove di solito se ne fanno poche.

 

Si vota:

17 Favorevoli:  FI, AN, LN, UDC

7 Contrari:  DS, PRC, PDCI, Pioli (IdV)

9 Astenuti:  PSI, M, Villa (IdV), Gandolfi

APPROVATO

 

 

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI, T.T.V.

 

6 - Esame e parere sulle domande di concessione edilizia: nessuna

 

 

 

 

 

7 - Parere sul Programma Integrato di Intervento concernente l'area di via Pampuri: il Presidente della Comm. T.T.V., G. Ferrari (FI), illustra il punto: si prevede la costruzione di due palazzi in via Pampuri, di un nuovo C.A.M., di una scuola materna e di un asilo. Spiega anche gli aspetti viabilistici e ricorda che in tale zona è previsto anche il prolungamento del 24.

La Commissione in data 14.12.2004 ha espresso PARERE FAVOREVOLE

 

Dibattito - intervengono i consiglieri

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): chiede al Pres. di Commissione se abbia qualche informazione in più rispetto al giorno della commissione circa il quando si intendono fare gli annunciati interventi per il prolungamento del 24 fino ad Opera e Locate, perché quello è un intervento importante e che influirà sulla viabilità di quella zona. Il P.I.I. di via Pampuri non riguarda solo via Pampuri, dove sono previsti solo i due palazzi, ma anche delle aree più a nord dove verrà posizionato il nuovo CAM, anche se non è ben chiaro dove esattamente. Il nuovo CAM è una bella struttura e una opportunità in più per la nostra zona e forse controbilancia la costruzione dei due palazzi di 11 piani. I problemi veri però riguardano la viabilità di quest’area che sono già gravi ora e a cui viene aggiunta ulteriore utenza. Se non si risolvono i problemi viabilistici qualsiasi nuova aggiunta può costituire un grave problema. Per queste ragioni in Commissione si è astenuto come tutte le opposizioni e il PSI.

 

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per due riunioni: una di maggioranza e una delle opposizioni

(dalle 20.41 alle 21.03)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 21.03

 

Appello: 33 presenti: 14 su 16 del centrosinistra / 19 su 25 del centrodestra

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: essendo scaduto l’orario previsto e non essendo terminato il dibattito, chiede se si ha la volontà di proseguire abbreviando il dibattito e andando al voto rapidamente oppure rinviare tutto.

Ferrari (FI) Pres. Comm.: precisa che trattandosi di un parere su un P.I.I. si può comunque dare il parere anche che i tempi previsti sono scaduti senza che lo stesso vada in silenzio assenso.

Luccietto (FI): chiede che analogamente a quanto fatto in altre occasioni si applichi il regolamento verificando se vi è una maggioranza di 2/3 che vuole continuare i lavori.

 

[il Presidente procede con una votazione informale per alzata di mano da cui emergono che in 17 vogliono proseguire i lavori (le opposizioni e il PSI) mentre in 12 vogliono rinviare al prossimo Consiglio (il centrodestra). Non vi è quindi la maggioranza necessaria a proseguire i lavori.]

 

 

 

 

 

Presidente del C.d.Z. 5: alle 21.10, constata la volontà del Consiglio, dichiara chiuso il C.d.Z. 5. I punti non discussi verranno trattati nel primo C.d.Z. 5 dopo le feste.

 

   

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail