a cura di Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 27/03/2003

 

prima di iniziare i lavori, bisogna terminare i punti dell'O.d.G. del C.d.Z. 5 del 20.03.2003 non trattati a causa del venire meno del numero legale. I lavori si svolgono in seconda convocazione, è quindi sufficiente la presenza di 11 consiglieri per garantire il numero legale (Art. 4 punto 6 del Regolamento Interno).

 

 

Da O.d.G. del 20.03.2003

 

 

Appello: 29 presenti: 12 su 16 del centrosinistra / 17 su 25 del centrodestra

(altri arrivano nel corso della seduta)

 

Presidente del C.d.Z. 5: esprime solidarietà a nome di tutti alla consigliera Berdot (DS) che ha ricevuto una lettera minatoria

 

Il Presidente nomina gli scrutatori: Papa (FI), De Padua (FI), Trimboli (PDCI)

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE TERRITORIO, URBANISTICA, T.T.V., CONCESSIONI EDILIZIE E AUTORIZZAZIONI:

 

4 - Parere sulle domande di Concessione Edilizia:

 

a) Residenza Socioassistenziale per Anziani (R.S.A.) in via baroni 71 (ex scuola Pirandello): il Pres. della Comm. T.T.V., G. Ferrari (FI), illustra il punto. La Commissione ha espresso PARERE FAVOREVOLE a maggioranza.

Intervengono i consiglieri:

Berdot (DS): spiega che voterà contro perché viene data ad una Associazione a pagamento.

Gandolfi (indip. di CentroSinistra): conferma il parere favorevole già espresso in Commissione. In questo caso è in discussione la concessione edilizia per una Residenza Socioassistenziale per 122 anziani non-autosufficienti, che è una finalità lodevole e condivisa. Non si sta esprimendo una valutazione sul metodo di gestione, nel qual caso concorderebbe con il giudizio espresso dalla collega che lo ha preceduto. Per questa ragione voterà a favore.

Si vota:

20 Favorevoli -- 11 Contrari -- 0 Astenuti

APPROVATO

 

b) Parcheggio in via Bordighera: il Pres. della Comm. T.T.V., G. Ferrari (FI), illustra il punto. La Commissione ha espresso PARERE FAVOREVOLE a maggioranza e con il non-voto del consigliere Pavoni (DS).

Intervengono i consiglieri:

Pavoni (DS): spiega che non aveva partecipato al voto credendo si trattasse di un altro parcheggio in cui era coinvolta la sua Cooperativa. In realtà non sussistono problemi per la sua partecipazione a questa votazione.

Detti (V): chiede se la superficie rimarrà a verde.

Fumagalli (M): chiede al Pres. di Comm. di dare maggiori spiegazioni sul progetto, anche per una questione di maggiore rispetto nei confronti dei consiglieri che non erano presenti in Commissione.

Ferrari (FI) Pres. Comm. (replica): si tratta di un parcheggio su tre piani interrati e la superficie rimane a verde senza la presenza di auto.

Si vota:

27 Favorevoli: FI, AN, CCD, LDP, V, PDCI, DS, Gandolfi (ind. di CentroSinistra), Morana (ind.)

0 Contrari

5 Astenuti: M, PRC e Rusconi (AN)

APPROVATO

 

c) Area in viale Ortles 21 (rinnovo concessione): il Pres. della Comm. T.T.V., G. Ferrari (FI), illustra il punto. La Commissione ha espresso PARERE FAVOREVOLE ALL'UNANIMITÀ (non ci può quindi essere dibattito)

Si vota:

35 Favorevoli -- 0 Contrari -- 0 Astenuti

APPROVATO ALL'UNANIMITÀ

 

 

 

PROPOSTE DELLA COMMISSIONE CULTURA, SCUOLA, EDUCAZIONE:

 

5 - Nomina rappresentanti del Consiglio di Zona 5 in seno ai comitati di gestione dei seguenti Asili Nido: Via S. Abbondio 31, Via Baroni 17, Via Comisso 4, Via Orlando 11, Via Palmieri 4, Via Salasco 2, Via Baroni 85, Via dei Guarneri 17: il Pres. della Comm. Scuola e Cultura, S. Marzocco (FI), illustra il punto: per ora sono pervenute una serie di candidature e rimane scoperta solo l'asilo di via Comisso.

[il CentroSinistra si lamenta perché sono tutte candidature del CentroDestra e si pensava che i nominativi bisognasse farli in Consiglio. Si discute in modo acceso.]

Rusconi (AN): visto lo scaldarsi degli animi, in particolare se la prende con il consigliere Zaolino (M), e chiede 5 minuti di sospensione per una riunione di maggioranza.

[Il Presidente del C.d.Z. 5 tergiversa e rinvia la sospensione a dopo il dibattito sul punto]

Berdot (DS): conferma che Zaolino aveva chiesto di essere candidato per l'asilo di via Baroni 85 e chiede come mai la sua candidatura non risulti. Sarebbe comunque stato giusto che il Presidente chiedesse prima ai consiglieri uscenti se confermavano la loro disponibilità. Si lamenta perché nella lista presentata non c'è posto per i consiglieri di opposizione.

Gandolfi (indip. di CentroSinistra): ricorda che aveva già fatto presente la sua disponibilità e il suo interesse per l'asilo di via Palmieri, ma pare che la maggioranza abbia già posto un suo candidato. Chiede se vi è da parte della maggioranza la disponibilità a ridiscutere e ridistribuire le candidature. Conferma la sua candidatura per l'asilo di via Palmieri.

Fumagalli (M): concorda con il giudizio espresso da Zaolino: "è un'abbuffata della maggioranza". Bisognava prima chiedere agli uscenti. Lui (Fumagalli) aveva svolto con dedizione il suo ruolo nell'asilo di via dei Guarneri. Si ricandida per l'asilo di via dei Guarneri.

Rusconi (AN): si lamenta perché la sua mozione d'ordine con richiesta di sospensione doveva essere anteposta allo svolgimento dei lavori. Insiste sulle lamentele rivolte contro il consigliere Zaolino (M) dicendo che le ore di riunione dei capigruppo per discutere sul suo comportamento sono state inutili. Trova strano che ci sia tutto questo interesse a svolgere un compito che di solito non è così ambito. Stando così le cose si candida in tutti gli asili.

De Allegri (DS): era giusto sondare prima le disponibilità degli uscenti. Chiede anche lui una sospensione del C.d.Z. per riunione dei capigruppo.

Zaolino (M): in una delle ultime Comm. Scuola aveva chiesto di essere segnato come candidato per l'asilo di via Baroni 85, ma Marzocco aveva risposto che i nomi si davano in Consiglio. Non è corretto andare avanti a "colpi di maggioranza".

Marzocco (FI) Pers. Comm. (replica): si stanno esaminando le candidature per gli asili nido e non per le materne, dove il consigliere Zaolino è tuttora in carica come rappresentante del C.d.Z. 5. Nessuno degli uscenti gli ha chiesto di essere nuovamente candidato. È vero che il consigliere Zaolino aveva chiesto di essere candidato, "comunque non c'è gettone, quindi il consigliere Zaolino può stare tranquillo"

[il CentroSinistra insorge per contestare la frase di Marzocco, che viene ripreso verbalmente anche dal Presidente del C.d.Z.]

Zaolino (M) (per fatto personale): si va per dare una mano al funzionamento degli asili e non certo per un gettone che non c'è, visto che è una funzione assolutamente gratuita e volontaria.

Rusconi (AN) (per fatto personale): si dice contento che il consigliere Zaolino non voglia iscriversi anche all'asilo. Invita poi Zaolino ad astenersi dal riferire il pensiero di altri, in particolar modo il suo (di Rusconi). Si limiti a esprimere le proprie idee e non quelle altrui.

Zaolino (M) (per fatto personale): spiega che Rusconi si riferisce al dibattito in Commissione sulle foibe e riferisce il pensiero di Rusconi espresso in quel frangente.

Rusconi (AN) (per fatto personale): chiede l'espulsione di Zaolino dal C.d.Z. 5.

[il clima si scalda e si accendono delle discussioni]

Presidente del C.d.Z. 5: ricorda che ci sono due richieste di sospensione dei lavori.

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione dei capigruppo

(dalle 22.00 alle 23.06)

 

[Durante la sospensione gira la voce che Berlusconi non avrebbe più l'intenzione di fare il decreto per prorogare i termini del bilancio e che salverebbe il Consiglio Comunale. Pertanto si profila l'eventualità di un commissariamento del Comune e delle nove zone. Qualche consigliere si dimostra assai preoccupato, qualcun altro discute dei possibili candidati sindaci.]

 

Il C.d.Z. 5 riprende.

 

Presidente del C.d.Z. 5: la riunione dei capigruppo è stata ad un pelo dal raggiungere l'accordo, ma senza giungervi. Nel corso della riunione sono emerse anche altre candidature. Elenca quindi gli asili con le varie candidature [alcune si aggiungono sul momento]:

1) asilo via Baroni 17: Mondi (FI), Zaolino (M), Rusconi (AN)

2) asilo via Baroni 85: Marzocco (FI), Berdot (DS)

3) asilo via Comisso 4: Camilleri (LN), Pavoni (DS), [Scarcella (FI) che poi ritira la candidatura]

4) asilo via Orlando 11: Maschio (FI), Rapillo (M), Rusconi (AN)

5) asilo via Palmieri 4: Alicata, Gandolfi (ind. di CS), Rusconi (AN)

6) asilo via S. Abbondio 31: Longo (FI), De Allegri (DS), Rusconi (AN)

7) asilo via Salasco 2: Papa (FI), Armanini (PRC)

8) asilo via dei Guarneri: Fumagalli (M), Zolla (AN)

Morana (indip.): non condivide il metodo usato e quindi annuncia di non partecipare al voto a norma dell'Art. 8, comma 4

Muzzana (M): chiede che i rappresentanti eletti relazionino per iscritto il loro operato al C.d.Z. 5.

 

[c'è una lunga discussione su quale debba essere il metodo di votazione da utilizzare. Il CentroSinistra chiede il voto con le schede poiché si eleggono delle persone.

Il funzionario, citando l'Art. 19 punto d) del Regolamento del Decentramento, dice che non è previsto.

Viene però contestato il fatto che l'articolo citato si riferisce alle Commissioni, e non ai Comitati di Gestione.

Alla fine della discussione si procede assegnando un colore del pulsante a ciascuno dei candidati e si vota con il sistema elettronico.]

 

Si vota per ciascun asilo:

(il numero prima del nome del consigliere sono i voti. In grassetto l'eletto.)

1) asilo via Baroni 17: 23 Mondi (FI), 15 Zaolino (M), 0 Rusconi (AN)

2) asilo via Baroni 85: 22 Marzocco (FI), 16 Berdot (DS)

3) asilo via Comisso 4: 23 Camilleri (LN), 15 Pavoni (DS)

4) asilo via Orlando 11: 22 Maschio (FI), 15 Rapillo (M), 1 Rusconi (AN)

5) asilo via Palmieri 4: 2 Alicata, 15 Gandolfi (ind. di CS), 21 Rusconi (AN)

6) asilo via S. Abbondio 31: 21 Longo (FI), 15 De Allegri (DS), 2 Rusconi (AN)

7) asilo via Salasco 2: 23 Papa (FI), 15 Armanini (PRC)

8) asilo via dei Guarneri: 14 Fumagalli (M), 22 Zolla (AN) [Zolla (AN) e Berti (PRC) non partecipano al voto per Art. 8, comma 4]

 

Morana (ind.): afferma che questa non è democrazia [e abbandona l'aula]

De Allegri (DS): spiega che la riunione dei capigruppo poteva anche giungere ad un accordo se Rusconi non avesse modificato la sua posizione alla fine.

Rusconi (AN) (per fatto personale): in democrazia esistono delle regole e lui a queste si è richiamato: è il Consiglio che deve decidere e non i capigruppo.

Presidente del C.d.Z. 5: proclama gli eletti:

1) asilo via Baroni 17: Mondi (FI)

2) asilo via Baroni 85: Marzocco (FI)

3) asilo via Comisso 4: Camilleri (LN)

4) asilo via Orlando 11: Maschio (FI)

5) asilo via Palmieri 4: Rusconi (AN)

6) asilo via S. Abbondio 31: Longo (FI)

7) asilo via Salasco 2: Papa (FI)

8) asilo via dei Guarneri: Zolla (AN)

[applauso ironico del CentroSinistra; applauso compiaciuto del CentroDestra]

 

 

 

6 - Nomina ai sensi dell'Art. 20 del Regolamento per gli Asili Nido comunali dei comitati di gestione dei seguenti Asili Nido: Via S. Abbondio 31, Via Baroni 17, Via Comisso 4, Via Orlando 11, Via Palmieri 4, Via Salasco 2, Via Baroni 85, Via dei Guarneri 17: il Pres. della Comm. Scuola e Cultura, S. Marzocco (FI), illustra il punto.

Marzocco (FI): Chiede se si debba procedere con voto per punti separati o con unica votazione.

[il funzionario chiarisce che essendoci una delibera per ogni asilo si deve procedere votando per punti separati]

De Allegri (DS): annuncia che i consiglieri del CentroSinistra in segno di protesta nei confronti dell'atteggiamento della maggioranza, non parteciperanno al voto a norma dell'Art. 8 comma 4

Si vota per punti separati:

in tutte le votazioni questi sono i risultati:

23 Favorevoli (FI, AN, LN, CCD)

0 Contrari

0 Astenuti

14 non voto Art. 8 comma 4 (DS, M, LDP, V, PRC, PDCI, Gandolfi)

 

Marzocco (FI): Chiede se sia necessario votare l'immediata esecutività.

[si dibatte un po' ed infine il Presidente decide che non è necessaria]

 

 

 

7 - Concessione a titolo gratuito di n. 1 locale scolastico presso la Scuola Elementare di Via Bocconi 17: il Pres. della Comm. Scuola e Cultura, S. Marzocco (FI), illustra il punto. Annuncia che la Commissione ha espresso PARERE FAVOREVOLE.

Nessun intervento.

Si vota:

37 Favorevoli -- 0 Contrari -- 0 Astenuti

APPROVATO ALL'UNANIMITÀ

 

 

 

8 - Programmazione II° trimestre 2003 della Commissione Cultura: il Pres. della Comm. Scuola e Cultura, S. Marzocco (FI), illustra il punto. Annuncia che la Commissione ha espresso PARERE FAVOREVOLE a maggioranza. Informa che a causa di alcuni errori si rende necessario emendare la delibera per precisare la cifra esatta a disposizione della Commissione.

Intervengono i consiglieri:

Luccietto (FI): presenta un emendamento soppressivo dove si chiede di eliminare il finanziamento di 500 euro per l'iniziativa dell'associazione Gong.

Rusconi (AN): presenta un emendamento soppressivo dove si chiede di eliminare il finanziamento di 1150 euro per l'iniziativa dell'associazione Baia del Re.

Procaccini (AN): presenta un emendamento soppressivo dove si chiede di eliminare il finanziamento di 500 euro per l'iniziativa dell'ANPI.

Fumagalli (M): questi emendamenti soppressivi sono il segnale di una serata negativa e di un atteggiamento della maggioranza che non ci piace.

Berdot (DS): presenta, come risposta, un emendamento soppressivo dei finanziamenti ad alcune delle iniziative finanziate nella delibera.

Gandolfi (indip. di CentroSinistra): se la maggioranza di questo consiglio voleva imitare il deprimente spettacolo offerto da Palazzo Marino in questo periodo ci sta riuscendo. Credo che ci si debba vergognare di come stanno procedendo i lavori di questa serata e soprattutto i consiglieri di maggioranza che hanno presentato quei tre emendamenti soppressivi si devono vergognare perché hanno mandato all'aria tutto il lungo lavoro svolto in Commissione e che aveva portato a una proposta condivisa da una larga maggioranza. Con quegli emendamenti si è svilito il ruolo della Commissione e sfiduciato, di fatto, il Presidente stesso della Commissione. Chiedo e spero che gli altri consiglieri di maggioranza abbiano un atteggiamento che mostri maggiore buon senso e sia più rispettoso del lavoro della Commissione e respingano i tre emendamenti proposti.

Pavoni (DS): critica la scelta di non aver assegnato fondi per il III° trimestre. Chiede ai consiglieri di maggioranza un maggiore rispetto per il lavoro svolto dalla Commissione.

De Allegri (DS): l'atteggiamento del centrodestra non è condivisibile, ma visto che questo è quello che vogliono, presenta un emendamento aggiuntivo dove si chiede di assegnare all'associazione Baia del Re 4000 euro.

Procaccini (AN) (per fatto personale): spiega di aver proposto l'emendamento soppressivo della proposta dell'ANPI perché, coerentemente da quanto affermato da una consigliera della minoranza in Commissione, la proposta non è presentata da privati cittadini ma da un'associazione che è legata a partiti politici.

Rapillo (M): presenta un emendamento dove si chiede di spostare una delle iniziative in elenco alla Commissione servizi sociali.

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per una riunione del CentroSinistra per predisporre il testo scritto degli emendamenti

(dalle 00.15 alle 00.40)

 

[durante la sospensione i consiglieri Rusconi e Zolla di AN appendono una bandiera italiana alle aste dei loro microfoni e intonano l'inno di Mameli]

 

Il C.d.Z. 5 riprende.

 

Presidente del C.d.Z. 5: fa l'elenco dei consiglieri che sono già intervenuti e spiega che potranno intervenire nel dibattito solo i consiglieri che non hanno ancora parlato.

[alcuni dei consiglieri che nel corso dell'interruzione avevano preparato nuovi emendamenti li passano ai colleghi che non sono ancora intervenuti affinché li leggano]

 

Detti (V): chiede una ulteriore sospensione per una riunione dei capigruppo

Luccietto (FI): si dice contrario alla sospensione perché sarebbe inutile

Rusconi (AN): si dice contrario alla sospensione perché sarebbe inutile

Giancola (CCD): si dice contrario alla sospensione perché sarebbe inutile

Berti (PRC): legge l'emendamento preparato da Gandolfi in cui si chiede il cambiamento della ripartizione dei fondi sui tre trimestri rimanenti e per il II° trimestre si chiede di finanziare: 1) l'ANPI con 500 euro; il Centro Culturale Conca Fallata per l'iniziativa del concorso a fumetti con 1000 euro; la Baia del Re con 2000 euro.

Trimboli (PDCI): protesta perché la maggioranza col suo atteggiamento ha svilito il lavoro della Commissione.

Fumagalli (M): presenta una mozione d'ordine citando l'Art. 59 del Regolamento del Consiglio Comunale, secondo cui, prima di discuterli, è necessario numerare e distribuire copia a tutti i consiglieri degli emendamenti presentati. Inoltre, secondo l'Art. 19 del Regolamento Interno vi è un determinato ordine a seconda del tipo di emendamento.

Pioli (LDP): visto che la maggioranza con i suoi emendamenti ha stravolto il lavoro della Commissione e del Presidente della Commissione, chiede a quest'ultimo di trarne le dovute conseguenze.

Camilleri (LN): per quanto riguarda l'Art. 59 la richiesta di Fumagalli (M) ne chiede un'applicazione troppo rigida e di difficile attuazione in C.d.Z. dove la prassi è sempre stata diversa. Lo ritiene inapplicabile.

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso per provvedere all'attuazione dell'Art. 59 e a fare copia di tutti gli 11 emendamenti presentati per tutti i consiglieri

(dalle 1.03 alle 1.23)

 

Il C.d.Z. 5 riprende.

 

Appello: 32 presenti: 14 su 16 del centrosinistra / 18 su 25 del centrodestra

 

Marzocco (FI) Pres. Comm. (replica):

[pochi secondi dopo che marzocco ha iniziato la sua replica rientrano in aula i consiglieri Scarcella e Rugginenti di FI con uno scatolone contenente brioches appena sfornate. I consiglieri di maggioranza incominciano a mangiarle e si crea una gran confusione in aula.

Interviene il Presidente del C.d.Z. 5 che, molto irritato, sospende per due minuti i lavori del consiglio per consentire ai consiglieri di maggioranza di mangiarsi le brioches]

 

Il C.d.Z. 5 viene sospeso perché la maggioranza deve mangiare le brioches

(dalle 1.27 alle 1.33)

 

[durante la sospensione il Presidente del C.d.Z. 5, evidentemente scandalizzato dalla situazione che si è venuta a creare, sbatte le carte sul tavolo, si alza e dichiara chiusi i lavori, dicendo "ci vediamo giovedì prossimo". Fa pochi passi, ci ripensa e torna al suo posto.]

 

Il C.d.Z. 5 riprende.

[si discute per un po' se sia o meno necessario fare ancora una volta l'appello. Alla fine si decide per farlo ancora una volta.]

 

[Il consigliere Gandolfi abbandona la seduta. Pertanto non posso continuare a relazionare sul proseguio dei "lavori" del Consiglio. Da informazioni avute il giorno seguente sono però venuto a sapere che ci si è fermati dopo la replica del Presidente della Commissione. Vi sono state ulteriori discussioni. E si è rinviato tutto al prossimo Consiglio. Manca ancora la discussione degli emendamenti.]

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail