a cura di Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 10/07/2003

 

inizio effettivo alle ore: 19.52

 

II° Convocazione: essendo caduto il numero legale al termine dell'ultima seduta i punti sono trattati in seconda convocazione, è quindi sufficiente la presenza di 11 consiglieri per garantire il numero legale.

 

Appello: 22 presenti: 8 su 16 del centrosinistra / 14 su 25 del centrodestra

(altri arrivano nel corso della seduta)

 

Il Presidente nomina gli scrutatori: Scarcella (FI), Maschi (FI), Gandolfi (indip. di CentroSinistra)

 

 

Da O.d.G. del C.d.Z. 5 del 03/07/2003:

 

3 - ex punto 10 seduta del 26/06/2003: Programmazione 3° trimestre 2003 Commissione SPORT E TEMPO LIBERO. Immediatamente eseguibile: il Presidente del C.d.Z. lascia la parola al Presidente della Commissione Morelli (LN) che però è assente, la da quindi al Vice Presidente di Commissione, De Padua (FI), il quale però cede la parola al consigliere Camilleri (LN), il quale illustra il punto: concerto da tenersi presso l'isola pedonale sui Navigli nei primi giorni di settembre con la partecipazione dei gruppi musicali della Zona 5 reperiti tramite i CTS. Spesa massima prevista 2000,00 euro IVA compresa. La Commissione ha dato PARERE FAVOREVOLE. Si ricorda che il Presidente di Commissione ha presentato un emendamento che aumenta l'importo stanziato dai 2000,00 euro decisi in sede di Commissione, a 5000,00 euro. L'emendamento ha allegato il parere di legittimità del Direttore di Settore.

Dibattito - intervengono i consiglieri:

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): ritiene assurdo il passa parola che c'è stato e sottolinea che il Presidente della Commissione Sport, Morelli (LN), è spesso assente al momento della discussione in Consiglio delle delibere della sua Commissione. Chiede inoltre per quale ragione non sia il Vice Presidente di Commissione, De Padua (FI), presente in aula a presentare il punto: che Vice è se quando è assente il presidente non è lui a sostituirlo? Questo meccanismo è accaduto già in sede di Commissione: anche in quel caso è stato il collega di partito del Presidente, cioè Camilleri (LN), a farne le veci. Perché non si nomina Camilleri Vice Presidente, se è sempre lui a sostituire il Presidente in caso di assenza? Entrando nel merito, l'iniziativa era piaciuta e in Commissione avevamo dato parere favorevole, ma l'emendamento presentato da Morelli (LN) aumenta la cifra decisa in Commissione di più del doppio. Correttezza politica vorrebbe che si adottassero uno dei seguenti comportamenti: 1) o si ritira l'emendamento, mantenendo quello che era stato deciso in Commissione; 2) oppure la delibera viene ritirata per tornare in Commissione a discuterne le eventuali modifiche, approfondendo le ragioni alla base di un così cospicuo aumento.

De Allegri (DS): l'emendamento del Presidente di Commissione non deve essere ammesso perché il presentatore è assente. La delibera deve tornare in Commissione per discutere delle modifiche richieste. Presenta un emendamento.

Rapillo (M): attacca il Presidente della Commissione Sport, Morelli (LN), ricordando come si sia dimostrato inefficiente sulla Coppa Milano, cercando poi di scaricare le colpe della sua inefficienza sull'opposizione. Questo emendamento deve essere discusso in Commissione.

Trimboli (PDCI): chiede che il presidente della Commissione Sport si dimetta se non ha il tempo per fare il Presidente e neppure quello di informare il suo vice. La Commissione è gestita in modo inefficiente: non esiste programmazione.

Berdot (DS): sull'emendamento presentato da Morelli c'è solo la firma di Morelli: se non c'è, non si può discutere. Inoltre l'emendamento deve essere presentato dal proponente, altrimenti l'emendamento non esiste.

Presidente del C.d.Z. 5: replica che l'emendamento è stato protocollato da Morelli ed è anche corredato del parere di legittimità del Direttore di Settore. Sotto questo aspetto, quindi, l'emendamento è stato regolarmente presentato. Sulla sua ammissibilità si esprimerà in seguito, quando sarà il momento.

Berdot (DS): Chiede che l'emendamento sia discusso in Commissione.

Berti (PRC): a cosa servono i 3000 euro in più? Vanno ai gruppi che suonano o sono per l'organizzazione? L'emendamento di Morelli è inammissibile, in modo analogo a quelli del CentroSinistra che a suo tempo erano stati ritenuti tali.

Presidente del C.d.Z. 5: l'emendamento ha il parere di legittimità del Direttore di Settore, quelli del CentroSinistra invece, essendo stati presentati al momento del Consiglio, non lo avevano. Questa è la differenza.

 

Il C.d.Z. 5 è sospeso per consentire al Presidente del C.d.Z. 5 di valutare l'ammissibilità dei 2 emendamenti

(dalle 20.20 alle 20.48)

Il C.d.Z. 5 riprende alle 20.48

 

Appello: 33 presenti: 13 su 16 del centrosinistra / 20 su 25 del centrodestra

 

Presidente del C.d.Z. 5: comunica che l'emendamento n°1 di Morelli (LN) è da ritenersi non ammissibile perché carente di documentazione e vago nei contenuti ("2 o 3 concerti"); l'emendamento n°2 di De Allegri (DS) è ammissibile.

De Padua (FI) Vice Presidente Comm. Sport: vista l'assenza di Morelli e la non ammissibilità del suo emendamento, RITIRA LA DELIBERA per portarla in Commissione.

 

 

 

4 - Approvazione dei verbali delle sedute precedenti (Art. 69, comma 3 e seguenti, Reg. Consiglio Comunale): viene tacitamente approvato il verbale n° 85 del 26/06/2003.

I consiglieri del CentroSinistra non partecipano al voto a norma dell'Art.8 comma 4.

 

 

 

5 - Comunicazioni del Presidente:

a) arrivata la Delibera di Giunta sui fondi sociali. Ne è stata data copia a tutti i consiglieri. Ogni zona dovrà fare una Commissione per questa nuova funzione.

b) è stata data copia ai capigruppo della normativa della Regione Lombardia sui SERT.

c) c'è una MOZIONE URGENTE sottoscritta da tutti i consiglieri su Mondo Gatto.

 

 

 

6 - Interventi dei consiglieri:

intervengono i consiglieri:

De Allegri (DS): comunica i membri del CentroSinistra nella Commissione Sicurezza: Perrone (DS), Muzzana (M), Berti (PRC), Detti (V), Trimboli (PDCI), Gandolfi (indip. di CentroSinistra). -- poi commenta la brutta figura fatta dalla maggioranza che aveva negato una targa ai partigiani della nostra zona, che sono invece stati premiati dalla Regione Lombardia e da altri Comuni di una medaglia d'oro.

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): rettifica le date del periodo in cui sarà assente --- informa che ha ricevuto direttamente dall'AMSA la risposta al quesito che poneva in una sua lettera pubblicata sulle pagine milanesi del Corriere del 5 giungo. L'AMSA ha ammesso di aver dato una comunicazione errata sulle pagine della Guida Pratica del Cittadino 2003, si scusa con i cittadini e ribadisce che la corretta suddivisione dei rifiuti prevede che le lattine delle bibite vadano nel cassonetto condominiale verde, insieme al vetro. (spiega anche come era nata la questione).

Camilleri (LN): presenta una MOZIONE URGENTE con oggetto "Problemi viabilistici in via dell'Assunta" (che poi viene sottoscritta dai consiglieri di maggioranza e anche da alcuni consiglieri di opposizione).

Caime (FI): intervento solo verbale: dice che in via Virgilio Ferrari bisognerebbe portare il limite di velocità dagli attuali 50 km/h ai 70 km/h.

Pioli (LDP): presenta un ORDINE DEL GIORNO (sottoscritto dal CentroSinistra) con oggetto "La brutta figura dell'Italia in Europa per colpa delle frasi di Berlusconi"

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): (per precisazione) ricorda al consigliere Caime che sulla questione era già stata presentata una istanza dal CentroSinistra nella passata legislatura (estensore e primo firmatario Gandolfi), con ricca documentazione. Caime arriva tardi, ma meglio tardi che mai.

Scarano (V): presenta una MOZIONE con oggetto "chiusura al traffico in Zona 5 per 4 domeniche ecologiche"

Procaccini (AN): intervento solo verbale: replica a Pioli dicendo che le provocazioni del consigliere tedesco offendevano non solo personalmente Berlusconi, ma anche tutta l'Italia. La risposta di Berlusconi è stata necessaria per difendere l'Italia.

Zolla (AN): intervento solo verbale: relazione sulle attività del CO.PRI.REC. --- replica a De Allegri ricordando che il CentroSinistra aveva votato contro a una mozione che chiedeva di dare delle targhe in memoria delle vittime del terrorismo rosso.

Armanini (PRC): intervento solo verbale: ricorda di aver segnalato mesi fa un problema al Parco Ravizza chiedendo la chiusura di via Bach: nulla è stato fatto -- segnala che il mercato di via Crema viene attraversato da auto e camion -- commenta dicendo che Berlusconi è un ignorante

Rapillo (M): intervento solo verbale: chiede un maggiore impegno del Presidente Pessognelli sulla questione della RSA al Gratosoglio. Ricorda che venerdì 11 luglio ci sarà una fiaccolata al Gratosoglio e invita anche la maggioranza a partecipare.

De Allegri (DS): (per fatto personale) a Camilleri (LN) spiega che il discorso era fatto per sottolineare l'errore della maggioranza di questo C.d.Z.; a Zolla (AN) precisa che la parola "inetti" riferita alla maggioranza di questo C.d.Z. è stata pronunciata dall'Assessore Buscemi di FI.

 

 

 

7 - Concessioni edilizie: nessuna

 

 

 

8 - Proposta della Commissione SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZA, VOLONTARIATO, PROBLEMATICHE GIOVANILI. Programmazione 3° trimestre 2003 MAAP. Immediatamente eseguibile: il Presidente della Commissione, G. Maschi (FI), illustra il punto che prevede di finanziare l'oratorio S. Gregorio Barbarigo per le attività estive con una spesa massima di 500,00 euro IVA compresa.

Dibattito - intervengono i consiglieri:

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): chiarisce di non avere preconcetti nei confronti degli oratori e che sa che svolgono un'importante compito. Ricorda che su questo punto in Commissione si era astenuto, deciderà cosa fare in Consiglio in base alle risposte che verranno date. Il Pres. di Commissione, Maschio (FI), aveva spiegato che l'iniziativa era stata presentata il 13 febbraio 2003 e doveva essere finanziata dalla Commissione Cultura nel II trimestre. Perché ora viene proposta nella Commissione Servizi Sociali? Chi ha la competenza sugli oratori estivi? Non è ormai fuori tempo massimo per essere finanziata?

Presidente del C.d.Z. 5: spiega che era rimasta fuori della delibera della Cultura per un errore di battitura e l'unica Commissione che faceva in tempo a recuperare l'iniziativa era la servizi Sociali.

Muzzana (M): l'iniziativa oratorio estivo è già iniziata, chiede quindi al funzionario di chiarire se è possibile finanziare una iniziativa già iniziata. Sottolinea inoltre che 500 euro sono pochi e piuttosto che fare simili figure con gli oratori è meglio non dare nulla.

Berti (PRC): parla a nome di Gandolfi che aveva dimenticato una domanda: in Commissione è emerso che gli oratori estivi fanno pagare l'utenza: per quale ragione il C.d.Z. dovrebbe dare altri soldi se già li ricevono dall'utenza?

Ferrari (FI): gli oratori forniscono un servizio utile alla cittadinanza dopo la fine delle scuole.

Berdot (DS): ricorda che gran parte dell'8/1000 viene usato per pagare i preti. Lamenta il fatto che il C.d.Z. da i soldi alle parrocchie senza vedere i progetti e solo con la dicitura "oratori estivi". La visione laica non le consente di dare parere favorevole, soprattutto se la parrocchia si fa pagare dall'utenza per il servizio.

De Allegri (DS): i cittadini vanno dove ci sono le attività. Manca una progettazione organica. L'iniziativa è già iniziata, quindi la delibera è tardiva.

Presidente del C.d.Z. 5: i soli 500 euro sono effettivamente inadeguati e ci vorrebbe un progetto più ampio per il non-scuola. Le richieste da parte degli oratori sono fatte in modo analogo a quelle delle altre associazioni e i 500 euro sono per sostenere singole attività all'interno degli oratori estivi, chiede un'aggiunta in delibera per specificare quale siano le attività: "per la realizzazione di 1 gita o di ingressi in piscina".

De Allegri (DS): chiede maggiori precisazioni sull'aggiunta.

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): fa notare che con questa aggiunta vi sono contraddizioni nella delibera: si dice che l'iniziativa si svolge "presso l'oratorio stesso", ma l'oratorio non ha una piscina.

Zucco (FI): propone un emendamento "stilistico" per cambiare un termine in delibera. Aggiunge che sarebbe utile un C.d.Z. straordinario per dibattere su cosa si debba intendere per "servizio pubblico". Conclude dicendo che se si facesse una verifica del rapporto tra soldi erogati e numero dei partecipanti alle iniziative si scoprirebbe che sono altre le iniziative discutibili.

Zolla (AN): meglio finanziare gli oratori estivi che i corsi nelle moschee per piloti di aerei.

Pioli (LDP): il piccolo contributo proposto non può servire a coprire le inefficienze del Comune.

Berti (PRC): contesta l'intervento di Zolla che definisce assurdo.

[Luccietto (FI) fa notare che Berti era già intervenuto nel dibattito e quindi non può più parlare. Il Presidente toglie quindi la parola a Berti.]

De Allegri (DS) (per fatto personale): chiede la censura dell'intervento di Zolla che offende questo C.d.Z.

Presidente del C.d.Z. 5: definisce "indelicato" l'intervento di Zolla

Armanini (PRC): ribatte a Zolla ricordandogli che le scuole dei piloti frequentate dai terroristi dell'11 settembre erano negli USA e non nelle moschee. Il C.d.Z. dovrebbe verificare sull'attuazione delle iniziative che delibera.

Presidente del C.d.Z. 5: chiede al Pres. di Comm. di ragionare su una programmazione migliore.

Il Funzionario: risponde alla questione posta da Muzzana rimettendosi al parere di legittimità espresso dal Direttore di Settore.

Muzzana (M): non ha risposto alla domanda se il C.d.Z. possa o meno deliberare una iniziativa già iniziata.

Il Funzionario: risponde non sul caso in questione, ma in generale, che se una iniziativa è già iniziata non può essere deliberata.

Presidente del C.d.Z. 5: precisa che l'oratorio estivo è già iniziato, ma la gita non è ancora stata fatta.

Trimboli (PDCI): la maggioranza vuole comunque finanziare gli oratori anche in assenza di un vero progetto.

Dichiarazioni di voto:

De Allegri (DS): il gruppo DS non partecipa al voto in base all'Art. 8 comma 4

Armanini (PRC): il gruppo di Rifondazione Comunista non partecipa al voto in base all'Art. 8 comma 4

Muzzana (DS): il gruppo della Margherita lascia libertà di voto, mentre il consigliere Muzzana annuncia che non partecipa al voto in base all'Art. 8 comma 4

Gandolfi (indipendente di CentroSinistra): come indipendente annuncia che non partecipa al voto in base all'Art. 8 comma 4

Pioli (LDP): il gruppo Lista Di Pietro non partecipa al voto in base all'Art. 8 comma 4

Scarano (V): il gruppo dei Verdi non partecipa al voto in base all'Art. 8 comma 4

Trimboli (PDCI): il gruppo Comunisti Italiani non partecipa al voto in base all'Art. 8 comma 4

Luccietto (FI): il gruppo di Forza Italia annuncia il suo voto a favore

Zolla (AN): il gruppo di AN annuncia il suo voto a favore

Si vota la delibera:

23 Favorevoli: FI, AN, LN, CCD + Rapillo(M) e Zaolino (M)

0 Contrari

0 Astenuti

10 non votano per Art. 8 comma 4: DS, PRC, LDP, V, PDCI, Muzzana (M) e Gandolfi

APPROVATA

[il Presidente ripete la votazione perché manca lo scrutatore di maggioranza Scarcella (FI) che viene sostituito da Caime (FI)]

 

Presidente del C.d.Z. 5: dichiara chiusa la seduta per sopraggiunto limite di orario. Il punto nove rimasto va in silenzio/assenso, quindi il prossimo C.d.Z. che si svolgerà il 17 luglio inizierà con i punti dell'O.d.G. del 10 luglio.

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail