a cura di Luca Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter e la riceverai gratuitamente nella tua E-mail

 

 

Resoconto del Consiglio di Zona 5 del 26/06/2001

 

Interventi dei cittadini:

A. D'Antonio - Comitato Baravalle: fa una breve storia delle vicende del parco Baravalle e chiede che il Consiglio si adoperi per cercare di salvarlo dalla prossima costruzione del centro sportivo.

G. Valassina - Comitato dei Navigli: denuncia il grave stato dei navigli (Naviglio Pavese in zona 5 e Naviglio Grande in zona 6) ed elenca una lunga serie di problemi: traffico diurno e notturno; problemi di rumore causati dai numerosi locali notturni; discariche abusive. Chiede di valorizzare l'aspetto culturale e storico dei navigli.

P. Virgilio - insegnante Itis Feltrinelli: denuncia la mancanza di democrazia da parte della provincia nella questione del progetto del Feltrinelli e chiede al C.d.Z. 5 di portare a conoscenza il progetto alternativo sviluppato dal Politecnico.

G. Garuffi: interviene sul parco Baravalle. Denuncia il fatto che la delibera comunale regala lo spazio ai privati i quali in cambio rendono disponibili le strutture per sole 3 ore a settimana alla comunità al prezzo comunale.

Di Stefano - Metrotranvia Sud: introduce storicamente il problema del traffico a Milano e critica l'operato della Giunta Albertini. Chiede al Presidente del C.d.Z. 5 di approfondire la delibera della Metrotranvia Sud per quanto concerne l'impatto ambientale e di chiedere al Comune il relativo piano del traffico temporaneo e definitivo, ed il piano dei lavori.

A. Pinotti - Comitato Tecnico Popolare del depuratore di Nosedo: denuncia la mancanza di informazione sui progetti dei depuratori da parte del Comune e del Commissario ai depuratori, nonostante le promesse fatte in tal senso dall'assessore all'Ambiente D. Zampaglione. Ciò è una grave mancanza a quanto stabilito nelle prescrizioni stabilite dal Ministero dell'Ambiente. Denuncia inoltre la mancata applicazione delle stesse prescrizioni per quanto concerne la "struttura di coordinamento" dalla quale sono stati esclusi alcuni comuni interessati, i comitati e le associazioni. Denuncia inoltre il fatto che a tutt'oggi non è chiaro cosa verrà fatto dei fanghi, come verranno smaltiti; quali garanzie per i problemi degli odori e aerosol. Chiede che a settembre vengano calendarizzate delle assemblee pubbliche per informare i cittadini sui due depuratori previsti in zona 5: Nosedo e Milano Sud.

 

O.d.G. del Consiglio di Zona 5 del 26 giugno 2001

 

1 - Comunicazioni del Presidente: non viene consegnato alcun documento scritto.

 

Comunicazioni dei Consiglieri:

Sono intervenuti i seguenti Consiglieri di Zona 5

(l’elenco comprende i nomi di tutti i Consiglieri che hanno preso la parola e per ciascuno specifica il materiale che è stato presentato e protocollato; se l’intervento è stato solo orale generalmente non specifico nulla):

Revelli (capogruppo FI): presenta una Mozione urgente sul Baravalle sottoscritta dal centrodestra.

De Allegri (capogruppo DS): annuncia che anche il CentroSinistra aveva preparato una Mozione sul Baravalle e che quindi sottoscriveremo quella appena presentata dal CentroDestra. Presenta un elenco di problemi che il CentroSinistra chiede che vengano discussi in Commissione.

Apuzzo (capogruppo lista Di Pietro):

Armanini (PRC): presenta una Mozione sottoscritta da tutto il CentroSinistra sul problema degli affitti per gli studenti.

Muzzana (Margherita): presenta una Interrogazione sul Baravalle

Scarano (capogruppo Verdi): presenta una Mozione sul Referendum Aria Pulita e chiede a tutti i consiglierei di sottoscriverla affinchè possa essere discussa in coda al consiglio.

 

Sospensione di 10 minuti per riunione del gruppo di FI

 

Il Presidente annuncia che la Mozione sul Baravalle è stata sottoscritta da tutti i consiglieri e verrà votata in coda all'O.d.G. del consiglio.

 

2 - 3 - 4 - Istituzione della Commissione Revisione Regolamento Interno, elezione dei membri e del Presidente della commissione: intervengono i consiglieri del CentroSinistra Pavoni (DS), Apuzzo (Di Pietro) e Fumagalli (Margherita) che chiedono che la commissione sia paritetica, cioè composta da 2 membri per la maggioranza e 2 per l'opposizione, in virtù del fatto che si discute del regolamento interno. Sarà comunque poi il Consiglio a votare. Viene presentato un emendamento in tal senso che viene respinto.

La Commissione Revisione Regolamento Interno viene istituita con:

22 favorevoli - 1 contrario - 13 astenuti

dopo lunga discussione sul metodo di votazione da adottare, vengono eletti i membri di tale commissione:

Apuzzo e Pavoni per le opposizioni

Longo, Scarcella e Procaccini per la maggioranza

Presidente: Longo (FI)

 

I rimanenti punti dell'O.d.G. vengono rinviati al prossimo Consiglio.

 

        

Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

c/o Consiglio di Zona 5 - v.le Tibaldi 41  20136 Milano MI

E-Mail