NEWSLETTER

Consiglio Provinciale di Milano     

   

Consiglio Provinciale di Milano

  

  Iscriviti alla Newsletter di Luca Gandolfi 

  www.lucagandolfi.it 

 

 

 

Riassunto del Consiglio Provinciale di Milano del 30 novembre 2009  

 

orario di convocazione: 15.00

inizio formale effettivo alle ore: 15.48

 

 

 

Appello:

34 presenti su 46:

11 presenti su 18 del centrosinistra

23 presenti su 27 del centrodestra

[altri consiglieri arrivano poi nel corso della seduta]

 

 

 

 

Art. 83 “Interventi sull'ordine dei lavori e su problemi di interesse generale”:

[intervengono i consiglieri]

 

 

Gandolfi (IdV):

guarda il video dell’intervento  e della votazione della mozione in coda ai lavori del Consiglio

ascolta il file audio dell’intervento

Presenta una MOZIONE con oggettoPiste e percorsi ciclabili della Provincia di Milano a disposizione dei GPS” (M/42)

 

Caputo (PD):

interviene sulle conseguenze del decreto Lanzillotta per quanto riguarda gli enti locali e in particolare la Provincia. Auspica un ordine del giorno in proposito e invita i membri dell’UPI a trattare la materia nelle riunione a Roma che si terrà tra una decina di giorni.

 

Cova (PD):

Presenta una INTERROGAZIONE con oggettoSul progetto di Metrobosco da alcuni articoli apparsi sui giornali sembra che sia stato accantonato. Chiede notizie.

 

Borg (PD):

sul tema della legalità e sul sistema carcerario e sulla recidiva.

 

Casati (PD):

sulla Casa della Carità, all’anniversario dei cinque anni a Milano, ma mancavano le massime cariche della Provincia.

Sulla risposta a sua interrogazione su coda in tangenziale, nonostante le rassicurazioni dell’assessore la coda si è ripetuta.

 

Gatti M. (AP):

su situazioni di crisi industriale.

Sulla tematica dell’acqua e le politiche che si intendono portare avanti come Provincia. Auspica che se ne parli nel consiglio del 15 dicembre.

Auspica che si inserisca nei regolamenti la norma per la trasparenza delle spese elettorali.

 

Milone (PDL):

sulle assegnazioni delle case popolari. Dalla prima graduatoria risulta un fatto emblematico: su 26.000 domande, di cui 5.000 cassate, di quelle restanti 11.000 sono di cittadini extracomunitari, molte quelle di single. Invita a sollecitare l’assessore competente o la Commissione affinché la Provincia sia parte attiva nelle nuove regole per l’assegnazione di alloggi.

 

Marcora (UDC):

sul tema dell’housing sociale e sul PGT di Milano. Sul tema della family card della Provincia.

 

 

 

Bruno Dapei (PDL) Presidente del Consiglio Provinciale:

mozioni rimaste e quella M/42 presentata oggi da Gandolfi e sottoscritta da tutti i gruppi. Chiede delucidazioni sulla M/20 della Tobagi che oggi è assente.

 

Mauri (PD):

ha sentito la Tobagi ed è favorevole alla trattazione oggi.

 

 

 

 

 

MOZIONI E ORDINI DEL GIORNO DEI CONSIGLIERI 

 

 

M/20 - Mozione presentata il 22 ottobre 2009, primo firmatario il Consigliere Tobagi, in merito al 40° anniversario della strage di P.za Fontana: essendo assente la prima firmataria, la mozione viene illustrata dal consigliere Mauri (PD).

 

   

Dibattito:

intervengono i consiglieri

 

Martino (PDL):

chiede se vi è disponibilità a modificare parti del testo della mozione o se si chiede di votarla come è. Cita i punti che ritiene opportuno modificare.

 

Mauri (PD):

tutte le mozioni sono modificabili e perfettibili. Dipende sempre dal tipo di modifiche che si vogliono apportare. In questo caso abbiamo la difficoltà in più che l’estensore non è presente.

Facciamo emergere nel dibattito le richieste di modifiche. Se le modifiche sono quelle appena richieste sarebbero accogli bili.

 

 

Sospensione per riunione capigruppo dalle 16.42 alle 17.36

 

 

Bruno Dapei (PDL) Presidente del Consiglio Provinciale:

la sospensione si è rivelata proficua perché è stato raggiunto un accordo. Prega il consigliere Mauri di riferire in merito.

 

Mauri (PD):

la maggioranza ci ha fatto quattro richieste che abbiamo deciso di accogliere: togliere “neofascisti di Ordine Nuovo”; togliere un periodo in fondo alla prima pagina dove si fa riferimento al Comune di Bresso e al sindaco Zinni; nella seconda pagina togliere i riferimenti a partiti e associazioni; togliere le ultime 4 righe dell’ultima pagina dove si fa riferimento al Sindaco di Milano Letizia Moratti.

 

 

[come ormai tutti i lettori della Newsletter sanno, il Consiglio Provinciale non ha ancora dotato i banchi dei consiglieri di prese di corrente e come ormai tradizione le batterie del mio computer si sono esaurite Da qui in avanti riporto in modo sintetico quanto avvenuto.]

 

 

Gatti M (AP):

è un tema rilevante per la storia d’Italia. Ed è rilevante che vi sia una presa di posizione del Consiglio Provinciale dopo 40 anni dalla strage. Abbiamo bisogno di una discussione esplicita. È dispiaciuto che il Presidente Podestà e il suo voce non siano presenti in aula. Stupito delle questioni poste circa le responsabilita di Ordine Nuovo, visto che all’epoca anche l’MSI aveva fatto delle critiche. C’è dovere di fare chiarezza.

 

Turci (PDL):

quando durante il Consiglio al buio era stato chiesto di discutere questa mozione lui si era opposto e ne aveva chiesto il rinvio, ma aveva anche detto che su un tema come questo bisognava cercare le cose che ci uniscono piuttosto che quelle che ci dividono.

Ben vengano le cose che partono da quest’aula come condanna verso le stragi tutte. Il discorso è diverso se si vuole discutere dell’interpretazione di un caso specifico come questo e degli atteggiamenti posti in essere dopo questa strage. Si è cercata la verità solo da una parte, senza arrivare alla verità. La Cassazione è arrivata a una condanna politica, non si è invece giunti a una condanna delle persone. È stato chiesto il rinvio a giudizio di otto persone. Ricorda le tappe dei tribunali. Spiega i punti del testo che hanno creato discussione e perplessità. Conferma la disponibilità a vedere la Provincia partecipe di questa commemorazione dopo 40 anni dalla strage. Il gruppo PDL sul testo modificato esprime voto di astensione.

 

Bassani (LN)

ricorda l’anno 1969, quando aveva 24 anni. Si chiede come mai dopo 40 anni da una strage come quella non vi siano ancora dei colpevoli certi e delle verità processuali certe. È perplesso sull’uso dei termini “fascisti” e “antifascisti”. Anche la LN voterà astensione.

 

Cova (PD)

la strage ha coinvolto persone innocenti. Dobbiamo votare per onorare la loro memoria.

 

 

Nomina degli scrutatori:

Ferrè (PDL), Bassani (LN), Gandolfi (IdV)

 

 

Voto:

25 presenti

11 Favorevoli:  AP, UDC, PD, IdV

0 Contrari:

14 Astenuti:  PDL, LN

APPROVATA

 

 

 

 

 

M/41 - ex M/26 - Mozione presentata il 29 ottobre 2009 dal Consigliere Turci, per chiedere l'inserimento dell'area di Boscoincittà nelle zone così dette Oasi di protezione, ove è vietata la caccia, per consentire il transito e il ripopolamento della fauna: il primo firmatario ed estensore, il consigliere Turci (PDL), illustra la mozione.

 

Dibattito:

intervengono i consiglieri

 

Cova (PD):

il Boscoincittà e un luogo dove vanno i bambini delle scuole. Ha valenza educativa. La vicina area di caccia ne diminuisce il valore. È contro la caccia.

 

Gandolfi (IdV):

guarda il video dell’intervento

ascolta il file audio dell’intervento

si tratta di una proposta di buon senso e come tutte le proposte di buon senso deve avere un consenso unanime, senza distinzione di colore politico. Non entra nel merito del fatto che è contrario alla caccia che ritiene essere una forma di crudeltà gratuita nei confronti di esseri innocenti.

 

Biolchini (IdV):

vista la presenza dell’assessore gli chiede in che modi possiamo attuare gli intenti proposti nella mozione.

 

Cattaneo (LN):

è importante la presenza di un polmone verde in città. È una realtà che andrebbe esportata anche in altre aree della città.

 

Assessore Ambiente e Parchi - Agnelli:

spiega le diverse alternative possibili. Alcune da adottare in tempi brevi facendo richiesta di l’imitare l’ambito dell’area di caccia. Altre con iter più lunghi e complessi che implicano l’approvazione di un nuovo Piano Faunistico e Venatorio che comunque dovremo rivedere perché quello attuale risale al 2005. Ricorda che in ogni caso ci sono verifiche che vengono fatte prima di concedere le licenze di caccia.

 

Martino (PDL):

il tema è importante e sembra condiviso da tutta l’aula.

 

 

Voto:

24 presenti

24 Favorevoli:  PDL, LN, AP, PD, IdV

0 Contrari:

0 Astenuti:

APPROVATA ALL’UNANIMITÀ 

 

 

 

 

 

M/42 - Mozione presentata all’inizio di questo Consiglio Provinciale dal consigliere Gandolfi (IdV) e sottoscritta da tutti i capigruppo con oggetto “Piste e percorsi ciclabili della provincia di Milano a disposizione dei GPS: il Presidente del Consiglio Provinciale, essendo stata letta in apertura di Consiglio dal consigliere Gandolfi (IdV), la da per letta e apre il dibattito.

 

Dibattito:

nessun intervento

 

 

Voto:

24 presenti

23 Favorevoli:  PDL, LN, AP, PD, IdV

0 Contrari:

0 Astenuti:

1 Non voto:  Borg (PD)

APPROVATA ALL’UNANIMITÀ 

 

[la votazione elettronica riporta 24 presenti e 20 voti favorevoli, ma dopo la chiusura del Consiglio viene appurato che i consiglieri Casati, Mauri, Calaminici avevano votato a favore pur non risultando dalla stampata della votazione e sono quindi stati aggiunti fra i voti favorevoli. Non è stato possibile verificare se è accaduta la stessa cosa anche con il consigliere Borg.]

 

 

 

 

Presidente del Consiglio Provinciale:

alle ore 19.00 circa dichiara chiuso il Consiglio Provinciale.

 

 

-----------------------------------

 

N.B.: qui di seguito riporto la corrispondenza delle sigle abbreviate con il corrispondente partito:

 

PDL – Popolo delle Libertà

LN – Lega Nord

 

PD –Partito Democratico

IdV – Di Pietro Italia dei Valori

LP – Lista Penati

GFP - Gruppo Filippo Penati

AP – Altra Provincia/PRC/PDCI

UDC – Unione di Centro

 

-------------------------------

 

 

Profilo Facebook di Luca Gandolfi

Luca Gandolfi - c/o Consiglio Provinciale di Milano - via Vivaio 1  Milano

www.lucagandolfi.itBlog politico di Luca Gandolfi - Dottore in Scienze Politiche

E-Mail Contatti - Video di Luca Gandolfi su YouTube