Lettera pubblicata su

MILANO Corriere della Sera - giovedì 05 aprile 2001 - pag. 55

 

CONSIGLIERI DI ZONA

"Clochard" della politica

Forse qualcuno non lo sa, ma i consiglieri di zona sono i "clochard" della politica. A fine mese questi rappresentanti eletti dai cittadini hanno una busta paga che si aggira dalle 200 alle 400 mila lire nette, a seconda delle sedute del consiglio di zona (il gettone di presenza è di 130 mila lire lorde).

Siamo ben al di sotto della soglia di povertà, eppure gli assessori e molti consiglieri comunali sostengono che "i consiglieri di zona costano troppo". Così, mentre alcuni consiglieri comunali usano le auto blu del Comune per questioni private, ai consiglieri di zona non vengono neppure rimborsati i fax per inoltrare le interrogazioni e le istanze.

Palazzo Marino, inoltre, continua a posticipare il pagamento del gettone per le Commissioni, nonostante ciò sia stabilito in modo esplicito sia dalla legge 265/1999, dal decreto del Ministero dell'Interno 119/2000 e dal D.L. 267/2000.

Non c'è da stupirsi, vista la scarsa considerazione per il decentramento cittadino. Eppure questi sono gli stessi che sbandierano come un vessillo il decentramento amministrativo per aumentare i poteri delle Regioni e dei Comuni. Dov'è la coerenza?

L. G.